Utente 576XXX
Salve, sono una ragazza di 23 anni e da vari anni soffro della presenza di brufoli sul volto.
Premetto che mi sono rivolta ad un dermatologo nel corso degli anni.
Il dermatologo mi ha sempre detto che dal suo punto di vista non soffro di acne ma solo di una eccessiva produzione di sebo che causa brufoli in quantità secondo lui non eccessiva.
Ho una skincare che si compone di detergente viso, crema idratante mortificante e crema contro i punti neri del marchio Uriage.
Inizialmente i prodotti si sono dimostrati efficaci ma il problema non si è mai risolto del tutto, riuscivo a tenere sotto controllo la lucidità ma i brufoli continuavano a comparire.
Da quando frequento l'università sonobsottoposta a forti periodi dibstress e la pelle ne risente molto.
Purtroppo in questi periodi sul volto ho come una maschera.
I brufoli si concentrano specialmente intorno alla bocca e sul mento.
Per lo più sono grossi e sottopelle accompagnati da tanti puntini sottopelle.
Dopo qualche giorno dalla comparsa del brufolo sottopelle si manifesta il brufolo vero ebpropriobcon la punta bianca.
Oltre a causarmi disagio e vergogna a farmi vedere dagli altri, mi provocano un forte prurito e senso di dolore e mento perennemente rosso e gonfio.
Io seguo la routine che mi è stata prescritta ma in questi periodi non riesco a tenerebsotto controllo i brufoli e ciò mi disturba.
È possibile che la mia pelle si sia "assuefatta" a queste creme (le uso da più di 3 anni), potrebbe essere necessario cambiarle?
Inoltre... parlando con altre ragazze che hanno problemi simili ho sentito dire che è stato loro consigliato di evitare totalmente i latticini, potrebbe esserci qualche correlazione tra brufoli e latticini?
Spero di essere stata chiara e chiedo scusa per essermi dilungata

[#1]  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentilissima

l'Acne è una malattia dermatologica seria e con serietà va affrontata:

le indico questo link per capire come orientarsi al meglio ed evitare "bufale" telematiche e delle racconti di strada.

www.acne.roma.it

Dr Laino
Dr. Luigi Laino Direttore Centro Latuapelle Roma
www.latuapelle.it
www.lichensclerosus.it

[#2] dopo  
Utente 576XXX

Buonasera dottore,
Come le avevo precedente detto non avevo mai sofferto di vera e propria acne , ho sempre avuto una pelle grassa ma non acneica. Dopo averle scritto mi sono rivolta, come da lei consigliato, ad un dermatologo che mi ha diagnosticato un acne lieve che associava ad una condizione di forte stress ( ed effettivamente uscivo da due mesi complicati). Vorrei provare a spiegarle la mia condizione , per quanto possibile per via telematica. Lo "sfogo" si concentra prevalentemente sul mento e nell'area intorno alla bocca sulle guance, il resto del viso è intaccato. Non ho veri e propri brufoli ma piuttosto il problema si concentra sottopelle e all'esterno di vedono delle chiazze rosse. Il dermatologo mi ha prescritto una cura così fatta: detersione con Avenee gel detergente mattina e sera, al mattino Clindamicina same , alla sera Acnatac gel (0,25 tretinoina) per i primi 10 giorni a sera alterne e poi tutte le sere. La mia domanda è semplice, cosa ne pensa di questa cura? Io la seguo da 11 giorni e per il momento non ho notato grossi cambiamenti né in senso positivo né in senso negativo (ovviamente non mi aspettavo miracoli so che ci vuole pazienza) la pelle è piuttosto secca ma questo mi era già stato anticipato. Ovviamente specifico che da quando ho iniziato la cura è finché non la terminerà mi è stato sconsigliato di applicare trucco o creme idratanti per evitare di vanificare il lavoro svolto. Tra 30 giorni dovrò tornare a visita per aumentare la dose di tretinoina a 0,5. Potrebbe gentilmente fornirmi un suo parere?