Utente 706XXX
Buongiorno,
ho 42 anni e da quasi 20 anni ho il problema dell'occhio secco che finora ho compensato con le lacrime artificiali che però, da circa un anno, non sono più sufficienti, almeno di notte perchè mi capita di svegliarmi con gli occhi dolenti e letteralmente "appiccicati alle palpebre".L'oculista mi ha detto che non c'è molto da fare e l'unico collirio che sembra reggere un pò più a lungo è xantergel che uso appunto per la notte.
Ciò che mi preoccupa è che, sempre di notte, in questi ultimi mesi mi capita anche di svegliarmi a causa della bocca secca per cui sul comodino mi tocca tenere acqua e collirio a portata di mano... sicuramente non è piacevole non poter dormire tranquillamente. Di giorno non risento in modo particolare di questi sintomi che per ora mi tormentano sopratutto di notte.
Anche se penso che la bocca secca potrebbe dipendere da tante cose ( porto il bite, ho il setto nasale deviato e il reflusso gastrico) mi viene il sospetto della sjorgen e vorrei sapere quale analisi bisognerebbe fare, in prima battuta, per toglirsi il pensiero; intendo dire se ci sono delle semplici analisi del sangue che possano escludere o confermare questo sospetto prima di fare la visita dal reumatologo( se sarà necessario).
Grazie

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
in questi casi il consiglio migliore è sempre quello di effettuare prima la visita, piuttosto che esami di qualche tipo. Questo perché gli esami che potrebbero essere consigliati "in generale" rischiano di rivelarsi inappropriati nel caso specifico. La diagnosi di sindrome di Sjögren è posta sulla base di criteri universalmente riconosciuti ma non solo, dal momento che i criteri classificativi sono molto restrittivi. Si rechi alla visita reumatologica/immunologica con quanto ha già eseguito (es. visite e test dall'oculista); completerà poi con ulteriori accertamenti su indicazione del collega.
Saluti,