Utente 797XXX
Salve,
mio marito che ha 35 anni, da circa 2 anni ha la sideremia alta nel sangue, è scesa a volte ma sempre nei limiti massimi del range di riferimento.
Le ultime analisi hanno riscontrato anche un aumento delle transaminasi Alt, che ci ha preoccupato. Di seguito vi elenco le analisi COME SONO VARIATE NEGLI ULTIMI 6 MESI:
ANALISI DEL 19/10/2008 ANALISI DEL 15/03/2008
WBC 6,82 (4.8-10.8) WBC 7.50
RBC 5.16 (4.2-5.6) RBC 5.37
HBG 15.8 (13-17.5) HGB 15.8
PLT 278 (130-400) PLT 242
AST 29 (1-40) AST 19
ALT 73 (1-40) ALT 34
COLESTEROLO 233 (100-200) COLESTEROLO TOT 188
COLESTEROLO HDL 49 COLESTEROLO HDL 34
TRIGLICERIDI 120 (50-150) TRIGLICERIDI 114
SIDEREMIA 244 (59-158) SIDEREMIA 192
PROTEINE TOTALI 7.81 (6.6-8.7) PROTEINE TOTALI 6.91
GAMMA 1.4 (0.7-1.3) GAMMA 1.2
ERITROCITI 10 (0-10) ERITROCITI NEGATIVO

GLI ALTRI VALORI QUALI GLICEMIA, AZOTEMIA, SODIO, CREATININA E POTASSIO SONO NELLA NORMA.
Consideri dottore che da un pò di tempo mio marito si sempre sempre stanco, stressato, ma nonostante la stanchezza da più di tre anni ogni sera fa 15-20 minuti di palestra, e da 4-5 mesi va a correre un paio di volte a settimana.
La mia domanda è: potrebbe essere lo sforzo fisico sotto stress a causare tutto ciò.
Vi prego datemi indicazioni su cosa dobbiamo fare, il medico curante dice che potrebbe essere qualsiasi cosa anche un epatite.
Poichè 2 anni fa suo padre è morto di tumore al fegato causato da epatite B cronicizzata, anche se mio marito risulta immune al virus dell'epatite B, potrebbe essere predisposto per altre epatiti??
Vi ringrazio in anticipo per il tempo che mi dedicherete.
Cordialissimi saluti

[#1]  
20563

Cancellato nel 2010
Con la sideremia cosi' alta, se lui non assume supplementi di ferro, bisogna cominciare a escludere una emocromatosi.

Per fare diagnosi di emocromatosi l'esame dirimente e' la "percentuale di saturazione della transferrina". Vanno chiesti sideremia, transferrina, TIBC/UIBC e ferritina.

L'emocromatosi e' caratterizzata da depositi di ferro nel fegato e nel cuore, che creano problemi ai suddetti organi.


[#2] dopo  
Utente 797XXX

GRAZIE PER LA CELERE RISPOSTA, SIAMO IN ATTESA DI RIFARE LE ANALISI A DISTANZA DI UNA SETTIMANA, OLTRE CHE ECO ADDOMINALE. PRENDEREMO IN CONSIDERAZIONE ANCHE L'EMOCROMATOSI, MA ATTENDIAMO DI VERIFICARE ANCHE LA FERRITINA.
ABBIAMO CONSULTATO ANCHE UN EPATOLOGO CHE CI HA DETTO CHE POTREBBE TRATTARSI DI STEATOSI EPATICA. MA HO LETTO CHE IN TAL CASO I TRIGLICERIDI DOVREBBERO ESSERE ALTI GIUSTO?? MIO MARITO è ALTO 182 CM E PESA 75 KG, QUINDI NON è AFFATTO IN SOVRAPPESO.
VI PREGO DI INDIRIZZARMI SU QUALI PATOLOGIE EFFETTIVAMENTE POTREBBE AVERE IN MODO DA FARGLI FARE GLI ESAMI MIRATI, OLTRE A QUELLO OVVIAMENTE DA VOI GIà INDICATOMI.
GRAZIE MILLE IN ANTICIPO. SALUTI CORDIALISSIMI

[#3]  
20563

Cancellato nel 2010
Una ipotesi alla volta.

Potrebbe anche essere una emosiderosi secondaria a epatopatia, questo poi lo valutera' l'epatologo "sul campo".



[#4] dopo  
Utente 797XXX

Salve,
abbiamo avuto i risultati delle nuove analisi fatte a distanza di 10 gg, e abbiamo notato un abbassamento del colesterolo, delle transaminasi e della sideremia.
Poichè in questa settimana mio marito non ha mangiato quasi nulla solo pasta, niente carne, niente legumi niente dolci, e danacol x 3-4 giorni, può essere che tutto dipenda dall'alimentazione?? Nonostante mio marito già di base non mangia fritti e cibi molto grassi non beve bibite zuccherate ne alcol, l'unica cosa è che mangia molti più secondi che primi!!
Di seguito i valori controllati:
AST 28 (1-40)
ALT 53 (1-40) HIGH
GAMMA GT 31 (1-50)
COLESTEROLO 185 (100-200)
COLEST. HDL 44 (>35)
COLEST. LDL 150 (0-150)
SIDEREMIA 186 (59-158)HIGH
FERRITINA 310 (22-322)
ANTI HCV NEGATIVO

E' comunque necessaria l'eco addominale o le altre analisi chemi avete detto??

[#5]  
20563

Cancellato nel 2010
Il marito ha ripetuto esami generici, volti piu' a rivalutare l'epatopatia che ad approfondire la siderosi.

L'epatopatia e' di grado molto modesto e probabilmente gli approfondimenti (ecografici o bioptici) non troveranno granche'. Io aspetterei a farli.

Per quanto riguarda la spiegazione del ferro alto, il marito non ha fatto l'esame dirimente (la percentuale di saturazione della transferrina), quindi ne sappiamo quanto prima.

Ha fatto la ferritina (risultato: depositi di ferro alti, ma non altissimi), esame non decisivo in quanto in presenza di epatopatia la ferritina si alza per conto suo e non sappiamo se qui riflette il ferro alto o il fegato infiammato.

La mia sensazione e' che sia una siderosi secondaria (una emocromatosi vera darebbe valori piu' sballati), forse pero' favorita da un assetto genico eterozigote per qualcuno dei molti (troppi) geni che sono stati associati all'emocromatosi.

Visto che i depositi di ferro possono, a lungo andare, danneggiare ulteriormente il fegato, e poi il cuore, il mio consiglio se vogliamo capire resta quello di fare la saturazione della transferrina (capacita' ferrolegante) insieme alla ricerca dei geni associati all'emocromatosi.