Nevo con displasia in regressione

Egregi Dottori,
Ieri ho ricevuto i risultati di un esame istologico relativo ad un nevo che il mio dermatologo mi aveva consigliato di togliere in quanto rispetto alla precedente visita (un anno e mezzo prima) aveva cambiato forma (nei 6 anni precedenti circa era rimasto stabile). Il risultato è il seguente: nevo melanocitico composto lentigginoso ed iperpigmentato con displasia e regressione (fibrosi e melanosi dermica). Margini indenni .
Nell’attesa di incontrare il mio dermatologo, vorrei se possibile alcuni chiarimenti.
Premetto che non ho una pelle particolarmente a rischio (pochi nevi, non particolarmente chiaro).
- Che ne pensate del risultato dell'esame?
- Ho letto che il fatto che una formazione"in regressione , dipendentemente dalla sua natura, potrebbe aver lasciato cellule tumorali nel canale linfatico. E’ possibile, seppure astrattamente?
- In questo caso, che tipo i controlli dovrei fare e con che frequenza? Seppure solo astrattamente, detta circostanza potrebbe aumentare il rischio solo di melanomi o anche di altre forme tumorali? E’ sufficiente che esegua con maggiore frequenza le mappature dei nei o sono consigliabili anche altre analisi?
Grazie e cordiali saluti.
[#1]
Dr. Luigi Laino Dermatologo 21,9k 463 493
Gentile utente

la risposta è si.

Un nevo displastico con aree in regressione, non consente al patologo di identificare se quelle aree istologicamente regredite siano compatibili con un'area precedentemente popolata da cellule di melanoma.

Pertanto il confronto con il suo dermatologo è fondamentale anche per capire quale sia l'ulteriore passo da affrontare (allargamento dei margini di resezione ad esempio).

Mi faccia sapere
Dr Laino

Dr.Luigi Laino Dermovenereologo, Tricologo
Direttore Istituto Dermatologico Latuapelle
www.latuapelle.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Egregio Dottore,
la ringrazio per la risposta che purtroppo leggo soltanto oggi.
Il mio dermatologo mi aveva però nel frattempo risposto che non avevo a suo avviso necessità di ulteriori interventi, ma ciò senza fare ulteriori confronti (sulla base dell'esame via email del medesimo referto che ho indicato nel mio post).
Visto che il mio medico non è tuttavia specializzato in melanomi, avrei piacere di fissare un appuntamento con uno specialista del settore. Io sono di Roma, sa a chi posso rivolgermi, anche privatamente?
Grazie e cordiali saluti
[#3]
Dr. Luigi Laino Dermatologo 21,9k 463 493
Visto che è romano come me e in virtù del fatto che sta chiedendo a un Dermatologo che esercita a Roma (Esperto in Dermoncologia con esperienza ventennale sul Melanoma) a chi rivolgersi.. le rispondo - auspicando che la sua non sia una simpatica provocazione - con una battuta romanesca..

"Oste...è bono er Vino"?


Insomma vada dove desidera ma prima di fare queste domande accertatevi di parlare con persone (e Medici) in carne ed ossa non con fantasmi telematici ;)

saluti!

Dr.Luigi Laino Dermovenereologo, Tricologo
Direttore Istituto Dermatologico Latuapelle
www.latuapelle.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
Egregio Dottore,
sono ben consapevole che i medici su questo sito non sono "fantasmi telematici". Ma neanche gli utenti lo sono: siamo persone preoccupate per la propria salute e, specialmente in ambiti così seri, certamente quando scriviamo è ben lungi da noi l'intenzione di "provocare" o essere sarcastici.
Mia unica colpa è il non aver notato che lei è di Roma. Ma anche se l'avessi notato, le avrei comunque chiesto a chi riteneva opportuno mi rivolgessi: non potevo ad esempio sapere che lei ha "esperienza ventennale sul melanoma", e comunque poteva non essere disponibile per un qualunque motivo.
In ogni caso ho trovato i contatti sul sito.
Con i migliori saluti.
[#5]
Dr. Luigi Laino Dermatologo 21,9k 463 493
Non è una colpa la sua, ma una semplice svista, che mi pareva opportuno orientare.
Può capitare a tutti e non per questo, sottendevo - come ho ben chiarito - dovesse rivolgersi al sottoscritto.
L'esperienza ventennale aiuta, così come quella di consulting online. Siamo appunto (da tanti anni) qui per questo e conosciamo bene chi abbiamo di fronte (seppur virtualmente): questo portale - ulteriore informazione - non serve comunque a dare consigli sullo specialista o sul centro pubblico o privato, ma solamente ad orientare sulla salute. Poi ciascuno segue in piena libertà le proprie scelte in merito.

Ancora saluti!
Dr Laino

Dr.Luigi Laino Dermovenereologo, Tricologo
Direttore Istituto Dermatologico Latuapelle
www.latuapelle.it

Il melanoma, o cancro della pelle, è un tumore, spesso molto aggressivo, che si sviluppa dalle cellule della pelle che producono melanina (melanociti).

Leggi tutto

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa