Utente cancellato
Salve Dott..sono una ragazza che soffre di gastrite nervosa, e da circa un mese che soffro di senso di costrizione in gola come se avessi qualcosa in fondo alla lingua che non riesco a deglutire, come una palla, contattando un otorino e facendomi la visita endoscopica ha riscontrato la tonsilla linguale un pò aumentata di volume, mi ha prescritto l'antibiotico e lo spray oki e diciamo che ho alleviato un pò il sintomo ma non è passato,infatti sarà stato forse lo spray ma da circa una settimana che la bocca dello stomaco si lamenta, ho il classico buco nello stomaco e senso di pienezza, adesso contattando il mio medico generico mi ha detto che per lui è una questione di reflusso questo senso di corpo estraneo in fondo la ligua e mi ha prescritto pantoprazolo al mattino, gaviscon dopo pranzo e dopo cena e magralibi sciroppo alle 10 e alle 18...ma secondo lei facendo questa cura riesco a sistemare sta tonsilla linguale??? e poi per ultimo volevo chiederle siccome da qualche giorno che si è risvegliata la gastrite, ma ho strani sintomi del tipo: quando ho il classico buco nello stomaco avverto sudorazione e forti capogiri quasi da non poter camminare, è possibile avere questi sintomi con un attacco di gastrite.?..

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
L'infiammazione del faringe e della tonsilla linguale potrebbe essere un sintomo extraesofagei del reflusso. Prima però è necessario diagnosticare la effettiva presenza di reflusso esofageo. Pertanto è consigliabile una gastroscopia come primo esame diagnostico.
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
214199

dal 2015
Grazie dottore quando mi sentirò pronta psicologicamente provvederò a farla, visto che è un'esame un pò particolare...e invece la gastrite potrebbe dare sintomi di sudorazione intensa,capogiri e instabilità nel camminare?

[#3] dopo  
214199

dal 2015
salve dottore sono stata dal gastroenterologo e mi ha confermato il reflusso gastroesofageo dandomi del lucen mattina e sera , 3 volte al dì bustine di riopan e compress digerent prima di pranzo e cena.... ho iniziato oggi, ma da ieri sera che avverto una sensazione di poco passaggio d'aria dalla gola, sento che in quella parte ci sta qualcosa di gonfio, per respirare devo aprire la bocca...somigliano molto ai sintomi che avevo da piccola prima dell'esportazione delle "classiche tonsille" scusi il termine ma non so come si chiamano, mi sembra per certi istanti di andare in apnea...allora prendo aria aprendo la bocca, cosa mi consiglia forse è meglio contattare un' altro otorino? sento un'ostruzione respiratoria in fondo la gola e quando sto con la bocca chiusa sembra che si crea una barriera tra il sopra e il sotto del palato cioè che si uniscono. Grazie anticipatamente..

[#4] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Consiglierei qualche goccia di ansiolitico che quasi certamente attenuerà il disturbo.
Dr. Roberto Rossi

[#5] dopo  
214199

dal 2015
dottore io prendo mezza xanax al giorno da quando è morto mio papà due anni fa, e cmq la sera quando gli avevo scritto dei sintomi respiratori,contattando il mio medico telefonicamente ho preso due compresse di bentelan da 1 mg ciascuno e la cosa strana è che prendendo il bentelan per 48 ore sono stata meglio da punto di vista dell'ostruzione respiratoria in gola, la sensazione di qualcosa di strano e gonfio in fondo la lingua la sentivo meno ...e adesso finito l'effetto bentelan mi sa che si sta ripresentando il sintomo, cmq domani ho un'altra visita da un'altro otorino. La mia difficoltà è quando parlo sento in fondo la gola come se ci fosse un'ostacolo, infatti ho la voce stanca e rauca...nel mese di agosto l'otorino mi disse di avere una tonsilla linguale un pò aumentata di volume e che toccava l'epiglottide, e dico io non c'è cura? con l'antibitico non ho fatto niente. Grazie, spero e mi auguro di non disturbarla più!

[#6] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
certamente la ipertrofia della tonsilla linguale può causare sintomi fastidiosi. La terapia cortisonica potrebbe dare risultati,ma certamente la competenza è dell'otorino.
Dr. Roberto Rossi

[#7] dopo  
214199

dal 2015
Grazie infinte dottore, vediamo domani cosa esce dalla visita endoscopica...

[#8] dopo  
214199

dal 2015
Gentilissimo dott. Rossi, ho fatto un'altra visita da un chirurgo otorino e valutandomi attentamente, infatti non farò più una visita del genere, mi ha detto che la gola è apposto,c'è un'ipertrofia della tonsilla linguale ma i miei sintomi mi ha detto che sono legati alla presenza di reflusso gastroesofageo...Come cura mi ha dato lucen da 40mg mattina e sera, riopan 3 volte al dì, compresse digerente prima di pranzo e cena per un mese....e ismigen da fare 10 giorni al mese per tre mesi...Ma secondo lei non è pesante fare 2 volte al dì il Lucen da 40mg? e come cura che ne pensa, va bene per sistemare questo reflusso e far sparire questa maledetta sensazione di corpo estraneo in gola? Grazie

[#9] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Se è effettivamente presente reflusso la terapia èceryamente adeguata..... Però è , come le ho già detto, necessario fare una diagnosi certa.
Dr. Roberto Rossi

[#10] dopo  
214199

dal 2015
ma un reflusso dà questi sintomi? cioè: ipersecrezione di muco nella gola, nel retrofaringe cioè sento che dall'ugola per capirci scende del muco ma che mi viene difficile espettorarlo, poi ogni tanto avverto dolore non esagerato ma fastidioso in un solo orecchio e toccandolo sento un pò di liquido, il reflusso può dare questi sintomi?....ma per controllare l'esofago oltre alla gastroscopia cosa si può fare di meno invasivo? Grazie..

[#11] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Nulla.
Dr. Roberto Rossi

[#12] dopo  
214199

dal 2015
Salve dott. Rossi la ricontatto a distanza di molto tempo per un problema che riguarda sempre la gastroenterologia, in pratica da circa un mese ho fastidio nella bocca dello stomaco cioè il classico buco tipo fame ho fatto una curetta datami dal gastroenterologo come pantoprazolo 40mg al mattino poi digerfast dopo pasti e spasmomen alle 10 e alle 18.....ho risolto lievemente il problema. Una settimana fa nonostante facessi la cura si è ripresentato il buco nella bocca dello stomaco che non riuscivo a curare allora ho lasciato tutto per il nervoso visto i pochi risultati ed ho assunto una compressa di ranitidina 150mg alla sera e una al mattino le sembrerà strano ma non ho più il buco nello stomaco non mi sembra vero, l'unico però fastidio che mi rimane è che da due giorni mi tormenta è che subito dopo i pasti mi gonfia la pancia diventando molto dura e una tensione epigastrica come se avessi una palla poggiata sullo stomaco e questo mi crea disagio....allevio istantaneamente il sintomo eruttando oppure mettendomi sdraiata a pancia sotto....adesso vorrei sapere :...1) cosa puo' essere? 2) insieme al ranidil cosa potrei associare per questo sintomo che ho dopo i pasti ? Una volta per questo tipo di problema ho associato compresse di digerent prima dei pasti...grazie

[#13] dopo  
214199

dal 2015
Dimenticavo dott.... poi butto molta aria (flatulenza) quando mi gonfia così la pancia.....ma tutti questi miei sintomi possono essere riconducibili ad un'ernia iatale? Perché ad esempio l'altra notte dormendo involontariamente a braccia distese in alto tutta la notte poi al risveglio avevo forte acidità e la tensione epigastrica e quella zona era tipo contratta...

[#14] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Il disturbo potrebbe essere anche funzionale ma sarebbe consigliabile una gastroscopia con la quale sarà possibile valutare la presenza di reflusso ed eventualmente una infezione da Helicobacter .
Dr. Roberto Rossi

[#15] dopo  
214199

dal 2015
Ho fatto l esami delle feci ed è risultato negativo l helicobactery. .....