Utente 240XXX
Buonasera,
sono mamma di un bimbo di tre mesi e mezzo.
L'ultimo mese prima di partorire si è evidenziato un valore aumentato della tiroide: TSH 5.170, FT4 8.6 e FT3 2.74
Ho assunto per 10gg. prima del parto eutirox 25mg e l'ho sospeso dal giorno del parto-come da indicazioni dell'endocrinologo.
Ora ho rifatto gli esami dopo tre mesi dal parto come indicatomi dall'enocrinologo. Mi hanno tuttavia spostato l'appuntamento di oltre un mese, causa neve ed è il 19 Marzo.
Ora non vorrei aspettare troppo se i valori indicano qualcosa di brutto...
Al momento sto allattando il mio bimbo: i valori sono i seguenti:
TSH 0.015 - FT4 25.1 - AbTPO 257.
Grazie per una Vs. risposta

[#1] dopo  
Dr. Sergio Di Martino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2004
I dati segnalano la presenza di un incremento degli ormoni tiroidei, con contestuale positivita' degli AbTPO.
Considerata la relazione temporale con la gravidanza, non e' da escludere una tiroidite post partum.
Sarebbe utile eseguire anche un esame ecografico e consultare quanto prima l'endocrinologo di riferimento.
Dr. Sergio Di Martino
Specialista in Endocrinologia
http://www.medicitalia.it/s.dimartino

[#2] dopo  
Utente 240XXX

Gentile Dottore,
La ringrazio moltissimo per la sua risposta.
Ho contattato il mio medico di famiglia per farmi fare l'urgenza di visita dall'endocrinologo specialista (poichè questa è la procedura) e lui invece mi ha detto che per capire cosa ho (secondo lui potrei avere un certo morbo di Basedow) e se intervenire subito con farmaci o no prima dovevo fare altri esami urgenti:
- Ab anti recettori TSH
- Ab anti Tireoglobulina
- FT4.
Questi esami secondo lui sarebbero stati pronti in un paio di giorni invece mi hanno spiegato gli operatori dell'ospedale che per il primo esame "Ab anti recettori TSH" ci vuole tempo e gli esami fatti questa mattina 18/02/2012 saranno pronti solo il 01/03/2012.
Non è troppo tardi?
Non è bene che uno specialista verifichi subito la mia situazione?
Mi chiedevo due cose...
1) Sono anemica (microcitemia) ed il valore dell'emoglobina era sceso molto in gravidanza: a 7, il ginecologo diceva che era un valore da trasfusione e che era meglio intervenire in previsione del parto cerareo. Così, un mese e mezzo prima del parto ho fatto 24 flebo di ferro, quasi tutte di seguito (in un mese o poco più) e le mie riserve di ferro erano alla fine spropositate, mentre l'emoglobina ci ha messo un bel po' di tempo per risalire (se ho capito bene dipende dalla mia patologia, la microcitemia e quindi era normale) e al momento del parto ero tornata a 9.5 (come al principio della gravidanza)... non è che questa cura di ferro esagerata può aver causato uno squilibrio della ghiandola tiroidea?
2) Il mio bimbo può avere avuto dei problemi dovuti a questo problema della tiroide in gravidanza? Ed ora che lo sto allattando il mal funzionamento della mia tiroide può attraverso il latte dargli fastidio? In caso sia necessario subito curare la tiroide con farmaci, questi farmaci possono dare fastidio al piccolo?
Grazie per una sua risposta

[#3] dopo  
Dr. Sergio Di Martino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2004
E' giusto il dosaggio degli anti recettore del TSH, nella diagnostica differenziale tra il Morbo di Basedow e la Tiroidite postpartum, ma gia' un esame ecografico, con integrazione color doppler, puo' dare indicazioni al riguardo.
L'assunzione del ferro, non puo' essere chiamata in causa, e una eventuale terapia per la problematica tiroidea, puo' essere effettuata anche durante l'allattamento.
E' indispensabile, che quanto prima contatti l'endocrinologo.
Dr. Sergio Di Martino
Specialista in Endocrinologia
http://www.medicitalia.it/s.dimartino

[#4] dopo  
Utente 240XXX

Gentile Dottore,
ho fatto la visita dall'endocrinologo il 20/02/2012 e nel referto mi ha scritto "Ipertiroidismo clinicamente asintomatico da tireopatia autoimmune, recente gravidanza, allattamento in corso. Rivalutazione a 30gg previa ecografia tiroidea."
Mi ha detto di evitare sale iodato e di non prendere più Multicentrum.

