x

x

Reflusso esofageo

buon giorno antutto lo staff sempre molto gentili. Io ho già avuto una risposta a mia richiesta di consulto dal Dr. Cosentino ma purtroppo avrei nuovamente necessità di una sua opinione. Il referto della gastroscopia "cardias ipocontenente. L'anno scorso e' iniziato tutto con un forte raffreddore che si e poi tramutato in una laringo-tracheite che purtroppo mi sono portata avanti con afonia e tosse persistente per tutto l'inverno sino a maggio. La risoluzione e' stata con la cura cortisonica e antibiotica. Purtroppo la cosa si sta ripredentando e il prurito alla gola e tosse persistente non mi danno pace. Sto prendendo pantaprozolo da 40 mg una mattino e sera da dieci giorni ma anziche' migliorare sembrra che le cose peggiorino. Non trovo nulla che possa alleviare questo fastidioso prurito che poi e' causa della tosse. L'anno scorso ho fatto tutti gli esami otorino e tiroidei tutti negativi. C'e' qualcosa gentilissimo dottore che possa alleviarmi questo prurito e cosa altro posso fare per risolvere questo problema che sta diventanto un tormento? Dovrò ricorrere nuovamente al cortisone? Mi sta impedendo anche di condurre una vita sociale in quanto se entro in un locale ed incomincia il prurito è un guaio in quanto comincia la tosse e devo andarmene per non infastidire gli altri e sentirmi enormemente a disagio .La ringrazio vivamente per quanto potrà dirmi o consigliarmi, Le auguro una buona giornata. Cordialmente La saluto Orietta
[#1]
Dr. Roberto Rossi Gastroenterologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,6k 207 8
Gentile signora, il disturbo che lei accusa potrebbe essere in accordo con una manifestazione della MRGE. Sarebbe consigliabile una gastroscopia ed eventualmente se mai fatta una pH-impedenziometria onde valutare l'effetiva presenza di reflusso. Accertatane la presenza lo specialista sarà in grado di mirare la terapia.

Dr. Roberto Rossi

[#2]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69,4k 2,2k 88
Gentiliisima signora,

i sintomi ci starebbero con la malattia da reflusso ma la certezza (e la decisione se continuare su tale strada ed incrementare la terapia) la si può avere con accertamenti specifici come l pH-impedenzometria esofagea di cui le allego un mio articolo:

https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/982-meteorismo-pancia-gonfia.html

Da valutare, con il suo medico, la necessità di ripetere la gastroscopia.

Un cordiale saluto

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto