Utente 222XXX

Dopo aver mangiato un’insalata credo non ben pulita e anguria fredda, ho avuto tre giorni di diarrea, non violenta ma consistente in 3-4 eventi giornalieri e completamente liquida.
Vedendo che dopo 3 giorni non passava con rimedi naturali il farmacista mi ha dato bimixin che ho preso 3 volte al giorno per due giorni e ha bloccato tutto immediatamente.
Tutto ok per due giorni, poi malauguratamente ho preso un caffè ed è ricominciata, sempre senza dolori.
Ho fatto rigorosamente dieta riso, mela banana per due giorni e vedendo che non andava via, la guardia medica mi ha detto di riprendere bimixin e dissenten e continuare dieta, perché probabilmente non ero guarito completamente.
Ma mi ha messo il sospetto di verificare se le feci erano verdi perché il quel caso si sospetterebbe la salmonella.
Ho fatto tutto come prescritto e la diarrea si è fermata il giorno dopo, ma ho notato che talvolta le feci hanno una colorazione che non è marrone ma è verso il verde (non quello di una foglia verde sull’albero, più simile ad un passato di piselli o ceci ) comunque non marrone.
Ho continuato la dieta per altri due giorni ma su suggerimento del medico di famiglia (al quale avevo riferito di sentire una sensazione di gonfiore e di calore interno nella pancia) ho continuato a prendere bimixin + lactofer (fermenti privi di lattosio) arrivando praticamente al quinto giorno.
Ora a distanza di 9 10 giorni dall’inizio, le feci sono regolari ma non ancora completamente solide (piuttosto cremose), il colore è sempre tra il giallo scuro e il verde pisello e mi è restato un doloretto (che non cambia con spuntino) nella parte sinistra quattro dita alla sinistra dell’ombellico ma più in alto verso le costole, quindi poco più in basso a sinistra rispetto alla bocca dello stomaco e ho inoltre una fastidiosa sensazione di secchezza della bocca dal risveglio e per tutta la mattinata.
Posso sospendere il bimixin e non arrivare a 7 giorni come detto dal medico (ho letto che non faccia bene al fegato)?
Posso togliere la parte restante dell’infiammazione con spasmomen?
O devo fare tipo una colonscopia?

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
non possiamo dare indicazioni diverse da quelle stabilite dal suo medico. Ne riparli con lui. Ovviamente, se necessario, può assumere l'antispastico.



Cordialmente
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 222XXX

Gentile dottore, la disturbo per aggiornarla della mia situazione, con la premessa iniziale di non rispondermi di rivolgermi al medico, perchè ovviamente chi si rivolge qui (e a lei in particolare che ha spesso dato delle risposte molto interessanti e articoli ben strutturati) lo fa per avere un supporto informativo in più.
Rispetto alla scorsa settimana vedendo che le cose non miglioravano ho preso ed ottenuto un appuntamento da un gastroenterologo.
Lo specialista mi dice che non sembrano esserci situazioni di allarme.
Ha visionato una eco addome di un anno fa che era regolare.
Ha visionato esami del sangue di marzo che erano regolari e tra questi esame feci negativo per sangue.
Ho riferito il sapore in bocca, il colore delle feci, il borbottio dello stomaco,etc.
Mi dice che il fegato è leggermente ingrossato, cioè si sentirebbe un pochino poco sotto le costole, secondo lui per effetto della compressione dal colon e che avrei una dispepsia successiva ad infezione intestinale virale.
Mi dice di fare una cura 15 giorni e che al momento non ritiene opportuno fare eco o colonscopia.
Avendogli detto che tra giorni vorrei fare delle analisi in vista di visita endocrinologo (piccolo nodulo tiroide) e se era il caso di fare dei controlli, mi ha dato un elenco di routine (emocromo, fegato, glicemia, etc.)
Mi ha prescritto:
- kaleidon bustine
- esomeprazolo per brontolio stomaco
- spasmomen
- diosmectal
e ha concluso: se tutto passa archivi la pratica.
Le chiedo a questo punto la cortesia di dirmi:
- se avessi qualcosa di piu serio (pancreas, fegato) l'eco di un anno fa non è un po' troppo antica?
- esame feci (sangue occulto) negativi a marzo sono da rifare adesso?
- per quale motivo non mi è stato prescritto esame parassiti (forse dopo 10 giorni scompaiono comunque?)
- questo indolenzimento che ho alla schiena (verso destra sia parte bassa che a metà) può entrarci qualcosa con la faccenda del fegato?
- il riferimento al virus è corretto (cioè mi pare di sapere che le infezioni virali si risolvono in 3 4 giorni)?

In questo momento la situazione è questa.
Il sapore in bocca è leggermente migliorato (è di tipo acido e non propriamente amaro come potrebbe essere un amaro digestivo).
Ieri pomeriggio dopo aver mangiato minestrina in brodo e fettina ai ferri, le feci erano di colore normale ma diarrea e solo la parte finale non acquose ma pastose.
Questa mattina (dopo aver mangiato ieri sera coniglio in casseruola senza aggiunta di condimenti, patate lesse, mela e banana), ho avuto improvviso stimolo intestinale e poche feciche sono state precedute da forte aria con contemporanea emissione di muco trasparente.
Successivamente ulteriore stimolo intestinale per tre volte, sempre con aria, poco muco e feci scarse di colore più chiaro a pezzetti corti e sottili non acquose ma non consistenti.
Secondo lei il decorso è positivo e che tempi posso preventivare per tranquillizzarmi (uso questo termine perchè ovunque anche su questo sito non si parla mai di 15 giorni come il mio caso e questo ritardo viene spesso interpretato come preoccupante). Devo aspettarmi recidive diarroiche nei prossimi giorni?
Devo insistere per fare qualche altro accertamento?