Così in farmacia per tirarmi su... mi hanno dato qualcosa di naturale (dicono loro) con fieno greco seme, equiseto erba, anice verde semi, cardo marianomagnesio stearato, biossido di silicio.

L'ecografia è prevista per l'8 Marzo mentre la visita per il 19 Marzo.

Da un paio di giorni sento le dita un po' addormentate, direi gonfie e faccio un po' fatica a muoverle... sicuramente mi sono fissata... e non è niente di grave...

Stamattina ho ritirato quegli esami del 18/02/2012:
- Ab anti recettori TSH >0.3
- Ab anti Tireoglobulina 320
- FT4. 13.9
M sa dire se le cose stanno migliorando?
Grazie per una sua risposta

[#5] dopo  
Dr. Sergio Di Martino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2004
Mancando il TSH, valutazioni sul solo FT4, peraltro apparentemente in discesa, sono limitate.
Il dato dei TRAB, mi sembra poco significativo in mancanza di un valore definito.
Attendiamo l'esito dell'esame ecografico per ulteriori valutazioni.
Mi sembra, in ogni caso, sostanzialmente condivisibile, l'impostazione del collega endocrinologo.
Dr. Sergio Di Martino
Specialista in Endocrinologia
http://www.medicitalia.it/s.dimartino

[#6] dopo  
Utente 240XXX

Gentile Dottore,
la volevo informare sugli ultimi sviluppi della mia situazione.
Ho effettuato indagine ecografica il giorno 08/03/2012, pare non vi sia nulla... noduli o cose varie. Nel referto è scritto:
"Quesito di invio: ipertiroidismo subclinico.
Ghiandola tiroide in sede, dimensionalmente nei limini (diametro antero-posteriore del lobo dx pari a 14mm; lobo sn pari a 14mm). Non evidenza di lesioni a carattere nodulare a carico del parenchimaghiandolare tiroideo, che appare lievemente e diffusamente ipoecogeno.
Qualche linfonodo di aspetto reattivo-flogistico a carico di entrambe le catene latero-cervicali. Ghiandole sottomandibolari nei limiti."

In data 16/03/2012 ho rifatto gli esami:
TSH 63.320
FT4 3.0
FT3 1.78

La informo inoltre che sono aumentata un po' di peso, 3kg: da 70Kg il giorno del parto sono passata subito al mio peso precedente la gravidanza cioè 55 kg ed ora nel giro di un mesetto peso 58kg.

Oggi sono andata alla visita dal'endocrinologo in ospedale e le notizie non sembrano buone... sembra che dopo una fase di ipertiroidismo ora sia venua fuori la malattia vera e propria di ipotiroidismo...
"Dagli esami risulta un ipotiroidismo clinico dopo fase di Hashitossicosi postparto. AntiTSH recettore negativo. Ecografia collo 08/03/2012 non lesioni a carattere nodulare diffusamente disomogenea.
Inizia Eutirox 50 mcg x 5gg. e 75 mcg x2gg alla settimana al mattino a digiuno con controllo a 40 gg di TSH, FT4. Da rivedere con esiti".

Volevo un consiglio da lei: non ho nessuna familiarità per problemi alla tiroide... sto bene, non ho alcun sintomo al momento...
Che sintomi dovrei avere?
Ma è proprio vero che sono definitivamente malata e quindi "condannata" a prendere Eutirox tutta la vita?
Non c'è proprio nulla da fare? Mi consiglia di farmi vedere da un altro Endocrinologo per un ulteriore consulto prima di iniziare questa terapia? E' proprio necessario Eutirox?
Cosa rischio se non prendo Eutirox subito? E nel caso iniziando ad assumerlo... se lo dovessi scordare che problemi avrei? Mi è stato detto che tale farmaco non dà problemi in allattamento al mio bimbo e che non darà problemi per un'eventuale altra gravidanza. E' così ? Posso star tranquilla in questo senso?
Chiedo scusa per le tante domande, ma sono andata un po' in crisi...

Grazie Dottore per la sua risposta

[#7] dopo  
Dr. Sergio Di Martino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2004
E' in ipotiroidismo conclamato, considerato in particoalre il valore del TSH, la terapia va assolutamente iniziata e seguita secondo le indicazioni dell'endocrinologo che la sta seguendo.
Non ci sono problemi di alcun tipo nell'assumere la Tiroxina, a dosaggi sostitutivi.
Una volta raggiunto il compenso funzionale potra' condurre una vita assolutamente normale.
Dr. Sergio Di Martino
Specialista in Endocrinologia
http://www.medicitalia.it/s.dimartino