Utente 250XXX
salve, a mia figlia di 14 anni e' stata diagnosticata la ferritina bassa a 6 (valori normali 10/400) emocromo nella norma ad eccezione di emoglobina che e' 11,40 g (con valori normali 12/16) e mch 24,90 (con valori nomali 27/33) sono un po' preoccupata perche' non e' deperita pero' forse mangia poca carne, pochi legumi e anche poca frutta e verdura. Vorrei sapere visto che ho difficolta' a farle mengiare queste cose come posso ovviare, qualche integratore.?? Il medico mi ha prescritto cromatonferro 30 cpr eff. 80 mg.
Io vorrei sapere se basta o sarebbe meglio aggiungere altro?? Per esempio io ho sentito parlare dell'acido folico posso darglielo ??Insomma vorrei sapere cosa posso fare, se mi conviene fare altri accertamenti e visto che faccio fatica a regolarle l'alimentazione cosa posso fare.
grazie

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile signora,
le riassumo alcune notizie utili:
Il ferro della carne si assimila per il 16-20%, quello dei legumi per il 5% circa, quello delle verdure (p,es, spinaci e ortica) per l’1-3%.

L’acido folico è indicato in caso di stati carenziali di acido folico.

Credo, intanto, che sia opportuno non dare per acquisito ed immofdificabile un regime alimentare scorretto.

Ecco delle sostanze ed alimentanti che aumentano l’assorbimento del ferro:

L’acido ascorbico o vitamina C
è presente in natura nella frutta e nella verdura, soprattutto negli agrumi, ma può anche essere sintetizzato per essere usato negli integratori.

Betacarotene
È uno dei più di 100 carotenoidi presenti in natura nelle piante e negli animali. I carotenoidi sono pigmenti di colore variabile tra il giallo e il rosso, contenuti negli alimenti come le albicocche, le barbabietole e le bietole, le carote, le coste, il mais, l’uva nera, le arance, le pesche, le prugne, i peperoni rossi, gli spinaci, le patate dolci, i pomodori, le cime di rapa e le zucche.

La carne, rossa in particolare, migliora l’assorbimento del ferro ricavato da alimenti diversi dalla carne. Il vitello, l’agnello e la selvaggina contengono le quantità maggiori di ferro, rispetto al maiale o al pollo che invece sono le carni più povere di ferro. È stato calcolato che un grammo di carne (20% circa di proteine) migliora l’assorbimento del ferro ricavato da alimenti diversi dalla carne esattamente come 1 milligrammo di acido ascorbico.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it