Utente 414XXX
Salve. Scrivo perché circa due mesi e mezzo fa, tastandomi il collo (per dolori cervicali) mi sono imbattuto in un linfonodo palpabile al lato sinistro. Preoccupato mi sono recato dal medico di famiglia che mi ha prescritto esami del sangue (PCR, VES ed emocromo, tutto nella norma, oltre che esame per EPSTEIN BARR VCA IgM, anch'esso risultato negativo) ed ecografia, di cui vi riporto il referto:
" In laterocervicale bilateralmente si riscontra la presenza di alcune nodulazioni linfonodali a morfologia ovalare con aspetto ecostrutturale di tipo reattivo aspecifico del diametro massimo di 10-12 mm x 2-3 mm.
Alterazioni prive di definito significato patologico da valutare eventualmente nel contesto dei dati bioumorali del paziente"

Letto tale referto, il mio medico di famiglia ha ritenuto utile prescrivermi una visita ematologica, nella quale però il dottore mi ha tranquillizzato dicendo che sono reattivi e piccoli, quindi non necessitano di ulteriori approfondimenti.
Mi chiedo: è possibile che a quasi tre mesi di distanza quel linfonodi sia ancora lì (sempre delle stesse dimensioni)? Può un linfonodo reattivo persistere per così tanto tempo? Se fosse stato altro in questo arco di tempo sarebbe aumentato di volume? Devo lasciar cadere la cosa o devo approfondire?
Sono tre mesi che non riesco a non pensarci.
Grazie a chiunque abbia la pazienza di rispondermi.

[#1] dopo  
Dr. Angelo Carella

24% attività
4% attualità
4% socialità
GENOVA (GE)
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2016
Se il suo medico ritiene di considerare la cosa come "reattivo" spetti qualche settimana e poi ripeta uma ecografis fatta da persona competente
Mi tenga informato
Cari saluti
Dr. Angelo Carella

[#2] dopo  
Utente 414XXX

Grazie, la ripeterò. Ma se fosse stato qualcos'altro in questo arco di tempo sarebbe aumentato considerevolmente di volume? Perché comunque è lì da quasi tre mesi (quando l'ho sentito io, quindi probabile anche di più) ma è sempre delle stesse dimensioni. In più l'ematologo mi ha detto di stare tranquillo perché è piccolo, dovrebbe essere un parere abbastanza autorevole.

[#3] dopo  
Dr. Angelo Carella

24% attività
4% attualità
4% socialità
GENOVA (GE)
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2016
Penso che sia reattivo.stia tranquillo.ripeta l'Ecotomo come detto sopra da persona competente e mi tenga informato.
Tranquillo
Cari saluti
Dr. Angelo Carella

[#4] dopo  
Utente 414XXX

Salve dottore. Il centro ecografico dove ho fatto l'ecografia è il migliore della mia città, quindi credo sia abbastanza competente. Detto questo, premettendo che non ho ancora ripetuto l'ecografia perché voglio aspettare qualche altra settimana (ma lo farò) riguardando l'ecografia precedente ho visto che il linfonodo in questione è di 8x2,8 mm, quindi molto piccolo. Nonostante questo riesco a sentirlo bene a differenza degli altri (più grandi) che non riesco a sentire, come si potrebbe spiegare questa cosa? È forse in una zona più superficiale?

[#5] dopo  
Dr. Angelo Carella

24% attività
4% attualità
4% socialità
GENOVA (GE)
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2016
Stareivtranquillo.comunque farei l'ecotomo e saro'lieto di darle il moo giidizio definitivo
Carisaluti
Dr. Angelo Carella

[#6] dopo  
Utente 414XXX

Grazie mille per la disponibilità, la terrò aggiornato.

[#7] dopo  
Utente 414XXX

Salve dottore, ho oggi ripetuto l'ecografia al collo e di seguito le allego il referto.
Permetto che stavolta ho fatto controllare al dottore anche due linfonodi sottomandibolari che sono sicuro avere da ANNI sempre delle stesse dimensioni in quanto quello di sinistra in questi giorni mi provocava dolore al tatto e non (dolore passato completamente nel giro di una settimana)

In sottomandibolari bilateralmente presenza di alcune nodulazioni linfonodali del diametro max di 23-25 mm x 7-8mm caratterizzate da ipertrofia della componente corticale. In laterocervicale bilateralmente nodulazioni linfonodali con analogo aspetto ecostrutturale del diametro max di 10-12 mm x 3-4 mm.
Alterazioni prive di definire significato patologico meritevoli di follow-up clinico bioumorale.

Quindi quelli al collo sono delle stesse dimensioni rispetto a tre mesi fa. Quelli sotto la mandibola, ripeto, li sento da anni e non ci avevo mai dato peso in quanto mi è capitato spesso si gonfiassero e sgonfiassero da soli in pochi giorni. Il dottore mi ha detto di non preoccuparmi in quanto sono reattivi e le cause possono essere molteplici, e che avendo fatto due volte le analisi del sangue in questi mesi non c'era motivo di preoccuparsi.
Il fatto che sono lì da anni sempre della stessa dimensione e che il dolore con relativo gonfiore sono andati via nel giro di una settimana, e avendo fatto già tutti gli accertamenti necessari, lei ritiene che debba stare tranquillo o mi consigliate ulteriore approfondimenti?

[#8] dopo  
Dr. Angelo Carella

24% attività
4% attualità
4% socialità
GENOVA (GE)
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2016
I dubbi si risolvono solo con la palpazione,e per massima certezza , solo con la biopsia del linfonodo.
Mi spiace ma e'difficile in alcuni casi come questo dare certezze per via telematica
.
Dr. Angelo Carella

[#9] dopo  
Utente 414XXX

Ma il fatto che li sento da anni e che mi stanno tranquillizzando tutti i medici da cui sono stato e che tutti gli esami non dovrebbero farmi stare tranquillo?

[#10] dopo  
Dr. Angelo Carella

24% attività
4% attualità
4% socialità
GENOVA (GE)
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2016
Starei tranquilla.
Vedo pero'che e'molto ansiosa.se puo'servirle mi chiami.spero di poterla rassicurare
Cari saluti
Dr. Angelo Carella