Utente 932XXX
Buongiorno...
...è da diversi giorni che ho un forte dolore al petto spostato nella parte destra all'altezza del seno...all'inizio si affievoliva dopo i pasti ma da ieri è sempre costante...a volte sono come fitte, altre come un bruciore o come qualcosa che è dentro e che preme...
...premetto che soffro di reflusso gastro esofageo e una gastroscopia fatta ben 5 anni fa diceva appunto "CARDIAS COMPLETAMENTE INCONTINENTE CON AMPI REFLUSSI A PIENO CANALE"..
Non riesco a capire se questo fastidio potrebbe essere riconducibile a questo o se dipende non so da un fattore polmonare e respiratorio...
...stavo facendo da circa 4 giorni una cura con pantorc da 20 la mattina e la sera ma senza miglioramento..
..cosa posso fare?
Grazie mille!!!

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
la descrizione del dolore non è tipica del reflusso esofageo, anche se non si può completeamente escludere la pertinenza. E' necessaria la visita medica per poter inquadrare la sintomatologia.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente 932XXX

Grazie mille...il dolore che sento è un pò spostato a destra rispetto lo sterno diciamo...il medico di base mi diceva che magari con i reflussi la zona si era infiammata ed è per questo che avevo questo disturbo..ma ora nn mi passa quindi secondo lei che cosa dovrei fare? Lui mi ha sentito i polmoni ed era tutto apposto...non so come muovermi...

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
se il suo medico dopo la visita ha escluso altre cause toraciche, è corretto attendere alcuni giorni dall'inizio della terapia per il reflusso esofageo: quattro sono pochi.
Se la sintomatologia non regredisce entro una decina di giorni bisognerà considerare l'eventualità di una endoscopia.
In questo periodo, oltre la terapia farmaologica è necessario attuare le modificazioni che ostacolano il reflusso esofageo. Le allego il link presente sul sito per completezza
https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/61-reflusso-esofageo.html
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#4] dopo  
Utente 932XXX

Si lui la scorsa settimana mi ha sentito i polmoni e mi ha detto che non c'era assolutamente nulla...per questo mi ha consigliato di iniziare la terapia..però invece che migliorare è aumentato perchè è da ieri che questo fastidio è "quasi fisso"..ieri sera è migliorato prendendo una pasticca di Malox...l'ho ripresa anche oggi dopo pranzo ma niente...
...vorrei solo capire se posso escludere altre cause (quelle respiratorie solo con la semplice "sentita dei polmoni") o se questa cosa potrebbe dipendere da altre cause al di fuori del reflusso...
Se può dipendere da qualche altra cosa...oltretutto questo reflusso mi provoca fastidi non tanto a livello dello stomaco ma di pesantezza nel respirare, forse dovuta alla pesntezza dello stomaco...

[#5] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
il suo medico ha escluso altre cause con la visita medica, vi è una pregressa diagnosi di reflusso, quindi la terapia impostata è corretta: bisogna attendere almeno 10-15 giorni prima di poter dichiarare che è inefficace.
Se ciò si dovesse verifiare c'è indicazione per la gastroscopia.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#6] dopo  
Utente 932XXX

Buongiorno..sono riandata dal medico ieri che mi ha detto che sicuramente è un dolore intercostale che non ha niente a che vedere con il reflusso...dice che non è un dolore polmonare perchè problemi ai polmoni non danno dolore e poi li aveva sentiti già la scorsa settimana e nn c'era nulla...poi c'è il seno e poi la gabbia toracica...quindi un tipo di fastidio del genere (fitte e bruciore) è riconducibile ad un dolore intercostale...l'unica cosa è che se tossico o respiro forte non è che aumenta questa cosa..è sempre stabile...oggi va un pò meglio però...ieri mi ha scrocchiato un pò la schiena e il collo e di ce che ,migliorerà..lei che ne pensa?

Grazie mille per la sua cortesia...