Rossore glande intermittente e bollicine

Buonasera.
Un mese e mezzo fa circa ho avuto il primo problema al pene.
Sì è presentato con un leggero prurito del glande.
nel giro di un paio di giorni sono comparse piccole bollicine rosse attorno alla corona che entro 3/4 giorni si sono riassorbite.
Anche il prurito è passato ma dopo qualche masturbazione ho notato che la parte interna del prepuzio (quella che rimane piegata) si era arrossata così come la parte di glande ricoperta dalla piega del prepuzio.
Il rossore va e viene, se non mi masturbo o non faccio sesso nel giro di un paio di giorni il rossore diminuisce notevolmente per poi rispuntare alla successiva masturbazione.
In seguito ad una fellatio però, vicino all'uretra sono spuntate delle bollicine rosse, prima del rapporto non c'erano, ne sono sicuro.
Quelle bollicine hanno perso il rossore ma sono rimaste, color pelle ma si pronunciano maggiormente ad ogni erezione.
In più il rossore della porzione di glande continua riemergere ad ogni masturbazione, in più negli ultimi giorni ho notato che durante l'eiaculazione il foro dell'uretra diventa molto rosso per qualche secondo, cosa mai successa prima.
Un altro fattore riguarda una desquamazione estrema della sola mano destra, quella che uso per masturbarmi, anche questo mai successo prima, ora però dopo aver "fatto la muta" la mano non presenta segni particolari.
Sto cercando di capire come muovermi, quali test fare, da quale specialista andare, cosa aspettarmi.
Aggiungo che questa condizione arriva al culmine del periodo più stressante della mia vita dopo un lutto e la perdita del lavoro.
Non so se possa in qualche modo contribuire o essere legato a questa situazione ma per completezza mi sento di aggiungerlo visto che non sarebbe la prima volta che il mio corpo reagisce in maniera fisica ad uno stress mentale.

Grazie per le risposte.
[#1]
Dr. Luigi Laino Dermatologo 21,9k 464 493
Gentilissimo, in questi casi consiglio sempre di effettuare la visita specialistica di venereologia corredata dalla peniscopia digitale: in questo modo si potrà effettuare una diagnosi corretta senza ulteriori ritardi diagnostici.
Per ulteriori informazioni può leggere nel sito www.peniscopia.it
Dott.Laino

Dr.Luigi Laino Dermovenereologo, Tricologo
Direttore Istituto Dermatologico Latuapelle
www.latuapelle.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio