Utente 104XXX
uomo, 44 anni, 181 x 71
5.5.2008: ELETTROFORESI SIEROPROT:
1 ALBUMINE 62.4% (54.0 - 66.0) 4.66 Gr/dl
2 Alfa 1 02.4% (01.8 - 03.4) 0.19 Gr/dl
3 Alfa 2 09.0% (08.2 - 13.2) 0.68 Gr/dl
4 Beta 10.0% (09.0 - 14.5) 0,75 Gr/dl
5 Gamma 16.2% (11.0 - 19.0) 1.22 Gr/dl
Commento: "Non si osservano componenti monoclonali".
__________
23.1.2009: esame emocromocitometrico e morfolog: tutti i valori nella norma;
ma PSA: 4.02 (0.00 - 4.00) FREE: 1.23 RAPPORTO: 30.5% (> 18%).
17.2.2009, circa 1 sett. dopo cura antibio. di 9 gg, x prostatite cronica, a base di CIPROXIN 1000 (1 cmp al dì) - PSA poi sceso a 2.61 e RAPPORTO aumentato a 37.5% in analisi del 27.2.09 - ho eseguito, x ricorrenti dolenzìe muscolari e (meno) articolari (insorte dal 2005, in cui si evidenziò TIROIDITE AUTOIMMUNE SUBCLINICA - che divenne CONCLAMATA nel 2007 - ora ben corretta con Eutirox, TSH = 0,55), le ss. analisi:
S/P Calcio totale 9,2 mg/dl (8.6 - 10.2)
S/P LDH 275 UI/L (240 - 480)
S-Complemento C3 0,86* g/L (0.900 - 1,800)
S-Complemento C4 0,17 g/L (0.100 - 0.400)
S-Immunoglobuline IgA 2.2 g/L (0.70 - 4.00)
S-Immunoglobuline IgG 12.9 g/L (0.70 - 16.00)
S-Immunoglobuline IgM 0.87 g/L (0.40 - 2.30)
S/P-Proteine totali 79 g/L (66 - 87)
Elettroforesi sieroproteine
Albumina 61.6 % (55,8 - 66.1)
Alfa 1 3.8 % (2.9 - 4.9)
Alfa 2 7.9 % (7.1 - 11.8)
Beta 1 5.5 % (4.7 - 7.2)
Beta 2 4.4 % (3.2 - 6.5)
Gamma 16.8 % (11.1 - 18.8)
Commento: "Presenza di alterazioni morfologiche in zona gamma globulinica. Si
suggerisce immunofissazione".
Rapporto A/G 1.60 (1.10 - 2.40)
S-Anticorpi anti Nucleo (ANA) NEGATIVO (determinazione eseguita con EIA)
S-Anticorpi anti DNA 8 KU/L (Negativo: < 35
Area Grigia: 35-55
Positivo: > 55
S-Anticorpi anti
Mieloperossidasi (MPO) 1.3 KU/L (<9) (determinazione con EIA)
S-Anticorpi anti
Proteinasi 3 (PR3) 0,2 KU/L (<9) (determinazione con EIA)
___________
In data 3.3.2009 (3 giorni dopo il termine di ulteriore ciclo antibiotico con 6 iniezioni intramuscolari di Rochefin, sempre per la prostatite, di cui restavano sintomi, e risultata solo in seguito dovuta a Escherichia coli, resistente a Ciprofloxacina) ho eseguito, come consigliatomi dal Laborat.,
IMMUNOFISSAZIONE, con questo risultato:
"Presenza di ispessimento in zona gammaglobulinica in corrispondenza della frazione IgG kappa".

