Esofago di barrett

Gentili Dottori,
avrei necessità di comprendere alla luce degli ultimi avvenimenti, se ai miei sintomi che ora andrò brevemente a descrivere esiste una causa specifica o ancor meglio un 'ipotesi diagnostica da poter eventualmente seguire e prendere in considerazione.
La premessa e' che i miei sintomi cronologicamente hanno avuto inizio esattamente ad una cena effettuata a maggio dell'anno scorso e da li non sono più scomparsi, entrando nel dettaglio durante la stessa ho cominciato ad avvertire un forte senso di oppressione toracica con difficoltà evidenti alla respirazione con senso di lipotimia peraltro mai avvenuta fino ad oggi pur presentando quotidianamente gli stessi sintomi in forma variabile durante il giorno da più sopportabili a meno sopportabili. A questo punto mi reco al Dea e la diagnosi fu attacco di panico...peccato che a me non fosse sembrato, anzi tutt'altro...comunque fatto sta che i sintomi si ripresentano sempre senza tregua e tutti i giorni anche quando non mangiavo, insomma dopo mesi di ripetuti accessi al Dea e niente da fare... Essendo un operatore sanitario un giorno decido di vedere il mio ECG eseguito al dea la sera precedente e noto un sospetto, mi reco dal cardiologo ed il mio sospetto attraverso il test con flessibile viene confermato Sindrome di Brugada pattern II insomma nessuna terapia e non indicazione icd... A questo punto i miei sintomi continuano fino a quando sempre di mia spontanea volontà vado dal mio medico di base per farmi prenotare una Egds...risultato Esofago short barrett con microfocolaio di metaplasia intestinale e cardias incontinente..
Alla fine la mia domanda e' questa...ad oggi ho 29 anni sono sempre stato in buona salute generale fino all'anno scorso...ora tutti i giorni e dico davvero tutti i giorni nonostante la terapia con IPP e debridat prima dei pasti, dopo essere passato da 64 kg da febbraio 2013 ad oggi dove ne peso 57 e sono alto 1,78 mi sento completamente distrutto non riesco a reggere una giornata intera provo continuamente oppressione toracica con dispnea che varia durante la giornata e a volte quando questi sintomi aumentano di intensità cominciò a sbandare in corsia mi gira la testa
e mi sento confuso, ma la cosa peggiore e che davvero questo mi capita tutti i giorni e il senso di lipotimia accompagnato ai sintomi mi impedisce delle volte di poter portare a termine i miei compiti di lavoro quotidiani, senza considerare come mi sento quando arrivano i pasti e il bolo mi scende a questo punto praticamente mi viene anche un aumento della frequenza percettibile al polso che poi tende a scomparire alla fine dei pasti...ora cosa potrei fare visto che le indagini cardiologiche holter prova da sforzo sono negative, analisi del sangue perfette e metaplasia in cura farmacologica per diminuire il reflusso che peraltro e' l'unico dei sintomi che non provo pur avendolo, da cosa derivano questi disturbi? Grazie anticipatamente
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,8k 2,1k 87
Non ê facile fare una diagnosi definitiva senza una visita ditta. Considando la negatività degli accertamenti ci sarebbe da pensare ad una forte base ansiogena, ma questa è una valutazione on line. Per il Barrett starei tranquillo e farei un controllo endoscopico fra 2-3 anni come da linea guida. È indicato un trattamento con IPP.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,
Innanzitutto grazie per la celere risposta...proverò a prendere in considerazione questa possibilità e le faro' sapere...al momento la ringrazio molto per la sua pronta disponibilità ...
Cordiali saluti
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,8k 2,1k 87
Di nulla e mi tenga a sua disposizione.

Auguroni.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio