Utente 166XXX
Gentili medici,
sono una ragazza di 28 anni. Soffro di vulvovaginiti ricorrenti,trattate per circa due anni con antifungini orali e locali senza ottenere alcun risultato,nel sospetto che tali infezioni fossero causate da candida albicans (nessuno però mi ha mai fatto un tampone vaginale per confermarlo). Pochi giorni fa,dopo l'ennesimo consulto ginecologico, è emersa una nuova teoria: potrei avere una parassitosi intestinale da ossiuri che si estende alla vulva e poi alla vagina. Mi è stato quindi consigliato di prendere un antiparassitario per bocca (Combactrin) e di osservare le mie feci nella speranza di trovarvi qualche parassita espulso. Il problema è nato quando ho osservato le mie feci. Non hanno affato un aspetto sano: innanzitutto vi sono molti residui di cibo non digeriti (filamenti di non so cosa,forse verdure o fibre,pomodori,ecc...)ed inoltre sono presenti numerosi piccoli granuli solidi di colore giallastro,duri,che se schiacciati si disintegrano come può accadere con un frammento di gesso. Non sono dimagrita negli ultimi tempi,nè ho riduzione dell'appetito.A volte (1 al mese circa ho dolori addominali seguiti da qualche scarica di diarrea,poi tutto torna nella norma).Dalle ultime indagini ematologiche è emerso che ho una lieve leucopenia (4000 leucociti/mm3) associata ad aumento (circa il doppio del normale) degli eosinofili (sono però allergica a graminacee e polvere per cui gli eosinofili li ho sempre avuti più alti del normale). Mi domandavo cosa potessero essere quei granuli gialli solidi e se potessi avere qualche sindrome da malassorbimento dato che ho ritrovato notevoli residui di cibo nelle feci. Non ho ancora eseguito un esame delle feci ma la settimana prossima mi rivolgerò al mio medico di famiglia per sapere cosa ne pensa della situazione. Nel frattempo mi piacerebbe avere una vostra opinione.
Grazie mille!

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
la diagnosi di infestazione da ossiuri richiede il rilievo di questi all'esame delle feci.
Le caratteristiche da lei descritte non si accordano con questa ipotesi, ma l'esame delle feci condotto in laboratorio potrà essere conclusivo.
Scarterei l'ipotesi del malassorbimento: la presenza di alcune fibre e di semi (come quelli di pmodoro), poiché indigeribil è un reperto normale.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente 166XXX

Grazie per la risposta rapida.
I granuli gialli nelle feci non sono semi di pomodoro sia perchè sono perennemente presenti ed io non mangio tutti i giorni pomodori,sia perchè sono solidi ma friabili e somigliano a cristalli di non so cosa o a gesso. Inoltre sono gialli. Insomma non hanno niente a che vedere con i semi di pomodoro. I resti di pomodoro erano riferiti alla buccia del pomodoro stesso,non ai suoi semi.
Ok per il resto,grazie di nuovo.