Utente 137XXX
Gent.mi dottori,
avrei da sottoporre un quesito e spero di essere abbastanza chiara.
ho effettuato la settimana scorsa le analisi del sangue di cui vi elenco i risultati:
WBC 7,24 (4-10,8) RBC 4,30 (3,80-5,40)HGB 11,9 (12-16) HCT 36,9 (37-47) MCV 86 (80-97) MCH 27,7 (26-34) MCHC 32,2 (31,8-35,4) RDW 13,5 (<14,8) PLT 276 (130-424) PCT 0,21 MPV 7,8 (7,4-11) neutrofili 43,9% (45-47) val. ass 3,18 (1,5-7,5) linfociti 46,4% (25-40) val. ass3,4 (1,2-4)acido folico 2,56 (>3,38) Ferritina 7 (12 - 150)
Ab anti CMV S-IgG >250
Ab anti CMV S-IgM Negativo

Sono stata dal medico curante e mi ha detto che sono anemica visti i bassi valori di ferritina e acido folico oltre all'emoglobina al limite. Mi ha detto di assumere compresse di ferro e di acido folico.
durante la visita gli ho sollevato il preblema dell'inversione leucocitaria che lui ha
sottovalutato in passato. Questi valori sono ballerini da più di un anno, esattamente nel agosto 2011 erano: neutrofili 44,3 e linfociti 44,7 e nel marzo 2012 neutrofili 42,9 e linfociti 47,3. Preciso che nel marzo 2012 ero in gravidanza che però si è conclusa purtroppo con un aborto in quel mese (20^ settimana) in quanto ci sono stati problemi di liquido amniotico. In seguito a istologico è risultata un infezione da CMV (ecco perchè la ricerca di tali valori nelle recenti analisi). Ora il mio medico mi ha detto di fare una visita dall'ematologo vista l'inversione leococitaria e l'anemia scoperta. I valori di emoglobina ed ematocrito erano ai limiti inferiori anche nei precedenti 2 esami del sangue del 2011 e del marzo 2012.
A questo punto vorrei chiedere se la cosa è grave e mi devo preoccupare o può essere stato portato anche da un infezione ai denti visto che circa 15 gg fa il dentista ha devitalizzato un dente per granuloma?

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
L'inversione è minima e non deve preoccupare; non trascrive i valori del ferro che sono importanti ; comunque l'anemia è molto lieve ; nella donna, poi, può incidere molto il ciclo mensile , se abbondante e/o irregolare, tanto che sarrebbe meglio fare le analisi lontano dal ciclo
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 137XXX

Gent.mo dottore, la ringrazio per la sua cortese risposta e le aggiungo che i valori del FERRO erano a 42 (37-145). nel frattempo ho consultato un ematologo che mi ha detto come ha affermato lei che l'inversione leucocitaria non è importante mentre ha deciso di indagare sull'anemia. la sua dignosi per il momento è stata: "anemia ed etiologia multicarenziale in paziente con verosimile gastrite cronica" visto che in passato nel 2004 da una gastroscopia è risultata una gastrite cronica e una infezione da helicobacter trattata ma non eradicata. Quanto può essere correlata questa anemia con i problemi allo stomaco? Con questi valori può essere qualcosa di grave? io non ho più sofferto di dolori allo stomaco dalla prima gravidanza (2009) a parte in autunno un pò di nausea? grazie ancora per la vostra dedizione e volontà di darci ascolto per placare un pò le nostre ansie

[#3] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Ci potrebbe essere relazione tra la gastrite ed il ridotto assorbimento del ferro; vista l'infezione da helicobacter , sarebbe opportuno eradicarla, credo che in questo momento sia il punto più importante
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
Utente 137XXX

ma mi consiglia di effettuare una grastroscopia? Secondo lei questa anemia è lieve o importante? A suo parere potrebbe essere una cosa grave? Grazie ancora

[#5] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Valuti con un gastroenterologo se effettuare la gastroscopia; potrebbe essere utile. L'anemia non è grave ma molto lieve
Un saluto

A. Baraldi

[#6] dopo  
Utente 137XXX

Grazie

[#7] dopo  
Utente 137XXX

Gent.mo dottore,
la ricontatto in quanto sono un pò in ansia per questa ferritina bassa. Mi preoccupa perchè potrebbe essere sintomo di perdite occulte di sangue e ho paura per lo stomaco.
Il 29 novembre ho effettuato gli esami del sangue prescritti dall'ematologo tra cui tipizzazione linfocitaria, reticolociti, FT3 FT4 TSH e Anticorpi anticellule parietali gastriche. Non ho ancora gli esiti ma secondo lei da questi esami si può già capire se c'è qualcosa di brutto allo stomaco?
Questa anemia anche se lieve, potrebbe essere dovuta anche alla precedente gravidanza e all'aborto subito? Provo a darle indicazioni più dettagliate di questo periodo:
questo aborto essendo alla 21^ settimana è stato un vero e proprio parto (e successivo raschiamento) e già a dicembre 2011 dai primi esami della gravidanza risultavano valori di emoglobina ed ematocrito rispettivamente di 11,4 (val. rif. 12-16) e 32,8 (val.rif. 37-47) il ginecologo non mi aveva detto di prendere integratori. Purtroppo non so come era la ferritina. Nei mesi successivi (gennaio e febbraio 2012) l'alimentazione non è stata delle migliori poiché avevo nausea per la gravidanza e non riuscivo a mangiare in quanto avevo spesso un dolore ai denti. Ero stata dal dentista ma non avevendo potuto fare lastre in quanto gravida non ho potuto risolvere il problema. Questo dolore era un granuloma che mi ha tolto proprio il mese scorso (novembre 2012).
Il ciclo è ricomparso a fine aprile 2012 ed è stato abbastanza preciso fino a fine agosto per poi ripresentarsi al 24 ottobre e al 23 novembre. I primi 2 giorni di questi cicli erano abbastanza abbondanti e le perdite si affievolivano durando in tutto circa 4 giorni.
Ci tengo a precisare che ho superato molto bene questa situazione e ho sempre mangiato e riposato bene.
Questa anemia potrebbe essere uno strascico di questa situazione, e quanto può metterci l'organismo a immagazzinare ferro? E' possibile che dopo 8 mesi non si siano ripristinati i valori?
La ringrazio infinitamente se volesse darmi un ulteriore consulto.

[#8] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Potrebbe esserci una relazione con cicli mensili irregolari e/ o abbondanti ma non vedo assolutamnete una situazione preoccupante. La ferritina può variare molto nel tempo ed anche la ricostituzione dei depositi ha tempi diversi. Stia tranquilla
Un saluto

A. Baraldi

[#9] dopo  
Utente 137XXX

Ma potrebbe essere quindi un'anemia che mi sto portando dietro da quando ero in gravidanza a Dicembre 2012 visti i valori di emoglobina bassi (11,4 ed ematocrito 32,8) anche in quel periodo e accentuati dal sangue perso durante l'aborto?
Volevo chiederle inoltre se potevo scriverle i valori degli esami del sangue effettuati la settimana scorsa che arriveranno la prossima settimana?
Intanto la ringrazio e la saluto.

[#10] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Sì, potrebbe essere ma non vedo nulla di preoccupante. Mi posti pure i prossimi esami
Un saluto

A. Baraldi

[#11] dopo  
Utente 137XXX

Ora sono più tranquilla! Grazie

[#12] dopo  
Utente 137XXX

Ecco Dottore le posto i risultati delle analisi fatte:
globuli bianchi 6,34
Gloguli rossi 4,47
Emoglobina 12,7
Ematocrito 39,10
MCV 87,5
MCH 28,40
MCHC 32,5
RDW 13,7
Piastrine 372
MPV 10,5
Neutrofili 44,10
Linfociti 44,30
Monociti 8,8
Eosinofili 2,2
Basinofili 0,6
Neutrofili # 2,79
Linfociti#2,81
Monociti#0,56
Eosinofili#0,14
Basofili#0,04

Piastrine 360
Conteggio piastrinico ottenuto da campione in citrato sodico. Si segnala inoltre che è stata effettuata la revisione microscopica dei campioni ematologici EDTA e in citrato sodico, che ha messo in evidenza l'assenza si agglutinazione piastrinica su entrambi i campioni.

Reticolociti 1,86 (0,50-2,00)
Vitamina B12 515 (193-982)
Fattore reumatoide <8,6 (fino a 12)
Anti cellule parietali gastriche Negativo
TSH 1,12
FT4 1,17
FT3 3,31

I valori della tipizzazione linfocitaria sono:
CD3 Linfociti T totali 79% 2218,8 cell/mmc
Linfociti T CD3+CD4+ 37% 1039,2 cell/mmc
Linfociti T CD3+CD8+ 38% 1039 cell/mmc
Linfociti T attivati 13%
Linfociti Natural Killer 13%356,1 cell/mmc
Linfociti B CD19+ 8%224,7 cell/mmc
Linfociti B CD19+/CD5+ 2 %
CD5+ 80%
Linfociti B CD20+ 8%
Linfociti B CD20+CD5+ 3%
Kappa/Lambda
Kappa sup+ 5%
Lambda sup + 3%
HLA-DR+ 21%
CD2+ 89%
CD7+ 86%
Commento: profilo immunofenotipico linfocitario nei limiti della norma

I valori sembrano tutti nella norma ma non so cosa vuol dire "assenza di agglutinazione piastrinica"
Gli esami del sangue sono stati fatti mentre assumevo da 10 giorni ferrograd (non molto tollerato infatti ora uso sideral forte) e folina.
Secondo lei può andare bene il valore dell'emoglobina ematocrito e gli altri valori dell'emocromo oppure possono essere falsati dall'assunzione di ferro?
E il valore dei reticolociti?
Mi scusi per la lunghezza del messaggio ma ho preferito riportare tutti i valori anche se ho visto che erano nella norma.

[#13] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Mancanza di aggregazione piastrinica ( agglutinazione ) significa soltanto che le piastrine sia in citrato che in EDTA non formano aggregati e quindi il valore è quello effettivo e , aggiungo io, va bene così. L'assunzione di ferro si può far sentire a livello valore reticolocitario che risulta aumentato ma non ci sono problemi come anche per il valore dell'emoglobina. In conclusione stia tranquilla
Un saluto

A. Baraldi

[#14] dopo  
Utente 137XXX

Ma quindi questi valori dell'emocromo possono voler dire che c'è stata una risposta alla terapia con ferro e quindi si potrebbe escludere un sanguinamento dell'apparato digerente o serve effettuare altri controlli?
Pensavo di ricontrollare la ferritina, il ferro e l'acido folico a breve, per il prelievo devo sospendere l'assunzione di ferro e acido folico e se si quanto tempo prima?
Grazie

[#15] dopo  
Utente 137XXX

Gent.mo Dott.r Baraldi,
mi scusi non voglio assolutamente approfittare della sua gentilezza e disponibilità ma le continuo a fare domande su domande in quanto non mi sento molto in forma, da quando assumo il ferro non riesco più a mangiare nulla e ho gia perso un chilo nel giro di 15 giorni. Subito pensavo che fosse dovuto al FERROGRAD visto che è risaputo che non è per niente digeribile, avevo dissenteria e una sensazione di chiusura dello stomaco che non mi consentiva di mangiare. Ho sospeso per un giorno e l'ho sostituito con SIDERAL FORTE che a dire del medico e anche del farmacista non da assolutamente effetti collaterali. In effetti i primi due giorni andava meglio ma poi ecco che ho dinuovo la sensazione di stomaco chiuso e non riesco a mandare giù più niente! So che la componente ansiosa gioca le sue carte ma questi sintomi mi sembra vadano al di la della tensione. Questa mattina mi sono recata dal mio medico di base per dirglielo ma purtroppo è assente per tutto il giorno e l'ematologo da cui mi sono rivolta è in America per lavoro.
Le chiedo ancora scusa per questo sfogo ma non so cosa devo fare e cosa pensare e la ringrazio anticipatamente se volesse rispondere.

[#16] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Signora, io non vedo un quadro di anemia preoccupante; purtroppo il ferro somministarto per via orale da sempre un po' di problemi . Credo che in lei , però, giochi un ruolo anche una componente ansiosa abbastanza accentuata. Stia tranquillla e cerchi di portare a termine la cura data, poi ricontrolli i valori , magari quando ha sospeso la terapia con ferro.
Un saluto

A. Baraldi

[#17] dopo  
Utente 137XXX

Va bene, cercherò di tranquillizzarmi e fare la cura che mi è stata data.
La ringrazio ancora e la saluto augurandole buone feste.

[#18] dopo  
Utente 137XXX

Buongiorno dottore, volevo riaggiornarla sugli ultimi esami del sangue effettuati in data 14 dicembre 2012.
WBC 6,93 (4-10,8) RBC 4,4 (3,8-5,4) HGB 12,9 12-16) HCT 39,4 (37-47) MCV 89 (80-97) MCH 29,4 26-34) MCHC 32,9 (31,8-35,4) RDW 13,9 (< 14,8) PLT 290 (130-424) PCT 0,24 MPV 8,3 (7,4-11)
Neutrofili 46,8% (45-70) val.ass. 3,24 (1,5-7,5)
Linfociti 44,8 % (25-40) val.ass. 3,1 (1,2-4) *
Monociti 4,2 % (2-12) val.ass. (0,1-1)
Eosinofili 3,6 %
Basofili 0,4 %

Reticolociti
Valore % 1,7 (0,8-2,5)
Valore assoluto 75,3 (31-82)
Cont. Emoglobinico medio del reticolocita 33 pg (26-34)
mcvr 108,6 fL
Chcmr 30,5 g/dL
Low Ret 84%
Medium Ret 13%
Higt Ret 3 %

Ferro 63 (37-145)

Acido Folico 15,89 (>3,38)

Ferritina 12 (12-150)

Le analisi sono state fatte il 14 dicembre, quando dal 9 dicembre non assumevo più il ferro (tranne il giorno 11 che per errore ho preso una fiala di ferrofolin).
Secondo lei possono essere attendibili questi valori o ho atteso troppo poco dalla sospensione del ferro?
Da questi valori si può escludere un sanguinamento occulto?
E' normale che continui ad avere problemi intestinali (feci molli al mattino appena sveglia) anche se il ferro non lo assumo più? E' possibile che il ferro mi abbia lasciato un pò di infiammazione visto che questi sintomi sono iniziati da quando ho iniziato la cura con il ferro?

[#19] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Signora io non vedo problemi ed i valori sono accettabili. I disturbi intestinali si andranno risolvendo con il tempo. Stia tranquilla e Buon Natale
Un saluto

A. Baraldi

[#20] dopo  
Utente 137XXX

Gent.mo dottore, continuo a rivolgermi a Lei anche se la mia richiesta di consulto forse dovrebbe essere spostata ad un altra specialità. Non so bene quale sia la procedura e provo comunque a esporre ancora le mie preoccupazioni a Lei che è stato estrememente gentile fino ad ora e magari saprà indirizzarmi.
Come le avevo scritto nell'ultimo messaggio avevo problemi intestinali in seguito all'assunzione del ferro. Ecco, purtroppo questi problemi li ho ancora nonostante il ferro lo abbia sospeso il 9 dicembre! Continuo ad avere feci molli (non formate) al mattino appena sveglia e alla sera se provo a defecare le feci sono formate. La settimana scorsa inoltre ho avuto una settimana di inappetenza e stomaco chiuso. (Ora da qualche giorno riesco di nuovo a mangiare). Ho avuto una sola volta diarrea 6 giorni fa (3 scariche nel giro di mezz'ora con dolore) e nei due giorni successivi non ho avuto le feci molli al mattino. Poi sono riprese. Verso tarda serata (non tutte le sere) ho meteorismo.
Non so più cosa pensare e non riesco a capire se possono essere riconducibili al ferro o se questa situazione va da se.
Aggiungo che nel frattempo ho eseguito una gastroscopia (suggerita dall'ematologo per dopo il riscontro di anemia) con esito negativo. Sto aspettando gli esiti delle biopsie ma il medico ha detto che non c'è nulla di grave. Ho effettuato ulteriori esami del sangue (il 30/12/2012 - durante il ciclo mestruale) e i valori erano tutti nella norma: WBC 8,71 RBC 4,33 HGB 13 HCT 38,6 MCV 89 MCH 30 MCHC 33,7 RDW 13,7 PLT 334 MPV 10,2 formula leucocitalia nella norma
Glicemia 101 Urea 19 Creatinina 0,80
eGFR 94 GOT 14 GPT 11 Alfa Amilasi 60 Lipasi 42 Birilubina Totale 0,3 Colinesterasi 7071 Numero di Dibucaina 84 CPK 83 LDH 300 Sodio 142 Potassio 3,7 Cloro 106 Tempo di protrombina 107 inr 0,96 APTT 30,3 Ratio 1,04
Vi chiedo cortesemente un consulto perchè questa situazione mi sta preoccupando tantissimo.

[#21] dopo  
Utente 137XXX

Buongiorno, purtroppo non ho ancora ricevuto una risposta e volevo sapere se devo spostare il consulto da un'altra parte.

[#22] dopo  
Utente 137XXX

Buongiorno dottore,
mi scusi nuovamente il disturbo ma purtroppo non ho ancora risolto il problema delle feci molli che mi si presentato ogni tanto al mattino preceduti da un leggerissimo mal di pancia. sono in cura da un medico (secondo lui è colon irritabile) che mi sta curando con elopram e lexotan per via di una depressione. E' da circa 10 giorni che sto assumento questi farmaci e la settimana scorsa sono stata bene evaquando normalmente ma da martedì ho dinuovo episodi di diarrea mattutina, poi durante la giornata più niente. La mia richiesta per lei è questa: ho letto che chi ha un'allergia al nichel l'assunzione di ferro senza integrazione di antistaminici può creare problemi. Io ho una forte allergia al nichel (+++) scoperta qualche anno fa, può essere il motivo di questi problemi? Premetto che ho fatto esame delle feci per parassiti, rotavirus, sangue su 3 campioni + 1 altro test e i risultati sono tutti negativi.
La ringrazio per una sua eventuale risposta in merito.

[#23] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Riguardo i problemi gastroenterologici deve postare il suo quesito in gastroenterologia
Un saluto

A. Baraldi