x

x

Infezione da candida

👉Quando prendere i fermenti lattici e perché

Buonasera e grazie in anticipo a chi avrà la cortesia ed (il tempo sopratutto!..) di rispondermi. Premetto che un anno e mezzo fa sono stato operato con gastectomia subtotale per adenocarcinoma (pT4,pN+8/15 M0) sottoposto a chemioterapia adiuvante schema EOX. 10 giorni fa ho cominciato con dolori ai lati del collo ed in seguito mal di gola e difficoltà a deglutire, dopo un paio di giorni non riesco più nè a mangiare nè bere, preoccupato per i sintomi sono andato dal medico di base il quale mi ha guardato in gola e mi ha ordinato del cortisone(Bentelan) non avendo beneficioho telefonato all'oncologa per una visita di controllo la quale solo mentre ero già uscito e stavo andando via mi ha chiamato ed ha voluto guardarmi in gola (per fortuna!) vedendo subito che avevo un'infezione da candida probabilmente propagata anche a trachea esofago ed anastomosi perchè quando quel pò di cibo che riuscivo a deglutire sembrava si bloccasse lì. Ora dopo una settimana di fluconazolo 200 mg e mycostatin sciroppo e lansoprazolo al pomeriggio ho sempre 38 di febbre e dolori articolari in particolare un forte dolore all'ipocondrio destro e sootosternale, e da 4 giorni faccio fatica ad orinare pur avendone spesso lo stimolo. Scusate ma è normale questo decorso? io avevo percepito che in 3-4 giorni sarei guarito...Grazie
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Gentile utente,
penso che una diagnosi, sospettata clinicamente debba essere supportata con indagini diagnostiche, magari anche banali, come può essere il tampone orofaringeo per il riscontro colturale dell'infezione fungina.
Nei pazienti immunocompromessi, come possono essere le persone con i problemi da lei citati, le infezioni da Candida possono colpire l'esofago e diventare potenzialmente sistemicche, causando una condizione molto più grave, un fungemia chiamata candidemia.
La Candida albicans può sviluppare una resistenza ai farmaci antimicotici.
Infezioni ricorrenti possono essere curabili con altri farmaci antifungini, rispetto a quelli da lei citati, ma si può sviluppare resistenza anche a questi farmaci alternativi.
Pertanto nel suo caso, considerando i suoi sintomi per così dire extra.esofagei come il dolore all'ipocondrio destro e le difficoltà minzionali prevederei la possibilità di indagini di carattere più generale che comprendano anche il suo addome in toto e l'apparato urinario.
Ne parli con il suo curante per individuare da subito la strategia più opportuna.

Saluti

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la gentile risposta, fra una settimana devo tornare dall'oncologa e sentirò cosa mi consiglia anche in base all'evoluzione della malattia. E' come un pò sospettavo perchè ho i globuli rossi ed ematocrito bassi, la bilirubina al doppio del valore (gilbert?) e sopratutto dopo la chemio mi trovo spesso con la gola e la bocca asciutta al punto da farmi male specialmente la notte, condizioni che ho visto favoriscono l'insediamento della candida. Probabilmente poi gli antibiotici mi avranno sovraccaricato i reni o il fegato e sarà per questo che ho male al fianco destro da far fatica a muovermi e respirare.Avevo il terrore di una ripresa della malattia ma l'ultima TAC ed i marker vanno bene.Grazie e buona giornata.
[#3]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Si figuri.

Distinti saluti

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio