Emorragia digestiva

Salve, scrivo non per me ma per mio padre. Ha 61 anni 3settimane fa prima di andare a letto è svenuto in bagno e quando si è ripreso ha iniziato a vomitare ripetutamente. Finito di vomitare ha iniziato a fare diarrea con feci nere. Portato al pronto soccorso gli hanno trovato l'emoglobina a 9. Il giorno dopo gli hanno fatto 2 trasfusioni e tenuto sotto controllo. Premetto che abitiamo in Francia a Parigi. Il giorno successivo viene trasferito in una clinica per effettuare fibroscopia e colonscopia. Dalla prima non esce niente, dalla colonscopia solo una lieve angiodisplasia al colon che viene trattata con il laser ed emorrodi non sanguinanti. Ritornato all'ospedale viene messo sotto osservazione ed intanto continua a fare feci nere come catrame l'emoglobina scende ancora ad 8 e gli fanno altre 3 trasfusioni. Dopo una settimana decidono di mandarlo ad uno ospedale specializzato in malattie digestive Hopital Baujon a Clichy vicino Parigi. Qui viene messo in terapia intensiva sotto monitoraggio 24ore su 24. Gli fanno Tac addominale senza e con contrasto senza trovare niente. Intanto altre 3 trasfusioni. Rifanno la fibroscopia sempre negativa. Dopo 4 giorni gli fanno un esame con videocapsula per vedere l'intestino tenue. Da questa vengono trovate 3 angiodispalsie al tenue non sanguinanti. Dalla terapia intensiva viene spostato al reparto di endoscopia digestiva. Qui decidono di fargli una eteroscopia a doppio pallone per curare le angiodisplasie. La sera prima gli fanno bere 4 litri di soluzione salina credo. Continua a fare diarrea sempre scura. Effettuata l'eterospcopia il medico ci spiega che le angiodisplasie viste con la videocapsula non sono state trovate pero' ci sono vari diverticoli al tenue. Gli fanno ancora 2 trasfusioni e i valori iniziano a risalire, emoglobina 10,5. Decidono di effettuare un altro esami per vedere se c'è ancora emorragia in atto. Praticano una scintigrafia con globuli rossi marcanti credo. Diagnosi nessuna emorragia. Il medico dice che possono essere stati i diverticoli ma che per il momento è tutto bene. Lo fanno uscire con emoglobina a 12,3 da controllare 2 volte a settimana per 1 mese e con un foglio dove nel caso inizi a fare feci nere deve tornare all'ospedale per effettuare un'arterografia. Dopo 3 settimane non siamo ancora riusciti a capire cosa ha avuto. Mi potete aiutare a capire? Per info ad ottobre è stato ricoverato per pancreatite ed operato alla cistifellea. Soffe di prostatite cronica da klebsilla pneumonae. Ha spesso peso allo stomaco quando resta troppo seduto. Grazie
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 41
Gentile utente
Mi dispiace per questa odissea non ancora conclusa, a quanto pare.
Credo si possa dir questo:
Ovvero che siamo di fronte ad una emorragia digestiva tutt'ora occulta.
Non sono, per fortuna, frequenti, ma possono succedere.
Il percorso diagnostico seguito mi sembra corretto,
sono due i riscontri a potenzialità emorragica: soprattutto le angiodisplasie e poi i diverticoli.
In effetti penso che potrebbe essere importante la tempistica:
ovvero effettuare un esame di sicuro affidamento diagnostico come l'arteriografia a ridosso di un episodio di sanguinamenti.
È chiaro che l'auspicio è che una delle angiodisplasie trattate possa essere stata causa non riconosciuta (può succedere) dei sanguinamenti sicchè non se ne ripresenti uno nuovo, altrimenti, mi dispiace, ma dovrete seguire le corrette indicazioni date dal centro che, in precedenza, ha fatto ciò che andava fatto.

Saluti

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.2k 2.3k 74
Gentilissima,

Mi permetto di offrire il mio contributo essendo il tema in questione uno degli argomenti su cui ci lavoro da sempre.

La causa del sanguinamento con molta probabilità e stata determinata dalle angiodisplasie (al cieco o al tenue). Credo poco al sanguinamento dei diverticoli del tenue. L'iter seguito, come ha sottolineato il collega Quatraro, è stato piu che corretto: sono stati effettuati tutti gli accertamenti disponibili con anche il trattamento dell'angiodisplasia al cieco e l'enteroscopia con doppio pallone.

Cosa fare in futuro ?

Qualora non ci dovesse essere più sanguinamento ci si ferma qui, ma in caso dei ripresa dell'emorragia l'iter proposto dalle linee guida internazionali sarebbe quello di ripetere la colonscopia ( alla ricerca di eventuali angiodisplasie non rilevate al primo esame) ed in caso di negatività dell'esame è consigliabile ripetere la videocapsula. Sarebbe utile conoscere (se riesce a trascriverlo) l'esito della videocapsula eseguita dai colleghi e capire la sede e dimensioni delle angiodisplasie poi non rilevate all'enteroscopia. Inoltre sarebbe anche utile sapere fin dove sono arrivati con l'enteroscopia.

L'enteroscopia è l'esame fondamentale in quanto può consentire, in circa 80-90% dei casi l'esplorazione completa di tutto il tenue per la diagnosi ed il trattamento di eventuali fonti di sanguinamento. Le invio il link di un nostro articolo di riferimento su tale procedura che, se anche eseguita nel caso riportato per altra patologia, fa capire l'importanza dell'esame.

https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1364-sindrome-di-peutz-jeghers-ed-enteroscopia-a-doppio-pallone.html

Un cordiale saluto






Dr Felice Cosentino Gastroenterologo Endoscopista - Milano (Clinica la Madonnina), Monza (Wellness Clinic Zucchi)

[#3]
dopo
Utente
Utente
Grazie per le vostre risposte tempestive.
Con l'eteroscopia sono riuscita a vedere 2,5 metri di intestino tenue. Appena vado da mio padre vi trascrivo l'esito della videocapsula. Se ricominciasse a sanguinare ci hanno detto che effettueranno una Arteriografia non si é parlato di rifare la colonscopia. Comunque il fatto strano é che gli é ritornato il senzo di pesantezza allo stomaco quando resta seduto per molto tempo che aveva gia prima del sanguinamento. Vi tengo informati dell'evolversi della situazione. Grazie ancora.
[#4]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.2k 2.3k 74
Molto bene. Ci riporti eventualmente anche l'esito della gastroscopia e colonscopia. Solo così possiamo darle qualche parere più mirato.

Cordiali saluti ed auguroni per suo padre.



[#5]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 41
Va bene.
Il mio augurio è che suo padre non sanguini più e che non si debba far più nulla.

Per quanto riguarda le sue perplessità sul "Second look endoscopico" le dico che è previsto,
poichè è possibile che Il Sanguinamento Gastro-intestinale Oscuro (O.G.I.B. = 5% di tutti i sanguinamenti digestivi)
sia legato a lesioni che persistono o recidivano dopo una iniziale valutazione endoscopica negativa (comprendente sia gastroscopia che colonscopia).

La storia di suo padre ( lei dice, vomito, senso di peso, feci nere come catrame) orientativamente depone, per mia esperienza ed a mio modesto avviso, per un Sanguinamento del Tratto digestivo superiore (UGIB) non individuato (cosa, le ripeto, purtroppo possibile).

Pertanto, a maggior ragione nel suo caso, si potrà (anche questo è previsto) considerare primo step diagnostico l’angiografia
mesenterica, anche per le importanti possibilità
terapeutiche che la tecnica offre, compresa l’embolizzazione
mesenterica superselettiva.

Le faccio comunque i migliori auguri per suo padre affinchè, speriamo, questa storia possa essere solo un brutto ricordo.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Salve,
stamattina mio padre ha rifatto le analisi del sangue e l'emoglobina é scesa a 11,5. Abbiamo chiamato in ospedale e il gastroenterologo ci ha detto di non allarmarsi in quanto a volte i laboratori di analisi hanno dei valori leggermente diversi. Deve rifare l'esame venerdi. Se non sanguina più quanto tempo ci vuole per far tornare i valori nella norma? Ha bisogno di un'alimentazione specifica? Abbiamo chiesto ma ci hanno risposto di no che puo' mangiare di tutto. Grazie
[#7]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.2k 2.3k 74
I valori sono buoni e può alimentarsi liberamente. I tempi di recupero dell'emocromo sono variabili. L'importante è l'arresto del sanguinamento.





[#8]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 41
Caro signore,
a fini di tranquillità e per ogni precauzione
le riferisco che è pur sempre possibile monitorare (magari ancora per un pò)
eventuali residui microsanguinamenti (= non visibili):

- oltre che eseguendo periodicamente l'esame emocromocitometrico per seguire il tasso di Hgb, RBC ed Hct,
- soprattutto effettuando la ricerca (detta FOB o SOF in italiano) del sangue occulto fecale (possibilmente in tre determinazioni).

Circa i tempi di ripristino del sangue perso le dico che sono intorno ai 120 giorni.

Le consiglio, però, di fare anche una conta reticolocitaria che dà indicazioni diretta della funzionalità midollare, intesa come capacità di recupero.
Cioè di come il midollo stà producendo e recuperando per far fronte all'emorragia, quindi ci dà indicazioni
Cerchi, se a suo padre piace, di fargli mangiare carne di cavallo.

Ci vuole poi un po' di tempo per il ripristino della quota di ferro (sarebbe importante conoscere anche la ferritina e la transferrina ).

Mi aggiorni pure quando vuole,
metto la mia esperienza a sua (o meglio di suo padre) disposizione.

Saluti
[#9]
dopo
Utente
Utente
Salve,
mio padre ha rifatto le analisi del sangue stamattina ed i valori dell'emoglobina sono a 12,3. Sembra stia recuperando ma si sente ancora debole e continua ad avere quel senso di peso allo stomaco se resta seduto per molto tempo. Come vi avevo già detto se si alza e cammina un po' oppure si stende sul letto gli passa. Ho guradato l'esito della videocapsula ma non é indicata la grandezza delle angiodisplasie ci sono solo dei numeri che sembrano degli orari che non capisco. Cosa ne pensate?
Grazie ancora del vostro aiuto.
Saluti
[#10]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.2k 2.3k 74
I valori dell'emoglobina sono dunque ancora saliti quindi non sembra ci sia sanguinamento. Per lo stomaco prenderei solo qualche sintomatico. Se il fastidio gastrico è una sensazione di gonfiore prenderei del simeticone. Per il momento non vedrei indicazione da ulteriori accertamenti.

Cordialmente

[#11]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 41
I valori dell'Emoglobina sono identici a quelli in dimissione (post-trasfusionali) e questo significa che il recupero è in atto, ma siamo pur sempre in una fase che potremmo definire "di convalescenza".

Le ricordo che "il peso allo stomaco" è un sintomo abbastanza vago che va verificato con visita (potremmo pensare a meteorismo come pure a difficoltà digestive gastriche o a dolore di parete, etc.).

Le consiglio, contestualmente, oltre a quanto ho scritto nella replica #8,
di controllare la funzionalità pancreatica (ed epatica) visto che lei ci ha riferito che

<<ad ottobre è stato ricoverato per pancreatite ed operato alla cistifellea>>.

Saluti
[#12]
dopo
Utente
Utente
Buona sera,
torno a scrivere in quanto oggi mio padre ha di nuovo fatto le analisi del sangue. L'emoglobina da 12,3 é 12,2, le piastrine sono scese da 244 mila a 197 mila. Purtroppo non siamo riusciti a parlare con il medico per avere un suo parere. Che ne pensate? E' normale? Grazie
Saluti
[#13]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 41
Sono fluttuazioni, lievissime dell'Hgb, e delle piastrine che non consentono giudizi precisi.

Una analisi attendibile necessita di valutazioni cliniche sul paziente oltre che di quanto le ho surriferito nella replica #8.

Saluti
[#14]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.2k 2.3k 74
Nulla di rilevante al momento.

Saluti

[#15]
dopo
Utente
Utente
Salve,
mio padre ha rifatto le analisi ieri e sotto consiglio del dr. Quatraro abbiamo chiesto al suo generalista di aggiungere anche la conta reticolocitaria e funzionalità pancreas e fegato.
Questi sono i risultati:
Emoglobina 12,4
Piastrine 220 mila
Reticolociti 1,40 % 61880 mm3
RetHe 28,5 pg
Transaminase ASAT( S.G.O.T) 15 u/l
Transaminase ALAT ( S.G.P.T) 15 u/l
Amilasemie 90 u/l
Vitamina D 27,0 ng/ml

Tra gli altri valori vi segnalo solo il Calcio un po' basso 2,14 mmol/L gli altri sono nella norma. Vorrei sapere cosa ne pensate, se per voi é in fase di miglioramento. Grazie
[#16]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 41
Direi che sono valori stabili che fanno ben sperare nel recupero.

Saluti
[#17]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.2k 2.3k 74
Tutto nella norma. A presto.

[#18]
dopo
Utente
Utente
Grazie per le vostre risposte tempestive.
[#19]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 41
Si figuri.

Non dimentichi, nei controlli che farà, di includere anche la ricerca dela sangue occulto fecale, come la avevo già specificato.

Saluti
[#20]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.2k 2.3k 74
Ci aggiorni. Le saremo vicino.

Saluti
[#21]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,
rieccomi qui.
Stamattina ancora analisi del sangue ma solo emocromo.
Emoglobina 12,2
Piastrine 224 mila.
Sembra si sia bloccato su questi valori. Come mai? perché più di questo non salgono? Mio padre fisicamente si sente meglio ma i valori sono sempre gli stessi. Grazie.
Distinti saluti
[#22]
dopo
Utente
Utente
Salve,
Torno a scrivere sempre per il problema di mio padre. Come da prescrizione del gastroenerologo sta effettuando analisi del sangue una volta a settimana. I valori sono rimasti stabili. La settimana scorsa l'emoglobina era a 12,7 e le piastrine quasi 230 mila. Oggi ha rifatto le analisi ed i risultati sono cambiati un po, l'emoglobina é a 12,6 e le piastrine sono scese a 190 mila. I leucociti sono nella norma 5200 peró i linfociti sono bassi 452. Che significa? Come mai queste differenze? Vi sarei grati se potreste rispondermi ancora. Cordiali Saluti
[#23]
dopo
Utente
Utente
Vi scrivo ancora perché non ho avuto risposta alle mie ultime 2 repliche. Come mai? Mi avevate detto ti tenervi aggiornati ma non mi rispondete. Il gastroenerologo dice di non preoccuparsi vorrei sapere solo se la pensate allo stesso modo. Quello che ci preoccupa sono i linfociti bassi.
Se avete ancora la possibilità di aiutarci a capire ve ne saremo grati altrimenti grazie lo stesso per il vostro aiuto. saluti
P.S. vi riporto le analisi complete qui di seguito.
Leucociti 5510
Ematite 4610000
Emoglobina 12.6
Ematocromo 38.5
VGM 83.5
TCMH 27.3
CCMH 32.7
Indice distribuzione ematite 14.6

Formula Leucociti
Neutrofili 85.1% 4689
Eosofili 0.5% 28
Basofili 0.2% 11
Linfociti 8.2% 452
Monociti 6% 331

Piastrine 189 mila
[#24]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 41
Gentile utente,
premetto che nel coacervo di repliche, le sue mi erano sfuggite,
pertanto confermo la disponibilità,
non senza dispiacere (penso di interpretare anche per il collega Cosentino) per il suo "grazie lo stesso"
(glielo dico per mia innata schiettezza).

Leggendo le sue repliche però verifico che le due rimaste senza risposta evidenziavano scarni dati per osservazioni probanti.

Inoltre vedo che manca la ricerca del Sangue Occulto Fecale che ritenevo importante monitorare.

Il suo ultimo resoconto, con quache dato in più, denota segni di neutrofilia relativa con linfopenia ovvero una condizione caratterizzata da riduzione dei linfociti nel sangue periferico.
Essa è per lo più legata ad estesi processi distruttivi del tessuto linfoide, e può comparire anche come conseguenza di varie forme di stress (per es. traumi, emorragie, farmaci citotossici, malattie infettive acute), ed altri quadri morbosi.

Quindi, concluderei dicendo che:
è positivo che lei dica
<<Mio padre fisicamente si sente meglio>>,
ma è una situazione che chiaramente va ancora costantemente ed attentamente monitorata sul campo.

Cordialmente
[#25]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore?
mi fà piacere che mi abbia risposto e mi scuso se forse ho usato una terminologia sbagliata. Non volevo offendere nessuno anzi vi sono veramente riconoscente per il vostro aiuto. Spero che questo messaggio arrivi anche al Dottor Cosentino. Tornando a mio padre posso dirvi che é tornato a lavorare part time (abbiamo un ristorante). ed ieri ha avuto febbre a 38 che pero' é passata solo con paracetamolo. Abbiamo consultato il medico che si occupa della sua prostatite batterica e ci ha detto di non allarmarsi se non ha febbre alta che non scende facilmente e se urina normalmente. Come ho detto prima il gastroenterologo ci ha detto che é normale che ci sono un po' di sbalzi nei valori perché ci vuole tempo per recuperare. Oltre a questo non ci hanno detto di fare altri analisi pero' noi siamo preoccupati. Potrebbe esserci qualche altra patologia che non é stata trovata? Il fatto che é tornato a lavorare e che qui da una settimana stà facendo molto caldo potrebbero incidere sui suoi valori? Grazie e scusatemi ancora se vi sono sembrato scortese nei vostri confronti.
Saluti
[#26]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.2k 2.3k 74
Gentilissima,

Mi scuso anch'io di non aver prontamente risposto alla sua mail. Credo che questo sia da considerare un momento di tranquillità per suo padre e ci auguriamo che possa continuare. Se suo padre ha ripreso a lavorare è questi è un buon segno. Non mi sembra che ci siano segni di sanguinamento per cui attenderei e valuterei l'evoluzione. I medici lo stanno seguendo scrupolosamente e mi sembra, quindi, che sia in buone mani.

Cordialmente

[#27]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 41
Molto bene.

Ora che ci siamo riuniti nel consulto,
mi permetto di sottolinearle che non si deve far altro che seguire la situazione e valutarne l'evoluzione.

Non so perchè una banale ricerca periodica del Sangue Occulto Fecale non sia inclusa nei controlli periodici (visto che si è trattato di un sanguinamento digestivo).

Comunque, a parte questo, non possiamo far altro che riaggiornarci.

Cordialmente
[#28]
dopo
Utente
Utente
Salve,
Ringrazio entrambi per l'aiuto che ci state dando. Vi scrivo solo per informarvi che giovedi 7 giugno mio padre ha appuntamento in ospedale con il gastroenterologo che si é occupato di lui quando era ricoverato. Volevo chiedervi se é il caso di fargli fare qualche esame specifico prima dell'appuntamento in modo da non andare a consulto a mani vuote. Saluti.
[#29]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.2k 2.3k 74
Mi era sembrato che fosse stato seguito bene dal gastroenterologo per cui lascerei che fosse lui a indicare eventuali ed ulteriori accertamenti. Credo, in definitiva, che bisognerebbe accertare se c'è ancora sanguinamento, anche microscopico per cui la ricerca del sangue occulto, come più volte il collega Quatraro, ha consigliato, potrebbe essere un esame utile da eseguire prima della visita.

Cordialmente

[#30]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 41
Probabilmente non si è accorto o non tiene in considerazione il mio reiterato suggerimento,
... molto sommessamente ho proposto una "banalità" a mio avviso importante,
... senza ricevere risposta:

"ricerca periodica del Sangue Occulto Fecale".