QUESITO: IL MIO MEDICO DI BASE MI DICE DI NON ESEGUIRE ULTERIORI ANALISI EMATOLOGICHE; MA CHE SIGNIFICA IL RISUTATO DELL'IMMUNOFISSAZIONE? CHE FAR

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Che c'è un addensamento , badi bene non si parla di picco che è cosa diversa, in zona gamma. Questo può essere in relazione a fatti infiammatori infettivi . Condivido il parere del suo medico, magari tra circa un mese ripeta l'immunofissazione
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 104XXX

Dottore grazie tante per la sua risposta e la celerità.
Non avevo potuto ringraziare anticipatamente avendo esaurito i 3000 caratteri... Io stavo pensando di verificare, prima di eventuale ulteriore IMMUNOFISSAZIONE, l'andamento della prostatite, tra un mese, ripetendo PSA LIBERO, TOTALE e relativo RAPPORTO sperando in un ulteriore miglioramento. Questa infezione ricorrente, di cui non mi capacito (2 anni fa eran batteri diversi) essendo oltretutto abbastanza 'fissato' con l'igiene, mi ha "prostrato" (è il caso di dirlo) diverse volte dal 2005 in poi. Inoltre le segnalo che nelle ultime analisi tiroidee del mese scorso (in piena prostatite) gli anticorpi anti TPO sono passati da 200 circa a oltre 2000. Tutto ciò può influire sulle gammaglobuline? Grazie Dottore!

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
in generale infiammazioni e/o infezioni possono creare zone di addensamento in gamma
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
Utente 104XXX

Gentile Dottore, Le scrivo di nuovo a oltre due anni di distanza e con ben maggiore ansia, purtroppo, per descriverLe l'evoluzione della mia situazione, di cui Le riferivo nelle richieste di consulto sopra riportate del 2009. In estrema sintesi, siamo passati dall'IMMUNOFISSAZIONE del 3.3.2009 con referto: "Presenza di ispessimento in zona gammaglobulinica in corrispondenza della frazione IgG kappa" (sul quale Lei mi aveva gentilmente delucidato) all'IMMUNOFISSAZIONE del 12.7.2011, eseguita stavolta in laboratorio privato e non in H, con il referto: "debole rea- zione monoclonale".
Sempre il 12.7.2011, contestualmente, ho eseguito emocromo ed elettroforesi.Ma cerco di riportare qui di seguito tutti gli esami successivi al 3.3.2009.
Rammento che soffro di tiroidite di Hashimoto, prostatite cronica, sinusite cronica.
--------------------------
7.7.2009 (laboratorio priv. RepSan Marino)
ESAME EMOCROMOCITOMETRICO:
tutti i valori risultano nei range ma la formula leucocitaria è riportata solo in % e non in valore assoluto:
Leucociti 7,80 (4,00-10,00)
Neutrofili 48,2 %
Linfociti 38,2
Monociti 7,4
Eosinofili 5,8
Basofili 0,4
Eritrociti 4,66 milioni/ml (4,50-6,00)
Emoglobina 14,0 g/dl (13,0-17,0)
Ematocrito 41,7 % (38,0-52,0)
piastrine 225 (130-400)
volume piastrinico medio 10,8 (9,1-13,0)
piastrine grandi 32,4 % (11,0-43,0)

ELETTROLITI:
sodio sierico 136 mEq/l (136-144)
potassio sierico 3,78 mEq/l (3,6-5,1)
cloro sierico* 99 mEq/l (101-111)
calcio sierico 4,72 mEq/l (4,4-5,15)

ferro sierico 57 mg/dl (45-182)
tsh 1,350 mg/ml (0,340-5,6)


---------------------------------------------------------
26.1.2011 (esami fatti in H):
tsh 0,401 (0,2-4,2)
EMOCROMO
leucociti 6,90 10^9/l (4-10)
eritrociti 4,88 10^12/l (4,5-5,57)
emoglobina 14,6 g/dl (13,5-17)
ematocrito 43,8 % (40-52)
mcv 89,8 fl (80-95)
mch 29,9 pg (27-32)
mchc 33,3 g/dl (32-36)
rdw 40,5 fl (39-48)
piastrine 255 10^9/l (140-400)
neutrofili 3,06 " (2-8)
linfociti 2,81 " (1-4)
monociti 0,67 " (0,2-1)
eosinofili 0,33 " (0-0,5)
basofili 0,03 " (0-0,2)
neutrofili % 44,4 (45,0-70,0)*
linfociti % 40,7 (20-40)*
(quindi di nuovo parziale inversione formula leucocitaria)

NB: Nel 2009 non c'è inversione della formula laucocitaria ma in precedenza:
a) in EMOCROMO (lab. privato) del 20.9.2007 avevo tutto nel range tranne:
rdw 11,1 (11,5-14,5)*
neutrofili % 41,7 (45,0-70,0)*
linfociti % 44,6 (20,0-40,0)*
eosinofili % 5,2 (0,0-5,0) ma gli eosinofili spesso li ho 'alti'
(quindi c'era inversione)
b) in EMOCROMO (lab. privato) del 9.10.2007 avevo tutto nel range tranne:
rdw 15,1 (11,5-14,5)*
eosinofili % 7,2 (0,0-5,0)*
eosinofili x10^3/mmc 0,57 (0,00-0,50)*
(quindi non c'era più inversione parziale della formula leucocitaria)
-----------------------------------
9.3.2011 (lab. privato)
tsh 0,77 (0,15-4,50)
FT3 2,43 (1,70-3,70)
sodio siero 145 (136-152)
potassio siero 3,95 (3,5-5,3)
cpk 105 (25-170)
cloro siero 104 (98-110)
--------------------------------------
5.7.2011 (analisi in farmacia)
gpt 18,1
got 19,7
---------------------------------------
12.7.2011 (lab. privato):
tsh 0,77 (0,15-4,50)

EMOCROMO
globuli bianchi 6,48 (4-10)
globuli rossi 4,66 (4-5,50)
emoglobina 14,1 (12,5-17)
ematocrito 43,9 (37-52)
mcv 94 (80-95)
mch 30 (27-33)
mchc 32 (32-36)
piastrine 259 (140-400)
linfociti % 45,4 (20-40)*
monociti % 6,9 (4-10)
neutrofili % 40,0 (45-70)*
eosinofili % 7,1 (0-5)*
basofili % 0,6 (0-1,5)
linfociti 2,94 10^9/l (1-4)
monociti 0,45 " (0,20-1)
neutrofili 2,59 " (2-8)
eosinofili 0,46 " (0-0,20)
basofili 0,04 " (0-0,20)
rdw cv % 13,1 (11,5-14,5)
rdw sd 10^9/l 43,3 (39-48)

ELETTROFORESI SIEROPROTEICA
albumina % 51,1 (60-71)* g/dl 3,70 (4,30-5,10)*
alfa 1 % 3,1 (1,4-2,7)* g/dl 0,22 (0,10-0,20)*
alfa 2 % 10,8 (7-11) g/dl 0,78 (0,50-0,80)
beta 1 % 9,1 (6-9)* g/dl 0,66 (0,40-0,60)*
beta 2 % 5,4 (2-5)* g/dl 0,39 (0,10-0,40)*
gamma % 20,5 (8-16)* g/dl 1,48 (0,60-1,20)*
A/G 1,04 (1,10-2,40)
proteine totali 7,24 g/dl
(il grafico, dice il mio medico, non evidenzia affatto picchi in zona gamma; sta di fatto che in questo laboratorio utilizzano un grafico più ristretto, pari a metà del foglio, cioè più compresso, per cui il picco dell'albumina sembra altissimo e le 'collinette' delle altre proteine sembrano più appuntite del solito, ma meno quelle delle gamma e più quelle delle alfa 2 e delle beta 1).

IMMUNOFISSAZIONE
"evidenziata debole reazione monoclonale di tipo
IGG-KAPPA" - reperto positivo" (e qui è iniziato l'incubo).
Ho così prenotato visita ematologica il 5 ottobre e faxato analisi all'ematologa che mi ha prescritto soltanto LDH, creatinina, calcemia e proteinuria di Bence Jones (urine della mattina???).
Attualmente la mia grande ansia è il timore del mieloma e della funzionalità renale.

Autoanalisi in farmacia del 23.7.2011:
glucosio 81 (è sempre stato intorno a 90 e anche più)
coesterolo 225 (avevo 258 pochi mesi prima)

ECOGRAFIA ADDOME SUPERIORE del 27.7.2011:
"Fegato di dimensioni regolari, ad ecostruttura omogenea, senza lesioni focali; vie biliari non dilatate, colecisti senza calcoli, a norma il pancreas, la milza e i reni, non dilatati gli ureteri"

ECOGRAFIA TRANSRETTALE del 27.7.2011:
"Prostata modicamente ingrandita (48 cc) con piccolo adenoma bilobato; non evidenti alterazioni eco strutturali; non segni di ristagno urinario"

----------------------------------
N.B. Faccio presente che: i primi di marzo 2011 ho sofferto di un'acuta faringite (sul lato sx); successivamente si è presentata
a lungo disfonia con otalgia e senso di occlusione, pulsazioni nell'orecchio, dolore alla guancia sx, dolori e fitte al collo, sensazione di gonfiore nel sottomento, lieve dolorabilità del linfonodo sottomascellare sx, sintomi, questi, ultimi, che perdurano (anzi negli ultimi giorni ho avuto forti fitte al collo, zona della laringe o della tiroide?). Ho fatto molti fomenti con vapori caldi inalando dalla narice sx (era l'unica cosa che mi permetteva di dormire, altrimenti non riuscivo a causa delle pulsazioni nell'orecchio e anche nel collo); ho avuto anche forti scariche di pulsazioni cardiache la mattina dopo aver preso Eutirox (ma il valore era sempre nel range); il tutto accompagnato, soprattutto a luglio come dirò, da pressione molto bassa, a volte 98-58, a volte 135-60, bradicardia, grandissima astenia e affanno, difficoltà a salire le scale e anche a camminare. Stati di astenia ne ho avuti frequentemente da quando scoprii la tiroidite nell'ottobre 2005, ma quest'ultimo è tra i più marcati.

C'è da dire che a ottobre 2010 ho tentato di riprendere il nuoto che avevo abbandonato da anni, ma senza misura, esagerando spesso e con forti difficoltà nel recupero (del resto ho quasi 47 anni); per tentare di rimediare ho assunto un po' di integratori (carnitina, vit. b12, magnesio, potassio, cloro, sodio, plasmolisato di lievito a go-go - ho scoperto che aumenta i livelli di calcio, poi - resveratrolo e the verde capsule, msm - metilsulfonilmtano - flavonoidi e vit. C, acidi grassi omega 3 e a volte anche coenzima Q10, il tutto condito con molte tazze di tisane depurative e diuretiche, compresse di radice di ortica e serenoa repens per la
prostata, tintura alcolica di propoli e uva ursina. Penso di avere sovraffaticato i reni, insomma.

Ho fatto molte visite cardiologiche ma il cardiologo sostiene che l'ecocardio è talmente buona che non è necessaria prova sotto sforzo e che è inutile che spenda soldi tornando da lui, e che, se non ho disturbi MENTRE faccio sport, ma solo dopo, è solo perché forse eccedo o perché spesso il tsh è sotto l'1.

Mi scusi se scrivo a mò di racconto ma sarebbe lungo elencare tutti gli esami, oltretutto non ematologici e che temo non le interessino, ma se necessario lo farò. Intendo solo darle un quadro, ma non è facile, è tutto molto confuso per me. So solo che queste astenie si ripetono dal 2002, almeno, ora che ricordo bene.

Per i problemi a orecchio gola e collo ho fatto 4 visite da 3 otorini diversi che non hanno riscontrato nulla a carico delle corde vocali né otiti ma solo infiammazione della mucosa del naso e della gola (per me dovuta ai ripetuti fomenti) e muco in zona retro-nasale; dopo una cura di DEFLAN e FLAMINASE e 10 gg. di mare a giugno mi sentivo a posto. Avevo appetito, nuotavo parecchio.

Appena tornato in città a luglio, ho ripreso la piscina e i sintomi descritti si sono tutti ripresentati (compresa disfonia) e in aggiunta forte nausea.

Il 12 luglio fatto le analisi sopra riportate.

Forse anche per la grande angoscia legata a ciò che ho letto su internet sulla componente monoclonale la situazione è precipitata,
e dal 23 luglio è iniziata un'astenia ancora più marcata, con dolori muscolari, affanno, mal di testa, e sensazione di avere la febbre.
L'ho misurata una volta sola, però, e non c'era, così non l'ho più misurata per 1 mese.
Ero in vacanza e la guardia medica mi ha prescritto 6 compresse di ZITROMAX (avevo fitte nella zona lombare e fastidio al basso ventre e ho pensato alla mia prostatite cronica) + ANANASE.
Il giorno dopo l'inizio della cura ho iniziato a sentirmi meglio e così ho ripreso a nuotare e anche molto (almeno mezzora continuativa 2 vv. al giorno e anche durante la cura) ma sentivo di non stare a posto.
Avevo molto appetito, non avevo più nausea.

Tornato in città e ritrovate temperature africane ho ricominciato a star male proprio come prima di assumere lo zitromax, e stavolta ho misurato la febbre e giovedì sera avevo 37,4, la mattina dopo 37,1, oggi non l'avevo, ma non sto bene, non sono in forze e
avverto anche una specie di dolenzia alle reni; cerco di bere molto ma spesso bevo ad es. una bottiglia di minerale in 20 minuti mentre poi per ore non bevo nulla a causa del lavoro.

Ho fatto allora altre analisi, in data 24.8.2011:
EMOCROMO
globuli bianchi 7,49 (4-10)
globuli rossi 4,64 (4-5,50)
emoglobina 14,1 (12,5-17)
ematocrito 43,1 (37-52)
mcv 93 (80-95)
mch 30 (27-33)
mchc 33 (32-36)
piastrine 227 (140-400)
linfociti % 44,7 (20-40)*
monociti % 8,3 (4-10)
neutrofili % 41,3 (45-70)
eosinofili % 5,3 (0-5)*
basofili % 0,4 (0-1,5)
linfociti % 10^9/l 3,35 (1-4)
monociti % " 0,62 (0,2-1)
neutrofili % " 3,09 (2-8)
eosinofili % " 0,40 (0,00-0,20)*
rdw cv 13,1 (11,5-14,5)
rdw sd 42,3 (39-48)
(quindi perdura la parziale inversione della formula leucocitaria)

tsh 1,34 (0,15-4,50)
ferro sierico 62 (60-160)
calcio sierico 10,02 (8,1-10,4 ma l'H applica 8,6-10,2)
(questo valore mi ha molto spaventato; ho scoperto poi che molti integratori che prendevo contenevano calcio, assumevo anche Gaviscon sciroppo e ho smesso di prenderli; inoltre non mangiavo più pasta ma molte volte carne e ho cercato di riequilibrare, ma ho il grande timore che questo livello di calcio sia legato a un eventuale mieloma)

sodio sierico 144 (136-152)
potassio sierico 4,05 (3,05-5,3)
cloro sierico 100 (98-110)
magnesio sierico 2,15 (1,5-2,5)
ves 11 (0-20)

ELETTROFORESI SIEROPROTEICA
(e qui è dilagata l'ansia, tanto che per la preoccupazione non riesco più a far nulla)
albumina % 52,8 (60-71)* g/dl 3,75 (4,30-5,10)*
alfa 1 % 2,7 (1,4-2,7) g/dl 0,19 (0,10-0,20)
alfa 2 % 9,6 (7-11) g/dl 0,68 (0,50-0,80)
beta 1 % 9,2 (6-9)* g/dl 0,65 (0,40-0,60)*
beta 2 % 3,1 (2-5) g/dl 0,22 (0,10-0,40)
gamma % 22,6 (8-16)* g/dl 1,60 (0,60-1,20)*
A/G 1,12 (1,10-2,40)
proteine totali 7,10 g/dl

NON HO AVUTO IL CORAGGIO DI RIPETERE L'IMMUNOFISSAZIONE: vedo che le gamma aumentano, anche se risale un po' anche l'albumina, forse si sta formando il picco monoclonale? vado velocemente verso la malattia che sappiamo?
perché mi sento così male fisicamente? ora non ho più appetito, mi sforzo di mangiare e bere, stasera mi è ripresa la nausea
------------------
ANALISI DEL 30.8.2011
calcio sierico 9,91 (8.1-10,4 ma l'H applica 8,6-10,2) quindi eliminando gli integratori è un po' diminuito
ferro sierico 92 (60-160), ma ho preso un integratore di ferro-vit.C-b12
ferritina 146,6 (25-380)
transferrina 279 (200-400)
proteina c reattiva ultrasensibile 0,04 (0-1)
fosfatasi alcalina 125 (100-290)
creatinina 1,07 (0,51-1.17) e qui mi preoccupo
lattico-deidrogenasi 307 (230-460)
beta 2 microglobulina 1,53 (0,8-2,2)

anticorpi anti TPO 131,9 U.l./ml (< 34)*
ma nel 2009 erano 2106 U.I./ml (< 100)* in altro laboratorio
anticorpi anti TG 78 U.I./ml (< 115)
ma nel 2009 erano 125 U.I./ml (< 100)* in altro laboratorio

ANALISI IN FARMACIA del 31.8.2011:
got 22,9 (uomini: < 40)
gpt 17,2 (uomini: < 41)
acido urico 5,94 (3-7)
------------------------------------

Concludendo questa lunghissima richiesta, mi scuso moltissimo per la prolissità (ma almeno c'è veramente tutto il quadro); mi pare di aver capito (sbaglio?) che però in questa folla di esami mancano gli esami decisivi (catene leggere k e lambda nel siero e nelle urine, proteinuria di BJ, ripetizione immunofissazione nel siero e nelle urine) che però vorrei fare non appena questo caldo soffocante sarà passato.

Il mio medico ha ritenuto di sottopormi ad una serie di analisi del sangue di tipo infettivologico e avrò i relativi risultati il 12.9.2011.

Devo anche sottopormi ad urinocoltura e spermiocoltura e attendo anche i risultati del PSA.

-----------------

Gentile Dottore, se ha avuto la bontà e il 'coraggio' di leggere quel che ho scritto, che idea si è fatto?

Non essendo ovviamente un medico ho tanti dubbi:
- l'inversione parziale della formula leucocitaria è un dato trascurabile?
- il 'terremoto' che si registra nell'elettroforesi può essere dovuto ad un mieloma o altra neoplasia in veloce sviluppo? e a una malattia infettiva?
- cosa può giustificare questo mio marcato malessere così prolungato, da mesi, che si era interrotto con l'antibiotico (il medico dice che lo Zitromax rimane attivo nell'organismo per 15 gg. ed effettivamente ho ricominciato a star peggio circa 15 gg. dopo la fine della cura antibiotica)? sono dimagrito 4 kili in un mese (anche se è stato 1 mese particolare, di nuoto quotidiano dal 3 al 23 di agosto - in piscina andavo massimo 2 vv. a sett. e ora non ci vado più, non ne ho le forze - e di afa incredibile); il mio timore è che possa dipendere dalla quantità di catene leggere in circolo e quindi dalla funzionalità renale e sono spaventatissimo; se la creatinina e il calcio (che pure è un po' sceso dopo aver eliminato gli integratori e iniziato a bere un'acqua con pochissimo calcio) fossero a livelli più bassi mi sentirei molto più tranquillo!
mi son fatto l'idea che siano livelli di guardia, tutto considerato...
- ciò che nel 2009 era "presenza di alterazioni morfologiche in zona gamma globulinica" e "presenza di ispessimento in zona gammaglobulinica in corrispondenza della frazione IgG kappa" si è trasformato due anni e mezzo dopo (anche se in un laboratorio privato e non in H come nel 2009) in "evidenziata debole reazione monoclonale di tipo IGG-KAPPA" - reperto positivo";
- perché aumentano le gamma?
- la tiroidite di hashimoto, che è, mi dice il mio medico, una tiroidite linfocitaria cronica, può dar luogo solo ad una componente policlonale? monoclonale mai? il numero degli anticorpi sembra però parecchio diminuito...

Le domande sono tante, ma leggendo ciò che vedo su internet ed anche alcuni casi presentati mi viene un grande sconforto.

Se vorrà darmi un suo parere gliene sarò veramente grato(oltretutto né il mio medico, né il laboratorio dell'H sembrano essere certi se l'immunofissazione urinaria, la proteinuria di BJ e l'analisi delle catene leggere nelle urine richieda le urine delle 24 ore o solo quelle del mattino, e Le chiedo delucidazioni anche su questo).