Puntini rossi sul pene che non vanno via

Buongiorno sono un ragazzo di 21 anni anni, circa un anno fa (gennaio/febbraio 2020) dopo un rapporto non protetto con una mia ex (i rapporti quindi erano sempre di questo tipo poichè era una relazione stabile ai tempi) avevo notato dei puntiini rossi sul glande che non portavano nessun prurito o fastidio.

Cercando un pò sul web ho trovato che potevano essere causati non dai rapporti bensì da detergenti intimi aggressivi, di conseguenza ho cambiato detergente intimo ed il problema nel giro di poco è sparito.

A dicembre 2020 il problema si è ripresentato, questa volta dopo masturbazione, senza che io abbia cambiato detergente.

Sul momento ho pensato che sarebbe scomparso com'è successo la prima volta, questo non è accaduto, anzi con il passare delle settimane sembrava che i puntini fossero più rossi.

Voglio precisare che i puntini si presentano dopo la masturbazione e che se non mi masturbo o non ho rapporti i puntini dopo 2/3 giorni scompaiono quasi del tutto, poi ricompaiono se ho rapporti o mi mastubo.

Durante le feste ho notato di averne molto simili su palato/ugola.

Nel panico sono andato dal mio medico di base, che mi ha rassicurato dicendomi che non era niente (senza specifare cosa fosse questo niente) e di trattare quelli al pene con acido borico al 3% e quelli in bocca con colluttorio.

Dopo pochi giorni quelli in bocca sono scomparsi, al pene no.

Cercando su questo sito ho notato un ragazzo con un problema praticamente uguale al mio a cui è stato consigliato di associare all'acido borico una crema allo zinco, quindi ho iniziato ad applicarla, per i primi 3 giorni i miglioramenti si sono visti, infatti i puntini erano meno rossi e stavano quasi scomparendo.

Passata una settimana i puntini vecchi erano come in una specie di fase di cicatrizazione (che meglio non so spiegare) ma me ne sono venuti altri più in basso ma sempre sul glande, con arrossamento, quindi ho smesso di utilizzare la crema alla zinco e dopo un paio di giorni i puntini vecchi sono tornati nuovamente ben visibili (sempre dopo masturbazione o rapporto)
Sto iniziando a preoccuparmi, anche perchè mi è venuto in mente che ho avuto chiazze rossastre simili sotto il piede tempo fa che ho trattato con acqua, sale e aceto e sono scomparsi in una settimana/10 giorni, con processo di cicatrizzazione simile a quello che stavo avendo.

Cosa devo fare?
[#1]
Dr. Luigi Laino Dermatologo 21,9k 464 493
Cerchi di non trovare "persone con casi uguale al suo" ma una diangosi personalizzata che si effettua con visita venereologica e peniscopia digitale:

per info: www.peniscopia.it

Saluti!

Dr Laino

Dr.Luigi Laino Dermovenereologo, Tricologo
Direttore Istituto Dermatologico Latuapelle
www.latuapelle.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio