Utente
Salve dottore cercherò brevemente di spiegare il mio problema nella speranza di trovare un rimedio o soluzione . Dal mese di inizio febbraio ho iniziato ad avvertire continue eruttazioni dove nel mio caso non ho mai avuto e con il passare dei giorni e settimane sono andato sempre peggio, nel senso che sono arrivato a non mangiare alcuni giorni mi sento stanco, addome gonfio , nausea e delle volte extrasistole. Questa cosa mi ha messo in allarme dove sono andato dal mio medico curante e mi ha prescritto inizialmente la pantorc da 20mg e la motillium, il risultato nulla di buono. Continuavo a stare a male e una sera ho deciso di andare al pronto soccorso , mi hanno visitato ho spiegato il mio problema e mi hanno aggiunto oltre alla pantorc da 20mg anche la normix e l'enterogermina, faccio questa cura e niente. ritorno dal mio medico curante gli dico che nn sto bene tra cui è passato più di un mese e il dottore mi da anziché pantorc da 20mg quella da 40mg, chiedendogli io se era il caso di fare una colonscopia e lui mi ha detto di no non era il caso visto che le cure che mi sta danno guariscono qualsiasi cosa rileva la colonscopia. Continuo con questa cura ma niente chiamo una guardia medica perché stavo male e mi è stato dato la ranitidina da 300 al posto della pantorc, risultati un po' migliori ma dopo 7 giorni mi ha iniziato a dare prurito sul corpo. Ho fatto l'ecografia addome completo dove è uscito tutto nella norma, nei ultimi esami del sangue mi è uscita la bilirubina alta totale a 2,80 diagnosticata come sindrome di gilbert. Sono arrivato a metà aprile senza nessun beneficio reale i miei sintomi sono tutti i giorni: gonfiore addominale,nausea, a volte diarrea a volte no, continua eruttazione dopo i pasti, stanchezza fisica, e delle volte emicrania.sto facendo una dieta in bianco ma nonostante mangio in bianco il beneficio e minimo e la notte non riesco più a dormire bene. Vorrei capire realmente cosa fare e vero che ci sono stati periodi di stress pero ad oggi mi sembra esagerato continuare così. Spero in una vostra risposta in modo da capire cosa fare o prendere nel frattempo vi ringrazio per il tempo dedicato cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Procederei a questo punto ad escludere eventuali intolleranze, come il lattosio ed il glutine. Si affidi ad un gastroenterologo.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Ok grazie, crede che sia una cosa che si possa risolvere? Grazie cordiali saluti

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Certamente. Ma è importante escludere le eventuali intolleranze.

Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Salve dottore sono andato a fare come lei mi ha consigliato la visita dal gastroenterologo , dalla visita e uscito , addome trattabile, morbido, dolorabile alla palpazione profonda in mesogastrio, dove si apprezzano anse intestinali dilatate e intensamente meteoriche.mi ha dato da eseguire una serie di esami a partire da emocromo con formula,1g A/G/M, anticorpi anti-transglutaminasi, bilirubina frazionata pcr. Esame parassitologico delle feci, dopo EGDS più eventuali biopsie seconda duodenale se tTG positivi. Volevo avere un suo parere sul frattempo la ringrazio distinti saluti

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il collega ha trovato del meteorismo (aria nelle anse intestinale) ed ha chiesto degli accertamenti, fra cui quelli per escludere un'intolleranza al glutine.

Dobbiamo attendere il risultato.

Mi aggiorni.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Va bene grazie

[#7] dopo  
Utente
Salve dottore volevo una sua consulenza per quanto riguarda i problemi di stomaco che mi si stanno ripresentando.dall'ultima volta che ci eravamo sentiti ho eseguito la gastroscopia dove mi è uscita una esofagite da reflusso. La cura che mi è stata data e la seguente , il primo mese esomeprazolo da 40mg più gaviscon dopo i pasti ed altri due mesi di esomeprazolo da 20mg più gaviscon sempre dopo,i pasti. I risultati in questa cura sicuramente mi hanno fatto stare meglio ma non mi hanno eliminato del tutto i sintomi che avevo tipo eruttazione gonfiore alcune volte nausea mal di pancia. Ad oggi che ho terminato la cura più di un mese fa mi ritrovo di nuovo come prima infatti in questi giorni non rieco a mangiare bene perché mi saziò subito, addome gonfio, eruttazioni , mal di pancia improvvisi, rumori nell'addome e tachicardia. Siccome di nuovo mi si stanno presentando questi sintomi ed ogni ogni giorno sto sempre peggio secondo lei cosa dovrei fare. Sarà sempre l'esofagite che mi causa questo problema oppure è altro che nuovamente devo indagare.un'ultima cosa secondo lei è consigliabile ti continuare la cura di prima anche perché il dottore che mi aveva visitato in questo mese è in ferie , quindi ho pensato di chiedere un consulto a lei o eventualmente andare a farmi vedere da un'altro gastroenterologo. La ringrazio per una sua eventuale risposta saluti buon lavoro

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Se alla gastroscopia è stata riscontrata un'esofagite credo che la cosa migliore sia riprendere la terapia a 40 mg. Potrebbe anche essere utile un procinetico (tipo domperidone ) per favorire lo svuotamento dello stomaco.

Noto che era aperto un suo consulto uguale come altro utente. Ciô non ė consentito dalle linee guida.


Saluti



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#9] dopo  
Utente
Salve dottore senta ho riniziato la terapia di esomeprazolo da 40mg solo che in questi giorni ho dei sintomi che credo siano dovuti dall'esomeprazolo. I sintomi che ho sono mal di testa stanchezza fisica alle volte sonnolenza pomeridiana e formicolio durante il sonno alle braccia. Cosa dovrei fare e dovuto dall'esomeprazolo secondo lei oppure no. Le dico questo perché pensandoci bene quando avevo già iniziato questa terapia all'inizio accusavo questi sintomi ma non credevo fosse l'esomeprazolo, ora invece riniziando e avendo di nuovo i stessi sintomi mi è venuto qualche dubbio. Devo sospendere o continuare tranquillamente grazie saluti.

[#10]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Potrebbe realmente essere il farmaco. provi a sospendere per qualche giorno ...



Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it