Grazie anticipatamente a lei o in caso di impossibilità ad altro suo collega che ritenesse di dire la propria.















[#3] dopo  
Utente 222XXX

Gentili dottori,
Ho fatto alcune analisi che sono quasi tutte perfette (bilirubina, transaminasi, emocromo, amilasi).
Segnalo solo che la ferritina è 215 (su massimo 274) e che la sideremia è 66 (su minimo 35) e che sei mesi fa la ferritina era 176 e la sideremia 110.
Le analisi delle feci sono a posto, compreso sangue occulto e parassitologico, soltanto che la calprotectina è >300 (>200 infezione intestinale severa).
La diarrea è scomparsa ma devo andare in bagno in media 2 o 3 volte perchè ho la sensazione che il movimento nelle prime ore della mattinata mi porta a riavere la necessità di svuotamento dell'intestino.
Il dolore addominale o meglio l'indolenzimento non è ancora scomparso.
Questa calprotectina mi preoccupa che cosa dovrei fare?

[#4] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'aumento della calprotectina potrebbe far pensare ad una forma infiammatoria intestinale. Da valutare l'opportunità di effettuare una colonscopia.

Saluti

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente 222XXX

Prima della risposta avevo prenotato una colon scopia che ho eseguito oggi.
Purtroppo non ho potuto parlare con lo specialista perché ero ancora sedato e dopo a causa della numerosità dei pazienti il medico non c’era.
Mi hanno dato appuntamento tra una settimana.
Il referto scritto che mi è stato consegnato dice quanto segue:
Esame condotto in sedazione profonda.
Introduzione agevole dello strumento.
Esame condotto fino a visualizzare 5 cm di ileo a mucosa regolare.
Nel sigma si asporta polipo sessuale di circa 0,4 cm.
No alterazioni patologiche nel restante tratto esaminato
A livello di canale anale presenza di noduli emorroidali congesti non sanguinanti.
Biopsie random.


Potete spiegarmelo e darmi qualche rassicurazione?
Questo polipo potrebbe essere pericoloso e fonte di successivo tumore?
Era questo che creava la diarrea e i dolori?
E la riduzione del ferro?

[#6] dopo  
Utente 222XXX

Chiedo scusa inoltre per la prolissità.
Questa mattina ritirando il referto definitivo delle analisi, noto che due esami che erano rimasti sospesi sono ora definitivi.
HELICOBACTER FECALE positivo
TAMPONE FARINGEO - numerose colonie di stafilococco aureo

Presumo che dovrò prendere antibiotici? Questi due batteri c'entrano con la calprotectina?

[#7] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008


Per l'utenza:

>> polipo sessuale <<

E' solo un errore di trascrizione e il termine corretto è

>> polipo sessile <<

Non c'è assolumente d'aver paura per questo piccolo polipo (di cui ancora non abbiamo il risultato istologico) ma che è già stato asportato e non avrà evoluzione.

L'helicobacter e stafilococco non hanno relazioni con l'aumento della calcoprotectina.

Non sono stati effettuati ulteriori prelievi sulla mucosa del colon ?

Saluti

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente 222XXX

Grazie dottore, il referto è esattamente come scritto sopra.
Presumo che possano essere le biopsie random citate nel referto?

[#9] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si, è vero. Attendiamo il risultato.

A risentirci.

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente 222XXX

Dottore grazie anticipatamente.
Riporto il referto istopatologico:

Polipo sigma: polipo iperplastico istologicamente benigno

Biopsia ileo: muco ileale con annessa componente linfoide. Non evidenti alterazioni
istopatologiche di rilievo.

Biopsia retto-sigma: Mucosa colorettale tendente all'assetto polipoide sede di infiltrati
linfocitari.

Le chiedo gentilmente a parte il suo parere:
- annessa componente linfoide è una cosa preoccupante?
- tendente all'assetto polipoide vuol dire che la mucosa ci sta dicendo che si stanno per formare nuovi polipi?
- infiltrati linfocitari vuol dire che c'è ancora una infiammazione dell'intestino?

Io dopo aver preso antibiotico per helico bacter sto molto meglio anche a livello intestinale e sono scomparsi doloretti.
Anche se ogni tanto si verifica qualche piccola ricaduta diarroica.

Secondo lei quando andrà ripetuta la colonscopia?
Grazie per la sua pazienza.

[#11] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si tratta di un'istologia con termini tecnici, ma che sul piano clinico non hanno alcuna valenza. La colonscopia deve essere ripetuta fra 10 anni,

Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Utente 222XXX

La ringrazio per la sua cortesia.
La saluto cordialmente

[#13] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Saluti a lei ed auguroni.

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it