Utente
Buongiorno e felice pasqua egregi dottori.

Dopo aver fatto le analisi del sangue e delle feci è stato riscontrato in me l' Helicobacter pylori.
Ho chiesto consulto ad uno specialista che mi ha prescritto la seguente cura per 10 giorni:
Claritromicina da 500 mg + Trimonase da 500 mg + Lucen da 40 mg con dosi 1 compressa di ogni tipo la mattina e la sera prima di colazione e cena.
Volevo chiedere a Voi se la cura è efficace e quante possibilità ci sono di eradicarlo a fine cura?
Inoltre leggendo il foglio illustrativo della Claritromicina specifica che per l'eradicazione dell' Helicobacter pylori la cura a 3 farmaci dovrebbe durare 14 giorni mentre il mio specilista mi ha dato come durata della cura 10 giorni, volevo appunto chiedere s'è necessario prolungare a 14 giorni la cura come da foglio illustrativo della Claritromicina?
Ringrazio in anticipo per la vostra cortesia e professionalità.
Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
premesso che non specifica per quale necessità deve eradicare l'Helicobacter,
le dico che trattasi di terapia che segue una impostazione di base condivisibile ma su cui,
per ovvie ragioni deontologiche,
non mi permetto di opinare.

A tal proposito legga pure:
www.medicitalia.it/02it/guida-consulti.asp


Cordialità
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Purtroppo devo eradicarlo in quanto sembra essere la causa da circa 1 anno di frecuenti bruciori, reflusso acido e a volte proprio non riesco proprio a digerire sentendomi male e quindi costretto a vomitare. e dato che il mio specialista mi ha ordinato la cura scritta sopra per 10 giorni volevo sapere l'efficacia e se la durata della cura è sufficente per l'eradicazione dell'Helicobacter pylori. Grazie in anticipo.

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Allora due precisazioni:
(atteso che, mi pare di capire, non abbia eseguito gastroscopie)

- L'Helicobacter non è responsabile del reflusso;

- Nessuna delle varie terapie eradicanti, attualmente prescritte, fornisce garanzia al 100% di successo nell'eradicazione.

Saluti.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
Mi scuso per la mia scarsa capacità di esporre informazioni a tal riguardo. In effetti ho fatto una gastroscopia dove mi è stata riscontrata la seguente diagnosi:
Esofago: Di calibro e peristalsi normale. Mucosa esente da lesioni in tutte le sue porzioni. Cardias in sede e continente.
Stomaco: Mucosa diffusamente marezzata con pliche soffici ben distendibili e pareti normoelastiche. Lago gastrico abbondante. Piloro pervio.
Duodeno: Mucosa bulbare iperemica ma esente da lesioni. D2 indenne fino alla papolla di Vater.
Conclusioni: Gastropatia eritematosa, duodenite di modesta entità, Si esegue per ricerca H.P negativo.

Ecco io non sono molto pratico a leggere questa gastroscopia ma il prelievo per ricerca H.P. s'intende la ricerca dell' Helicobacter pylori? Se si come mai dopo 6 mesi accusando ancora i disturbi elecanti nel messaggio precedente mi è uscito positivo l' Helicobacter pylori dalle analisi del sangue e delle feci? magari la gastroscopianon è stata eseguita in modo corretto? e in questo caso la cura che le ho elecanto sopra è efficace?

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
le consiglio di effettuare il c13ubt (Breath test),

se quando ha fatto la gastroscopia era reduce di recente da terapia antibiotica o assumeva PPI il test può non essere diagnostico.

Stante la sua gastroscopia, non ravvedo l'HP quale essenziale causa dei suoi problemi digestivi.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
Secondo lei , dopo aver letto il responso della gastroscopia quali potrebbero essere le cause dei disturbi digestivi elecanti sopra?

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Lei ha la risposta in tasca quando dice
<<bruciori, reflusso acido>>,

si chiama Malattia da Reflusso GastroEsofageo (MRGE).

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente
E lei cosa mi consiglia per porre rimedio ai sintomi? grazie

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
la terapia anti-reflusso prevede uso di procinetici associati a PPI,
esistono inoltre sciroppi antireflusso e norme igienico-comportamentali da seguire.

Cordialmente.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente
Gentile Dottore pe rla gastrite sopra descritta e dato che cmq risulto positivo a l'Helicobacter Pylori come rimedio naturale La bevanda minerale fangocur contiene questa argilla curativa naturale nella sua forma più pura da quanto ho letto in giro ha poteri curativi per la gastrite e ha azione germicida contro l'Helicobacter Pylori . Volevo chiedere a Lei La bevanda minerale fangocur contiene questa argilla curativa naturale nella sua forma più pura nel mio caso è utile? ed è efficace?

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

Io sono più propenso a trattare le varie patologie mediche con prodotti farmaceutici di certificata efficacia (studi clinici).

Voglio ribardirle che l'Helicobacter non è responsabile del reflusso.

E' chiaro che, per quanto io ritenga esaustivo il mio consulto, lei ha la piena facoltà di orientarsi come meglio crede.

Cordialmente.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente
Capisco. Lei è molto gentile e professionale. Riguardo alla risposta che le mia ha dato precedentemente sul reflusso mi potrebbe dire cortesemente quali sono le norme igenico-comportamentali da rispettare per evitare il reflusso?

[#13]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
Modificare le proprie abitudini di vita significa evitare di mangiare alcuni alimenti e smettere di fumare.

I più comuni alimenti che causano il reflusso sono:

aglio, cioccolato, cipolla, menta, the, cibi grassi;
arance, limoni, pomodori;
bibite gassate;
alcolici;
caffè e bibite che contengono caffeina.

In più deve cercare di:

tenere sotto controllo il peso,
preferire il consumo di proteine e fibre che sono digerite più
rapidamente e che favoriscono lo svuotamento dello stomaco.


Auguroni.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#14] dopo  
Utente
La ringrazio per la cortesia avuta. Cordiali saluti.

[#15]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Si figuri.

Mi ritenga a disposizione.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it