Utente 124XXX
Buongiorno,
mio marito (alto 1.80m e peso 80Kg) da circa 15 gg sente un forte prurito nella parte alta del tronco associato ad una costante ipersensibilità e rossore. Dopo aver fatto vari tentativi con antistaminici e cortisone, il medico gli ha prescritto analisi del sangue complete.
I valori che ho trovato fuori dalla norma sono Trigliceridi (350) e Colesterolo HDL (34). Nelle precendenti analisi (due anni fa) erano sempre fuori norma ma di poco.
Il prurito e l'ipersensibilità cutanea possono essere legati a questi valori?
C'e' qualche altra analisi che deve fare?

Grazie

[#1]  
20563

Cancellato nel 2010
Negativo, triglieridi e HDL non spiegano il prurito.

le cause del prurito sono molteplici e a volte elusive. L'antistaminico (quale?) non ha fatto nulla? era somministrato a dosi valide (quanto?) ?



[#2] dopo  
Utente 124XXX

Le terapie seguite finora sono state le seguenti:

1) per 6 giorni: 2 compresse al giorno di Polaramin (nei primi 2 gg anche la pomata sul tronco). Questa terapia non ha prodotto alcun beneficio anzi il prurito si e' anche esteso come area.

2) Nei 6 gg successivi al mattino 1 compressa di Polaramin e alla sera 1 compressa di Bentelan. Nessun beneficio.

3) Per 3 gg non e' stata seguita alcuna terapia. Situazione immutata.

4)A questo punto e' stato cambiato l'antistaminico. Per 5 gg ha assunto 1 compressa al giorno di Kestine da 10mg (liofilizzato orale) associato alla pomata Advantan. Purtroppo la pomata ha peggiorato sensibilmente l'ipersensibilizzazione cutanea e quindi negli ultimi 2 gg ha assunto solo Kestine.


Tutti questi tentativi non hanno mai attenuato il prurito che negli ultimi giorni si sta anche estendendo come area (includendo testa e gambe).

Grazie mille per il supporto

[#3]  
20563

Cancellato nel 2010
Confermo che il tentativo con l'atistaminico e' stato fatto bene e a buone dosi. Viene esclusa una forma da sostanze vasoattive.

In linea teorica un prurito intrattabile al torace potrebbe essere uno zoster (ci sono lesioni tipo herpes?), una forma da neuropatia, una forma paraneoplastica (linfoma), uno spillover epatico di tossine non meglio precisate e/o sali biliari (dosare), per non parlare delle forme psicogene a cui, nella mia rozzezza materialista, non credo molto.