x

x

I farmaci ma, al 12mo giorno dall'inizio della terapia, ritorna forte la gastrite

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Gentili dottori,
sono affetto dal batterio helicobacter Pylori, scoperto solo di recente in quanto dal mese di agosto mi ha portato gastrite, di cui mai sono stato sofferente e, conseguentemente, fatti gli opportuni accertamenti non invasivi, mi è stato riscontrato tale batterio.
Intrapresa la cura con Nexium , Trimonase e Veclam per 15 gg. mi sono capitati i seguenti fatti.
Inizio cura a settembre; dopo quattro giorni sul petto e parte dell'addome compaiono bollicine bianche, che fanno pensare ad allergia. Consultato il medico, mi dice di sospendere la terapia e riprenderla dopo un mese introducendo un farmaco ogni 5 gg. Ripresa la cura dopo esatti 20 gg, non compaiono più tali macchie. Pertanto, fiducioso, riprendo tutti e tre i farmaci ma, al 12mo giorno dall'inizio della terapia, ritorna forte la gastrite! per due giorni praticamente mangiavo ma ne avrei potuto fare a meno, oltre ai forti dolori all'addome.
Quello che vi chiedo, in virtù di tale gastrite avuta quasi alla fine della terapia è questo: 1.è elevata la probabilità che il batterio non sia stato eradicato?
2. ho commesso errori nel riprendere la cura prima del mese di sospensione?
3. è possibile che il batterio scompaia successivamente alla fine della cura e potrebbe rienrtare nella normalità l'episodio di gastrite con terapia in corso?
4. premesso che mi è stato prescritto l'esame delle feci a trenta giorni dalla sospensione, se dovesse tornare la gastrite, cosa mi consigliate di fare? prendere eventualmente di nuovo il Nexium?
5. se è fallita la terapia, necessito necessariamente della gastroscopia?
Ossessionato dalla pericolosità,secondo quanto letto di tale batterio, chiedo gentilmente risposte ai miei quesiti.
Restando a disposizione per qualsisi informazione utile, vogliate gradire i miei cordiali saluti.
[#1]
Dr. Roberto Rossi Gastroenterologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,6k 207 8
Gentile signore, l'eradicazione dell'HP dopo la terapia è certamente possibile. Dopo tre settimane dalla sospensione della terapia potrà eseguire un breath test per accertarne l'eradicazione. Se invece persistono sintomi importanti è consigliabile consultare lo specialista per eventualmente ripetere la gastroscopia ed il prelievo bioptico.

Dr. Roberto Rossi

[#2]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,9k 2,2k 88
Se ho ben capito non ha fatto la gastroscopia. Giusto ? Quindi si tratta "gastrite" su sospetto clinico. Non ho ben capito se la seconda terapia per l'eradicazione dell'HP sia stata fatta completamente. Se è così il trattamento è stato corretto e bisogna valutare l'eradicazione con il test delle feci. Per disturbi gastrici dovrebbe continuare la terapia ma bene consultare il suo medico.

Cordiali saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, nel ringraziarLa per l'immediata risposta, mi rimane il dubbio dell'episodio intorno al 12-13mo giorno dall'inizio della cura, che mi fa pensare che l'effetto dell'antibiotico non abbia avuto successo.
In pratica, mi chiedo se a terapia in corso, e per giunta alla fine della stessa, è possibile l'episodio di gastrite.
E quanto alla sospensione dei farmaci, è stato corretto anticipare nuovamente la cura sospesa o avrei dovuto attendere i 30 gg. come consigliato dal medico?
Grazie ancora.
[#4]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,9k 2,2k 88
La "gastrite" all'ultimo giorno probabilmente è stata una reazione ai farmaci.

Corretta la terapia prima dei 30 gg.


Saluti
[#5]
dopo
Utente
Utente
Risposta al Dott. Cosentino:
da accertamenti sull'analisi del sangue con analisi delle feci, mi è stato diagnosticato il batterio.
Poi è successo che nell'iniziare la cura, comparse dopo 4 gg. bollicine sul petto e e addome, su consiglio ddel medico, ho sospeso la terapia.
Dopo un mese l'ho ripresa e, al tredicesimo giorno dalla terapia, mi è ritornato l'episodio di gastrite.
Pertanto, non ho intrapreso una seconda terapia per l'eradicazione, bensì ripreso la terapia che avevo interrotto per probabile allergia ai farmaci,che, probabilmente invece era dovuta ad altri fattori (probabilmente esposizione al sole).
Quanto alla gastroscopia, come esattamente inteso, non mi è stata nè fatta, nè attualmente consigliata.
Chiedo pertanto, se è ragionevolmente probabile pensare che il batterio non sia stato eliminato, oppure, dato che tale terapia l'ho conlcusa ieri, è possibile che tale batterio nei giorni a venire venga eradicato.
Grazie ancora.
Cordialmente
[#6]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,9k 2,2k 88
Se la terapia l'ha fatta di continuo per 13 giorni potrebbe aver funzionato.
Ovviamente è l'esame delle feci che farò testo.

Mi aggiorni dopo l'esito.

Cordiali saluti
[#7]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dott.Cosentino, la ringrazio vivamente per le risposte.Avrò certamente cura di informarla non appena effettuerò l'esame delle feci e, seppur non consigliatomi, il breath test.
Grazie e la saluto cordialmente.
[#8]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,9k 2,2k 88
Molto bene e a presto.

Saluti

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio