Utente
Salve,
Premetto che circa 2 settimane e mezzo fa,sono stato sotto terapia antibiotica (klacid 250mg capsule 2 volte al di)per una tonsillite, risolta dopo 7 giorni di terapia.
Il problema, verso il 5-6 giorno di terapia si è presentato nel momento dell'evacuazione incompleta(feci dure a palline nere, con un po di muco in mezzo, con difficolta e bruciore dolore nell' espellerle).
Ho subito provveduto con un clistere, che momentaneamente ha risolto la situazione, che aimè si è ripresentata 2 giorni dopo. Il medico mi ha allora dato prima per 2 giorni 10 gocce di guttalax la sera. ho avuto una piccola colica addominale la mattina seguente(all'inizio feci dure, poi pian piano piu lente)fino a completa evacuazione.
Tutto ok, dopo 2 giorni ancora lo stesso problema, e ho ripetuto il clistere(stavolta è uscito anche un po di sangue rosso vivo), fatto presente il tutto al curante, che mi ha prescritto una bustina di molaxole al di per 3 giorni.
E diciamo che per i 3 giorni, all'assunzione delle bustine fino al 2 giorno senza bustine, le feci si erano un po ammorbidite, pero ho notato un certo senso di nausea e un po di malessere(spossatezza, e siccome faccio palestra, e ci faccio caso, perdita di un po di massa muscolare), con gonfiore alla pancia, specialmente dopo i pasti, che ancora dura.Poi dopo un giorno di nuovo ancora evacuazione difficoltosa, con feci dure, con di nuovo bruciore pazzesco all'ano, e sangue sulla carta igienica.Ora il senso di nausea è passato, da quando non prendo le bustine, pero il senso di pancia gonfia che mi esplode dopo anche un piccolo spuntino, con anche qualche crampo addominale, è rimasta, e con la difficolta ad evacuare ovviamente. Ora mi chiedo, non è che mi è venuto un fecaloma, o qualche tipo di ostruzione intestinale per caso?ho paura che sia stato l'antibiotico a causarmi cio, e adesso non so piu che fare.Pero ho anche una paura pazzesca che possa avere qualche polipo o "peggio", dato che mia madre a 68 anni durante colonscopia di controllo, gli sono stati trovati 2 polipi(di cui uno quasi maligno!), e mo tocchi anche a me.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non vedo motivi di allarme. Deve solo controllare la stipsi con probiotici, fibre ed eventualmmente del polietilenglicole per ammorbidire le feci. NIENTE lassativi.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
I fermenti li avevo anche presi per una settimanella (Lacteol) non ho trovato tanto giovamento, e il medico mi ha detto di sospenderli perché potevano peggiorare la stipsi. Poi c'è il fatto che io sono intollerante al lattosio, e che tutti i fermenti lattici compreso quello che ho preso, abbiano il lattosio. Per ammorbidire un po le feci stavo per prendere laevolac o acqua e limone a digiuno la mattina, ma ora che mi ha consigliato quest'altro prodotto, penso che seguirò il suo consiglio, grazie. L'unica cosa che ancora mi preoccupa e quel poco di sangue che vedo sulla carta, dopo lo sforzo.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non si preoccupi del poco di sangue dopo lo sforzo defecatorio. vedrà che si risolverà assumento il prodotto indicato.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it