Utente 160XXX
Buon giorno.
Vengo a chiedervi un parere su,un piccolo problema che si riscontra ormai nelle,2 ultime analisi del sangue che ho eseguito:ossia unaleggera gammapatia policlonale nell'elettroforesi proteica con valori di 20.4% di gammaglobuline, e 1,71 g/dL, in discesa comunque perche 6 mesi fà il valori erano i seguenti:21,7% e sempre 1,71 g/dL.
mentre le immunoglobuline IGG sono 1660mg/dL adesso , e 6 mesi fa erano 1740.

nella formula leucocitaria non c'è nessun parametro fuori range, mentre nella TIPIZZAZIONE LINFOCITARIA, l'unico parametro fuori range sono il linfociti cd16 e cd56 (natural killer),che sono 23,5% rispetto a un range massimo del 13%.



Premetto però che
da ormai 7 anni data che coincide orientativamente,con una mononucleosi,ho iniziato a soffrire di distrutbi vari,tra cui dolori reumatici,stanchezza,disturbi della concentrazione,insonnia e fenomeni dermatologici,vari tra cui ponfi piani,di colore rosso scuro,che mi escono soprattutto agli arti.

l'immunologo a cui mi sono rivolto mi ha prescritto tutta una serie di esami per escludere patologie autoiimuni,e reumatiche,ma anche testi do controllo,per HIV,HCV,HBV,anti borelia,per escludere patologie virali croniche,anche perchè non ho mai avuto segni di epatiti acute,sia clinici che fisici.
tranne in un caso che risale a c.a 12 anni fa in cui risultò una positività al test per HCV,subito smentita da altre indagini,e poi archiviata come FALSO POSITIVO.

Ma ha stupito anche il test per HIV,visto che i cd4 risultano perfettamente nel range,ma mi ha risposto,che il test và fatto comunque visto,che ho una vita sessuale attiva e non monogama.

IN SINTESI VI CHIEDEREI UN PARERE SU TRE PUNTI SALIENTI DELLA MIA STORIA:

la leggera gammapatia policlonale,che risulta dalle mie analisi,insieme ad un leggero ma anche li presente ormai nelle ultime 2 analisi del sangue delle IGG,attribuibile ad un infezione cronica,come suppone l'immunologo,e può essere legata a problemi di natura autimmune,come non esclude lo steso immunologo?

Possono i miei dolori reumatici migranti,e i ponfi che ogni tanto appaiono sulla mia pellle,essere collegati alla gammapatia policlonale?

può esserci rischio di positività al test HIV anche se i miei linfociti cd4 sono 825 quindi perfettamente nel range,come nel range è anche il rapporto cd4/cd8 che è di 1.5

ringrazio tutti anticipatamente
e porgo i miei più cordiali saluti



[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Risposte sintetiche

1) Sono d'accordo con il suo immunologo, può trattarsi di lieve gammapatia da infezione cronica o forme autoimmuni, tenendo presente che anche lievi infezioni possono provocare rialzi delle gamma

2)Potrebbero rientrare in un discorso di autoimmunità; le consiglio a tal proposito una visita reumatologica.

3)Non è dal rapporto CD4/D8 che si può vedere in prima istanza una sieropositività poichè questi valori si possono mantenere stabili per parecchio tempo anche in caso di sieropositività; è soltanto il test fatto a 40 e 100 giorni da un fatto sospetto a dare certezza
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 160XXX

Buon giorno Dott. Baraldi
La ringrazio per la celerità nel rispondermi,le chiedo a questo punto alla luce delle sue considerazioni,

se il valore delle mie igg e delle gammagloguline nell'elettroforesi proteica,è effettivamante non eccessivamente alto da far pensare a qualche seria infezione cronica,ma verosimilmente ad uno stato trasitorio,in quanto in entrambe le occasioni,in cui ho fatto gli esami del sangue provenivo una volta da una sindrome influenzale con conseguente faringite batterica curata con antibiotico,e nelle ultime da sindrome parainfluenzale con un forte raffreddamento che è persistito per circa 2 settimane.

in entrambe i casi cmq gl esami sono stati eseguiti a distanza di 3-4 settimane circa dagli eventi infettivi.

quindi è possibile che 3-4 settimane siano poche per aver smaltito le influenze e quindi sia le igg che le gammaglob possano appunto essere state influenzate da queste infezioni,e non da un problema cronico?

oppure altra ipotesi, io soffro da sempre di aftosi orale e di sicuro nelle ultime analisi ero in uno stato acuto di aftosi.

e ultima domanda, l'aumento dei linfociti natural killer
da cosa può esser dovuto,può essere un valore mio congenito,o è possibile che tali natural killer siano alti perchè stiano "combattendo" qualche infezione o tumore,come ho letto in vari siti web.

cordialmente la saluto

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Signora, un consiglio , lasci stare i siti web; le informazioni vanno interpretate. I suoi linfociti killer non hanno assolutamente valori preoccupanti e possono variare molto nel tempo in relazione a vari fattori.

Detto questo è possibilissimo che problematiche croniche come le afte possano determinare lievi rialzi delle gamma così come stai influenzali ecc. Le consiglio di ripetere l'esame quando starà perfettamente bene.
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
Utente 160XXX

Buon giorno.

Vi aggiorno,in quanto ho appena ritirato gli esami delle urine, e si evince un dato alquanto importante,ossia una PROTEINURIA!

riporto i valori:

ALBUMINA 58.0 MG/L range fino a 20
IMMUNOGLOBULINE G 8.3 range: assenti
ALFA MICROGLOBULINA 7.0 range :fino a 12

Il mio Medico mi ha prescritto un esame della proteinuria sule 24 ore che ritirero a breve.

Devo preoccuparmi di questo dato?
è indici certo di una nefropatia concalamata,o può essere un disturbo transitorio?

Ma mi viene pure da domandarmi:come mai nonostante ci sia una perdita di immunoglobuline g nelle urine, se ne riscontrano comunque ancora tante anche nel sangue?
è possibile che se i miei reni non avessero "perdite", nel sangue si riscontrerebbe un valore ancora più alto di IMMUNOGLOBULINE G? che quindi non sia più trasqurabile,ma del tutto indicativo di un serio problema immunitario?

grazie in anticipo delle risposte
BUONA GIORNATA

[#5]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Può trattarsi di un fatto transitorio; bene ha fatto il suo medico a prescrivere la proteinuria 24 h . Ci faccia sapere quando avrà gli esami, ma non si allarmi.
Un saluto

A. Baraldi

[#6] dopo  
Utente 160XXX

eccomi di ritorno con le analisi delle urine sulle 24 h

DIURESI 1600 ML
PRETEINURIA 0,21 G/L range 0.15
0,34 G/24 H

tutti gli altri parametri dell 'urina nella norma tranne che presenza di emoglobina val:0,07 (range inferiore a 0,03)
esame degli elementi urinari:
EMAZIE val: 25 range fino a 15/ul.


ho ritirato anche tutti i vari test per le possibili infezioni croniche che mi ha prescritto l'immunologo
HIV ASSENTI
HCV ASSENTI
HBV ASSENTI
HBC ASSENTI

COMPLEMENTO C3 C4 NELLA NORMA
PROTEINA CREATTIVA NELLA NOMA
FATTORE REUMATOIDE NELLA NORMA

mancano ancora tutti i test autoimmunitari
HLA B27
ANA
ENA

QUINDI A QUANTO PARE NON SI RIESCE A CAPIRE COSA CONTINUI A TENERE LIEVEMENTE SU LE IGG E LE GAMMAGLOBULINE SIA NEL SANGUE CHE NELLE URINE.

resto in atesa di un vostro parere
cordialmente vi saluto

[#7]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Io ritengo si tratti di un fatto transitorio, tenendo anche presente che tracce fisiologiche di proteine possono essere presenti nelle urine. Proprio per scrupolo faccia nche una visita nefrologica. Ne parli con il suo medico
Un saluto

A. Baraldi