Cordialmente
[#31]
dopo
Utente
Utente
Salve,
Torno a scrivere per farvi il resoconto della visita del 7 giugno dal gastroenterologo. Inizio con dirvi che dalle analisi che ha fatto il 5 giugno prima della visita l'emoglobina era a 13 e le piastrine a 245 mila. Mio padre ha spiegato al medico che si sente meglio ma ha sempre dolore alla bocca dello stomaco quando resta seduto per molto tempo e che a volte da seduto alzandosi ha un po di vertigini che poi passano. Il gastroenterologo gli ha detto che potrebbe trattarsi di qualche diverticolo o polipo. Gli ha fissato un'appuntamento per il 4 luglio per fare un esame che qui si chiama Entero Scanner penso sia in italiano Entero Tac. Fino ad allora deve fare le analisi del sangue 1 volta al mese. Abbiamo chiesto se era il caso di fare la ricerca di sangue occulto nelle feci ma ci ha risposto di no per il momento. Il suo medico di famiglia gli aveva dato una cura di ferro x un mese che ha terminato ed il gastroenterologo ha detto di non continuarla. Aspetto con impazienza un vostro riscontro. Grazie. Saluti
[#32]
dopo
Utente
Utente
Salve,
Torno a scrivere dopo 2 annj in quanto a mio padre ha avuto un'altra emorragia digestiva il 5 agosto.
Il 18 luglio ha avuto ancora una volta una prostatite batterica da Proteus Mirabilis e dal 20 luglio ha iniziato terapia antibiotica con Oflocet 200 mattina e sera per 1 mese. Dal 2 agosto però inizia ad avere stipsi e feci scure quindi decide di andare all'ospedale per accertsmenti. Lo rimandano a casa con emoglobina a 11.9 dicendogli di non preoccuparsi e di controllare le feci se sono ancora scure. Il 5 agosto ritorna in ospedale perché le feci sono ancora scure e gli trovano emoglobina a 10 . Decidono di tenerlo sotto osservazione. Il giorno dopo gli fanno una prima trasfusione 2 sacche di sangue perché emoglobina scesa ad 8.4 e lo trasferiscono allo stesso ospedale di 2 anni fa Hopital Beaujon vicino Parigi specializzato in problemi digestivi. Li gli fanno fibro e colonscopia. Trasfusione di altre 2 sacche di sangue. Con la fibro non trovano niente però gli mettono la videocapsula. Dalla colonscopia trovano un polipo pieno di sangue che asportato. Gli fanno una Tac di controllo che risulta negativa. Gli fanno elettrocardiogramma e trovano piccolo soffio al cuore che dicono dovuto all'emorragia. Il giorno dopo emoglobina 8.7 altra trasfusione di 2 sacche di sangue. Risultati della videocapsula trovata angiodisplasia al duodeno. Decidono di fargli enteroscopia doppio pallone. Gli mettono flebo con prodotto cicatrizzante. Dal enteroscopia nessun sanguinamento in atto trovano solo diverticoli al tenue che secondo la dottoressa non sono operabili però causa del emorragia. Emoglobina sale a 10 senza trasfusione. Lo tengono sotto controllo. Siccome fa ancora feci un po scure fanno esame di sangue occulto che risullta negativo. Il polipo asportato viene fatto esaminare e risulta negativo. Il professore del reparto decide di dimetterlo però deve tornare il 26/08 per rifare la videocapsula. Stamattina viene dimesso dopo aver ricevuto una flebo di ferro e con valore emoglobina a 9.6. Per il soffio al cuore gli hanno fissato appuntamento per il 27/08 per effettuare ecografia alla carotide. Che ne pensate? Il valore dell'emoglobina non é ancora troppo basso per dimetterlo? La dottoressa che l'ha curato pensa non ci siamo piú sanguinamenti, voi siete dello stesso parere? Spero di avere una vostra risposta. Grazie.
[#33]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.2k 2.3k 74


>> Risultati della videocapsula trovata angiodisplasia al duodeno.<>

Che fine ha fatto questa angiodisplasia (dimensioni ?) che può essere causa di sanguinamento.?



Saluti






[#34]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 41
Mi sembra una riproposizione di quanto già successo
e da lei citato
<<Effettuata l'eterospcopia il medico ci spiega che le angiodisplasie viste con la videocapsula non sono state trovate pero' ci sono vari diverticoli al tenue>>.

N.B.: eviti doppi consulti
https://www.medicitalia.it/consulti/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/430452-emorragia-digestiva-2-anni-dopo.html
[#35]
dopo
Utente
Utente
Grazie delle vostre risposte. La dimensione dell'angiodisplasia non la conosco. Ci hanno detto che dopo l'enteroscopia non c'erano sanguinamenti in atto e non hanno più parlato dell' angio displasia. Il mio non è un doppio consulto solo che anche questa volta non siamo riusciti a capire da cosa è dovuata l'emorragia. Siccome come vi ho detto il 26/08 mio padre deve tornare in ospedale per rifare la videocapsula, mi potete consigliare qualche domanda da fare al gastroenterologo?. Grazie ancora della vostra disponibilitá.
[#36]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.2k 2.3k 74
Siamo girando attorno al problema........

É stata già individuata con la videocapsula una causa di emorragia (l'angiodisplasia)


Non so cosa ci sia altro da dire.


[#37]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 41
Il caso, ampiamente dibattuto, non presenta elementi di novità.

Sia la dinamica pregressa che quella attuale,
come le ho scritto,
sono pressochè sovrapponibili,

... e le angiodisplasie sono un elemento di certezza già emerso
che giustifica ampiamente la dinamica emorragipara.
[#38]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.2k 2.3k 74
Personalemnte non ho altro più da aggiungere al consulto visto che non si fa altro che ripetere sempre gli stessi concetti.


Auguri per suo padre.


[#39]
dopo
Utente
Utente
Salve,
Sono completamente d'accordo con voi quando dite che si tratta della stessa situazione di 2 anni fa e che l'angiodisplasia sia causa del sanguinamento. Quello che non riusciamo a capire é che come 2 anni fa prima con la videocapsula ci dicono che l'angiodisplasia è la causa del emorragia e poi dal enteroscopia ancora una volta non trovano più sanguinamento ed invece ci dicono che il problema sono i diverticoli al tenue che non sono operabili. A voi sembra coerente? Mio padre secondo voi deve continuare a vivere sempre con la paura che oggi o domani puó avere un'altra emorragia?
Grazie ancora della vostra disponibilitá
[#40]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.2k 2.3k 74
Fosse mio padre cambierei ospedale ...... (Come ultima considerazione..),





[#41]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 41
Certo,
la sua perplessità è legittima,
... purtroppo via web abbiamo il grosso limite di non avere il diretto controllo del caso clinico,
elemento indispensabile per dare una oggettiva risposta alle sue perplessità.
[#42]
dopo
Utente
Utente
L'idea di cambiare ospedale ci è venuta anche a noi però parlando con vari medici che conosciamo tutti sono dello stesso parere che l' Hopital Beaujon di Clichy, dove è attualmente seguito e dove è stato anche 2 anni fà, abbia uno dei miglior reparti di gastroenterologia di Parigi per questo non abbiamo cambiato ospedale. Voi che trattate la stessa specialità ne avete sentito parlare?
Grazie.
[#43]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 41
Personalmente
mi dissocio nettamente dalle ultime osservazioni,
poichè
non condivido per nulla e condanno nettamente questo atteggiamento critico
nei confronti di colleghi sicuramente preparati
che hanno la gestione e la precisa conoscenza del caso clinico,
e che potrebbero certamente fornire adeguate argomentazioni
a chi, come noi, esprime solo una opinione via web
condizionata da una ovvia limitatezza di informazioni
quali quelle che lei può essere in grado di fornirci.

Non penso di poter aggiungere altro a questo consulto.

Auguri per suo padre.

La prostatite è un'infiammazione della prostata molto diffusa. Si manifesta con bruciore alla minzione, può essere acuta o cronica: tipologie, cause e cura.

Leggi tutto