Utente 262XXX
Un grazie a tutti i medici che risponderanno; io ho 24 anni, attualmente sono in cura da un gastroenterologo, e dal mio medico di base curante per un'infiammazione del colon con conseguente infiammazione dello stomaco e dell'esofago dovuta a reflusso, e mancanza di stimolo a defecare con conseguente ristagno di aria e gas nell'intestino. La gastroenterologa che mi ha visitato mi ha trovato pieno di aria nel colon e a suo dire molto chiuso, come se il mio colon fosse in blocco temporaneo: ovvero mi scarico sempre molle con muco una volta al giorno e poi per 2 o 3 giorni non mi scarico proprio, per ripristinare una defecazione devo ricorrere a clisteri mini e grandi a volte. Oltre a ciò mi si infiamma e si distende tutto il colon. Secondo la dottoressa l'aria che non viene espulsa riempiendo il colon sale verso l'alto, lo stomaco e l'esofago. Attualmente mi è stata diagnosticata una bolla d'aria nella parte inferiore dell'esofago, alla bocca dello stomaco per esser precisi e ogni volta mangio o bevo anche poco mi sento tutto il cibo che mi va come sulla schiena e si ferma li per un po.

Per curare questa sensazione mi sono state prescritte: lansoprazolo 30 mg al mattino prima di colazione, domperidone e simeticone prima di ogni pasto (Raxsar e Colinox gocce) e Mesalazina 800 mg insieme a Psyllogel due volte ogni 8 ore.
Nel caso i dolori aumentassero comunque Alginor in gocce e Normix 400 mg per 10 giorni, più esami per intolleranza al glutine, al lattosio e calprotectina fecale.

Purtroppo l'esame a detta della dottoressa più utile (la calprotectina) non posso eseguirlo in quanto non mi scarico e quando accade solo di pomeriggio o sera, e siccome conservando le feci anche tra i 2 e gli 8 gradi verrebbero compromesse (servono fresche di mattina da far analizzare subito cosi dice) non so come poter svolgere l'esame.

Ma la cosa più fastidiosa per me è l'aria...mi riempio senza nemmeno sapere come e poi sento un gorgoglio e sento scendere l'aria nella pancia, ma quando si accumula alla bocca dello stomaco a volte fatico a respirare, è una sensazione davvero spiacevole e mi fa agitare tanto.

Mi piacerebbe sapere se c'è qualcosa oltre al simeticone o al domperidone che può far passare l'aria alla bocca dello stomaco e la sensazione che respiro male ,fastidiosissima.
Mi chiedevo poi se questa bolla d'aria non sia pericolosa...io non so cosa o come sia ma mi immagino una vera e propria bolla in mezzo al canale dell'esofago e mi chiedo se non vado di corpo e non elimino prima o poi mi arriva fino in gola quest'aria se sale ancora un po?

Rappresenta di per se un pericolo o una situazione che può peggiorare se non passa? Non capisco come mai i farmaci non fanno motlo effetto sull'aria e non riescono a farmela eliminare...

Per ultimo preciso che canto..e usando il diaframma nella respirazione non so se peggioro le cose ora che sono cosi pieno d'aria o posso cantare comunque quando riesco. Sono preoccupato che possa prima o poi non riuscire a respirare.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile amico, per prima cosa credo che lei soffra di una sindrome dell'intestino irritabile.
La cosa da risolvere subito è la stipsi.
Può aiutarsi von una dieta ricca di acqua e fibre e con una terapia a base di fermenti lattici.
Non ci dice se ha fatto esami diagnostici e quale è stata la diagnosi (a parte la "bolla" esofagea).
Resto a sua disposizione!
Mi aggiorni se le fa piacere!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 262XXX

La ringrazio molto per la velocità e la gentilezza di risposta.
Attualmente no, ho prenotato il Test del respiro per vedere se ho intolleranze al lattosio ma i tempi sono lunghi, e attualmente sto aspettando l'esame dell'intolleranza al glutine (quello del sangue), rimane come dicevo il problema sulla calprotectina fecale attualmente non scaricandomi non è eseguibile.


La gastroenterologa mi ha detto che non ritiene utile una colonscopia in un ragazzo di 24 anni, dato ci sono effetti collaterali possibili e considerando la mia giovane età; ha solo menzionato un'eventuale gastroscopia se la questione esofago-stomaco non migliora.

Lei ritiene dottore che la terapia prescrittami sia adeguata e soprattutto c'è altro che posso fare per eliminare la sensazione di difficoltà respiratoria?
Mi chiedevo inoltre se può peggiorare questa bolla e causarmi seri problemi respiratori o se posso cantare usando il diaframma senza problemi o pericoli.

La ringrazio molto dottore.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Caro amico, che io sappia, bolle nell'esofago non se ne formano!
La terapia mi appare poco comprensibile.
Ma questo potrebbe essere perché non ho la possibilità di visitarla!
Intanto si potrebbe fare un rx esofagogramma con posizione di Trendelemburg per vedere la situazione dell'esofago.
Prenda ciò che le dico con il beneficio del consulto a distanza!
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 262XXX

La ringrazio, e cercherò di risentire allora la gastroenterola, che aveva parlato di bolla esofagea alla bocca dello stomaco. Magari intendeva altro, anche se ho proprio capito fosse aria che saliva dal colon in quanto non scaricandomi non trovava modo di essere eliminata dal mio corpo. Evidentemente non ho capito del tutto quel che diceva, ma fisserò a breve una visita per risentirla.


La ringrazio del suggerimento. La terapia da quel che sto assumendo è a base di Anti-Infiammatori (Mesalazina) e fermenti lattici , più un antimicrobico Normix e Simeticone per eliminare l'aria. In aggiunta il lansoprazolo dato si pensa che l'irritazione dell'esofago sia dovuta a reflusso.


La ringrazio molto dottore, chiederò alla gastroenterologa se ritiene di potermi far fare l'esame che lei ha suggerito.

Cordiali Saluti.

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Continuo a non comprendere la terapia......
Mi aggiorni se le fa piacere!
Cordialmente!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia