Utente 210XXX
Gentili dottori,

sono un uomo di 37 anni con problemi di obesità.

E' da circa 2 settimane che accuso un leggero dolore all'addome superiore destro (subito sotto l'ultima costola). E' un dolore lieve e discontinuo che, ho notato, sparisce subito dopo l'evacuazione per ricomparire poco dopo. Ho notato, inoltre, che lo avverto maggiormente da seduto mentre, in movimento, non lo avverto quasi per niente.

Di seguito riporto alcune informazioni che possono esserVi utili per meglio inquadrare il mio problema.

Circa 4 anni or sono, per un fastidio accusato al fianco sinistro, ho eseguito una ecografia completa all'addome che ha evidenziato quanto segue:

steatosi epatica con organo di dimensioni lievemente aumentate;
calcolo biliare di circa 20 mm;
cisti polare superiore al rene dx;
presenza di aria nell'intestino (che, lo specialista che mi ha visitato, ha indicato quale causa del dolore al fianco sx).

Ho già prenotato una nuova ecografia all'addome e una visita di controllo dal gastroeneterologo ma, dovendo attendere ancora 40 giorni per l'esecuzione dell'eco, vorrei un vostro parere sul problema segnalato in quanto temo che il dolore che avverto sotto il costato dx possa essere riconducibile a qualcosa di particolarmente grave.

Un'ultima informazione che posso darVi è che circa 3 mesi fa ho avuto per un breve periodo (4, 5 giorni) nausee durante il sonno che, il mio medico di famiglia, ha attribuito ad una gastrite da stress.

Grazie per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Credo che il problema sia quello già diagnosticatole: il meteorismo,
che crea distensione gassosa del l'intestino.

Cordiali Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 210XXX

Credo che stavolta la cosa sia diversa in quanto non ho gli stessi sintomi della volta scorsa (diarrea, crampi e flatulenza).

Stavolta non ho nessuno di questi sintomi. Anche il dolore che avverto è diverso... si avverte in un punto ben preciso (circa 5 cm al di sotto dell'ultima costola dx), raggiunge una certa intensità (comunque sopportabilissima) e poi regredisce e così via.

Potrebbe essere il fegato o il calcolo biliare a creare questo fastidio?

[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Con i limiti del consulto a distanza
ne dubito,
in quanto lei dice
<<sparisce subito dopo l'evacuazione>>
pertanto sembrerebbe legato al colon.

Ad ogni modo è sufficiente una visita diretta per un corretto orientamento.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente 210XXX

Si il fastidio sparisce durante e subito dopo l'evacuazione ma è anche vero che ritorna subito dopo e va avanti ad intermittenza.

In realtà, 4 anni fa ho eseguito anche una colonscopia che non ha evidenziato nessun problema.

Una cosa che ho notato proprio oggi è che in alcuni momenti mi sembra che il dolore mi corrisponde anche alla schiena.

Cosa mi consiglia?

Di attendere con tranquillità l'ecografia e la visita specialistica che farò tra una 40ina di giorni o di eseguire altri accertamenti prima? Eventualmente cosa?

[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Il fatto che la colonscopia sia stata negativa non esclude disturbi funzionali del colon,
... pertanto concordo con lei,
esegua l'accertamento ecografico e si sottoponga a visita specialistica.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente 210XXX

Grazie per le risposte e soprattutto per la pazienza.

Purtroppo sono un pò ipocondriaco e non riesco a stare del tutto tranquillo anche perchè, in questi giorni, il fastidio al fianco è un pò cambiato: ora è come se qualcuno, a momenti si e a momenti no ma sempre quando sono seduto, mi desse dei leggeri pizzichi nella zona del fegato.
Potrebbe essere la presenza del calcolo alla cistifellea che mi provoca questa sensazione di dolore/fastidio o lei propende sempre per un disturbo funzionale del colon?

[#7] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Non sembra un problema colecistico,
le ripropongo la mia replica #1.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente 210XXX

Grazie.

[#9] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Di nulla.

Cordiali Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente 210XXX

Gentile dott. Quatraro,

sto a disturbarla nuovamente perché è da qualche giorno che il dolore che avvertivo subito sotto il costato dx sembra essere sceso più in basso... attualmente lo avverto a metà distanza tra l'ultima costola e la zona inguinale.

Anche la modalità con cui si manifesta sembra esserre cambiata ora sembra più un bruciore che un dolore e ben localizzato. Alla pressione il dolore non aumenta anzi, sembra quasi che la pressione porti sollievo.

Un'altra cosa che è cambiata è che, inizialmente l'evacuazione faceva sparire il dolore (anche se solo temporaneamente); ora invece mi capita di non accusare alcun fastidio prima di andare di corpo e di avvertire il dolore subito dopo l'evacuazione.

Sono molto preoccupato e non so che fare... mi dia un consiglio.

[#11] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Questa variabilità sintomatologica addominale rafforza l'ipotesi di una colopatia funzionale,
pertanto è utile che uno specialista confermi questa mia ipotesi,
che ha i limiti del consulto a distanza.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente 210XXX

Per colopatia funzionale lei intende la Sindrome del colon irritabile?

[#13] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Esattamente.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it