x

x

Reflusso gastroesofageo con gastrite ed esofagite

Soffri di stitichezza o diarrea? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Egregio Professore, è da circa 15 anni che soffro con lo stomaco in particolare ho cronicizzato un fastidio/dolore alla bocca dello stomaco anche in zona retrosternale.

L’attuale terapia è 1 cmp. di Lucen 40mg al mattino.

Le varie egds da sempre hanno evidenziato una gastrite cronica lieve senza infezione da H.P. La penultima del 2011 ha dimostrato una esofagite di grado A. Gastropatia antrale di aspetto polipoide. Biopsia: contaminazione H.P. Effettuati n.2 cicli di terapia (tradizionale e sequenziale. L’H.P. non viene debellato).

L’ultima egds: Prossimalizzazione della linea Z al limite della piccola ernia iatale da scivolamento, cardias sufficientemente continente, esofagite erosiva distale grado class. LA A, a livello antrale rilevatezze mammellonate subcentimetriche,sessili a superficie onogenea ed isocromica alla mucosa limitrofa (esiti di farmaci iatrogeni?). Prelievi in situ.

Esame microscopico della biopsia: mucosa gastrica di tipo antrale con lieve ipertrofia foveolare. Regolare il numero di elementi linfo plasmacellulari della lamina propria. Non si osserva infiltratro cellulare anomalo. Non si osserva displasia epiteliale.Si osservano corpuscoli batterici riferibili a H.Pylori.

Da premettere che ho una Ileite distale lieve aspecifica. Angiodisplasia dellìascendente. Emorriidi II° grado. Ileite cronica aspecifica. Assumo beta bloccanti e sartanici per la pressione.
Posso guarire? Cosa devo fare per stare meglio? La saluto con stima e Le auguro buone feste.

[#1]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25.8k 643 349
La gastroscopia sembrerebbe indicare la necessità di proseguire con la terapia antisecretiva in atto e con la dieta, a maggior ragione se è stata eseguita con la terapia in corso. Auguri!

Dottor Andrea Favara

http://www.andreafavara.it

[#2]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69.8k 2.2k 88
Il reflusso è un patologia cronica, nella maggir parte dei casi, è il trattamento deve essere continuativo. Credo che nel suo caso, considerando anche gli esiti delle gastroscopie, debba continuare con il farmaco. Ovviamento si può anche considerare la soluzione chirurgica ma sono necessari studi preliminari con pH-impedenzomentria esofageo per un studio ottimale della sua patologia.


Un cordiale saluto

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (La Madonnina), Roma (Villa Benedetta) Calabria (Reggio-Crotone)
www.endoscopiadigestiva

[#3]
dopo
Utente
Utente
Ringrazio anticipatamente per le sollecite ed esaustive risposte.
Vorrei sapere quale dieta è la più appropriata. E' vero che spesso è soggettiva? Cioè determinati alimenti possono nuocere ad alcuni e non ad altri?
Inoltre, ho paura per la pericolosità dei farmaci da assumere (esomeprazolo) per così tanto tempo. Dovrei fare dei cicli di terapia? Ho notato che i disturbi peggiorano secondo le stagioni? Posso adattare la terapia ai sintomi? Prendo anche altri farmaci (betablocacnti e sartanici). Ho molta paura per questi mix, è ingiustificata?.
Grazie. Cordiali saluti.
[#4]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25.8k 643 349
No, non è soggettiva. Se il problema è il reflusso è ben codificata e prevede l' eliminazione di alcuni alimenti tra i quali agrumi menta cioccolato ed altri.La terapia farmacologica puo' essere a cicli o continuativa, dipende dal decorso e puo' prendere altre terapie concomitanti, se indicate.Prego

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto