Il sangue se ne andato ,,,, pero mi

in seguito a emissione da bocca di sangue la mattina e dopo 3 ore dal pasto o fatto una gastoscopia esito tutto regolare solo piccola ernia iatale, cura del medico di base omeprazen 20 , ma il sangue continuava a uscire (preciso o fatto anche broncoscopia negativa,,,,, visita. otorino esito segni di reflussog.e.sofageo ) propio per questo impaurito o ripetuto la gastroscopia dopo 45 giorni pero da un altro medico, esito:esofago non lesioni della mucosa.cardias incontinente con prolasso intermittente di mucosa gastrica in esofago :stomaco:modicacongestione della mucosa prolassante. modica iperemia antrale prelievi per la ricerca di hp con test rapido. dudeno lieve iperemia della mucosa bulbare 2 porzione:nella norma. diagnosi;malattia dareflusso gastroesofageo. gastroduodenite. hp negativo terapia consigliato dal medico operatore LANSOX 30mg per 1 mese \\\ ne l frattempo il sangue se ne andato ,,,, pero mi e comparsa una forte presenza d acido pungente molto pungente da far paura ,, che sento che risale lentamente nell esofago e mi porta a mangiare in continuazione dico ogni ora ,,, ,,perche le scrivo, perche questa presenza di acido imponente prima di effettuare le gastroscopia e in particolare la seconda, io non ce l avevo, mi dica lei io penso perche lo sento che nel passare il tubo ottico si sia deformato il cardias in modo grave, le dico che sono passati appena 20 giorni dalla 2 gstroscopia lacido e sempre piu fastidioso non resisto piu ,,predo il lansox alle 8 e alle 12 leffetto scompare e sento l acido farsi avanti sto pensando a ggiustare il cardias chirurgicamente, mo guardando on line i consigli e in particolare il dott. cosentino gastroenterologo si dice che e tutto ancora in fase sperimentale per via laparoscopica cosa devo fare forse quando arrivera la sua risposta saro gia andato al pronto soccorso,,,, mi consigli il da farsi
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,7k 2,1k 87
Gentilissimo,

sgombriamo il campo dagli equivoci dicendo che la gastroscopia non ha assolutamente alterato il cardias e quindi non ha peggiorato il reflusso.

Credo sia utile al momento rivedere la terapia antireflusso (esomeprazolo 40 mg x 2) aggiungendo anche degli antiacidi, dei procinetici e controllando l'alimentazione. Consideri che anche il suo sovrappeso può contribuire alla malattia.

Per la corretta valutazione della malattia da reflusso e per l'eventuale decisione chirugica è opportuno, in un secondo momento, uno studio funzionale con la ph-impedenzometria esofagea.

La chirurgia non è affatto in fase sperimentale, forse lei si riferisce alla terapia endoscopica del reflusso.

Può darci qualche informazione in più sull'emissione di sangue dalla bocca : colore, qiantità, ecc.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio