Utente
Egregio dott Cosentino nel mio ultimo intervento avuto con lei ho fatto riferimento ad un problema forse legato a un reflusso premesso che dal mio ultimo consulto avuto ormai non prendo più farmaci non ho più episodi di reflusso durante il giorno il mio problema resta legato al risveglio mattutino bocca impastata a volte amara la lingua a volte bianca un problema che disturba il mio appetito ma dopo pochi minuti si risolve spontaneamente e definitivamente per tutta la giornata.Premessa:sono da tempo ormai indefinito sotto continuo stress,sono un soggetto con una forte componente ansiosa e anche ipocondriaco, le chiedo se c'è qualche collegamento a quei disturbi sopraelencati,nella sua precedente risposta mi suggeriva una ph-impedenziometria esame che in sicilia le confermo non viene effettuato ma viene fatta la ormai nota ph-manometria sarei anche disposto a spostarmi altrove, magari lei esegue questo esame ho visto che esercita pure in calabria attendo sue notizie,infine vorrei chiederle se visto che sto bene e non prendo più farmaci è possibile che questi disturbi al mattino debbano essere necessariamente legati al reflusso? e per finire le chiedo cosa ne pensa se provassi a prendere del peridon la sera e al mattino o un simile, così come su consiglio del mio medico di famiglia? confido nei suoi suggerimenti spero preziosi per me nell'attesa le invio cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo,

Da come descrive, il problema della lingua asciutta al mattino potrebbe essere dovuto ad una respirazione notturna prevalentemente per via orale e non nasale. Respirando, infatti, con la bocca aperta si determina il fattore della bocca asciutta ed impastata, effetto che poi si riduce non appena si ripristina la salivazione. Anche l'uso di farmaci potrebbero determinare una riduzione della salivazione (quali farmaci assume ?). Anche l'ansia e lo stress possono determinare una riduzione della salivazione. Reputo, invece, meno importante il fattore reflusso in tale circostanza mentre troverei utile un consulto con un otorino specificando il problema. Altri elementi che possono entrare in gioco sono una alimentazione non corretta a base prevalente di grassi e zuccheri e con minor apporto di frutta verdura e liquidi. Mi concentreri adesso su tali elementi e non penserei al reflusso (non ha sintomi al momento) ed alla pH-impedenzometria.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la sua tempestiva risposta dottore,confermo in pieno il mio problema di dormire spesso con la bocca aperta ,un pò per abitudine o perchè a volte sento di non avere il naso completamente libero,per quanto riguarda i farmaci faccio soltanto uso di benziodezapine la sera per l'insonnia,la visita otorino non mi ha soddisfatto lui ritiene di affidarmi a centri termali per il mio problema,la mia alimentazione è quasi completa ma bevo poca acqua, per il resto confermo di non prendere più farmaci antireflusso perchè non ne sento più il bisogno. Grazie ancora e resto sempre a disposizione la ringrazio e le mando i miei saluti.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si rifaccia rivalutare quindi da un altro otorino per la correzione del problema. Nel frattempo aumenti l'idratazione.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Gentile Dott. Cosentino, vorrei chiederle per cortesia a distanza di alcuni mesi dal mio ultimo consulto delle informazioni riguardanti alcuni dei miei sintomi che in certi periodi si verificano, premetto che non ho ancora fatto la visita otorino da lei suggerita il disturbo (bocca amara e asciutta) al mattino continua ma mi accorgo che al risveglio dopo aver bevuto un po di acqua il sintomo sparisce per non ripresentarsi più. Premesso che sono un ansioso e anche ipocondriaco, da qualche mese avverto dei borborigmi subito dopo essere andato a letto ma che non mi svegliano durante il sonno a questo sintomo se ne aggiunto un altro che consiste di avere la pancia gonfia(soprattutto dopo aver mangiato o bevuto una birra) e disturbi nella digestione(quest'ultimo presente in certi periodi da ormai un ventennio) oltre riferisco di un reflusso soltanto subito dopo cena e mai presente durante le 24 ore peraltro senza mai esagerare nel pasto, disturbo che sparisce dopo un misurino di antiacido,vorrei precisare che ormai da dopo l'operazione (nissen laparoscopica) prendo solo 20 mg esomeprazolo a periodi dell'anno e non più di 3 settimane di fila soltanto per tenere a bada un lieve reflusso faringolaringeo che ormai solo sporadicamente si presenta, da un po di tempo faccio una vita sedentaria conseguente alla perdita del lavoro, dunque la mia domanda è cosa lei potrebbe consigliarmi per fronteggiare questa situazione, al momento non prendo ipp ma solo fermenti lattici(in acuni periodi dell'anno) prescritti dal mio medico a causa di un dismicrobismo intestinale di cui io soffrirei da alcuni anni. Le sarei davvero grato se potesse in qualità di specialista in materia nei limiti del possibile fare qualcosa per me,nel ringraziarla le invio i miei saluti

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Posso dire che i sintomi intestinali sono compatibili con una sindrome del colon irritabile per cui dovrebbe aasumere, per eliminare il gonfiore, dei prodotti a base di simeticone dopo i pasti.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Egregio Dottore grazie infinite per il suo prezioso consiglio, ho appena comprato simeticone 120 mg, le chiedo se va bene, c'è scritto che bisogna assumere 2 cp al giorno dopo i pasti o dovrei aumentare? e poi quanto tempo devo prenderli? per quanto riguarda i fermenti lattici secondo lei sono opportuni? e infine vorrei chiederle se visto i problemi nella digestione se sia il caso pensare al domperidone, mi perdoni per le numerose domande ma il mio stato attuale non mi impedisce di cercare delle rassicurazioni che lei riesce a dare sempre. CORDIALI SALUTI

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ok per i simeticone come dose e per i fermenti lattici. Il domperidone può esere utile in un secondo momento se non dovesse avere benefici.


Mi stia bene.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Grazie ancora Dottore, la sua disponibilità è davvero straordinaria le sono infinitamente grato stia bene anche lei.

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ė stato un piacere esserle stato d'aiuto.

Saluti
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it