Utente 292XXX
Buonasera.
Sono donna e ho 26 anni.
Ho effettuato stamattina un'ecografia di controllo delle stazioni linfonodali, poiché da 2 anni ho alcuni linfonodi aumentati di volume (laterocervicali, sottomandibolari, inguinali) e leggero prurito diffuso (la pet fatta a febbraio 2013 é risultata negativa).
Le loro dimensioni sono invariate (collo 13 mm, inguine 18mm) e il loro aspetto è reattivo, ma ci sono due cose che mi preoccupano un po' :
- l'ecografista mi ha detto che ne ho alcuni vecchi che rimarranno un po' ingrossati e alcuni "nuovi",cioè attualmente infiammati: questi ultimi, dice lui, sono più tondi e l'ilo non si vede bene perché stanno reagendo a delle infiammazioni (esempio, quelli inguinali alla depilazione). Lui era tranquillo, ma io ho letto che se sono tondi e con l'ilo scarsamente visibile non è un buon segno...
- La mia milza, nel giro di 2 anni, ha subito una crescita passando da 8,7 cm a 9,4 cm. Ad oggi é di 10,4 cm. L'ecografista non ha detto niente in merito...
Chiedo a Voi medici cosa ne pensate.
Ringrazio e saluto cordialmente

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se l'ecografista parla di linfonodi reattivi non c'è alcuna ragione di tanta preoccupazione.

Se vuole tagliare la testa al toro e fare il punto della situazione richieda una visita ematologica e non ci pensi più.

E soprattutto stacchi con il suo PC dalla ricerca di informazioni sul tema così insidioso ed ansiogeno come quello dei linfonodi.

Legga perché

https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/273602-per_il_dott_catania.html

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com