Un non assorbimento della pillola

Gentile dottore,

tramite gastroscopia mi è stata riscontrata un ipocontinenza cardiale con conseguente reflusso.

Assumo Lansoprazolo 30 mg la mattina a digiuno:
1)quanto tempo prima di fare colazione deve essere preso?
2)prendo la pillola Kipling la sera alle 21.30: c'è interazione tra Lansoprazolo e pillola? c'è una riduzione dell'efficacia contraccettiva?
3)Il reflusso può provocare un non assorbimento della pillola e quindi una mancata azione contraccettiva della stessa?
4)Solo il vomito e la diarrea possono compromettere l'efficacia della pillola?Oppure anche reflusso, rigurgito e eruttazioni?

Grazie mille.
Buona notte.
[#1]
Dr. Tommaso Vannucchi Farmacologo, Psichiatra, Tossicologo 6,8k 336 1
Gentile utente
nessuna interazione degna di nota

Tommaso Vannucchi

[#2]
dopo
Utente
Utente
grazie.
Mi sa dire gentilmente quanto tempo prima va assunto lansoprazolo di colazione? Il mio medico dice che posso assumerlo subito prima di fare colazione ma sul foglietto illustrativo trovo scritto di fare passare almeno un'ora.
[#3]
Dr. Tommaso Vannucchi Farmacologo, Psichiatra, Tossicologo 6,8k 336 1
è consigliato di assumere il farmaco almeno 30 minuti prima del cibo
[#4]
Dr. Tommaso Vannucchi Farmacologo, Psichiatra, Tossicologo 6,8k 336 1
è consigliato di assumere il farmaco almeno 30 minuti prima del cibo
[#5]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,
vorrei porle una domanda un pò bizzarra.
Mi chiedo questo: se vengono assunte più di 21 pillole nei canonici 21 giorni cosa succede?
Mi spiego meglio: se nei canonici 21 giorni di assunzione di pillola si assumono 26-27 pillole invece di 21, ci sono dei danni per l'organismo?
c'è una riduzione dell'efficacia contraccettiva?
ci sono dei rischi a breve e/o a lungo termine?

grazie per rispondere a questa mia curiosità (so benissimo che la pillola è un farmaco e quindi bisogna utilizzarlo in modo appropriato! si tratta solo di una curiosità!!!)
[#6]
Dr. Tommaso Vannucchi Farmacologo, Psichiatra, Tossicologo 6,8k 336 1
non viene più rispettato l'andamento di un ciclo fisiologico

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test