Utente
Salve,
1 mese fa ho cominciato ad avvertire dei dolori transitori nella regione intestinale e all'altezza dei reni. Preciso che tali dolori non sono localizzati nella medesima regione ma, talvolta, sono localizzati all'altezza dei reni talvolta all'altezza dell'addome inferiore.

Nel dubbio ho pensato che i dolori fossero dovuti ad un pò di renella in quanto i suddetti sintomi sono accompagnati da urina ben più scura del normale, la quale si schiarisce solo bevendo 1 litro di acqua consecutivamente.

Il medico di base mi ha suggerito di fare un'ecografia completa dell'addome superiore, inclusa la zona relativa ai reni. Nel dubbio ho anche iniziato a bere 2 litri di acqua al giorno (avente residuo fisso < 100 mg/L) ma i dolori sono rimasti immutati, salvo aumentare in presenza di un bicchiere di vino o di un po di bevanda energetica.

Il referto è stato il seguente:
Esame eseguito mediante sonda convex multifrequenza e preset dedicato.
Il fegato appare di dimensioni nei limiti della norma, ad ecostruttura omogenea, esente da lesioni focali ecograficamente apprezzabili.
Non dilatate le vie biliari intra ed extraepatiche.
Colecisti fisiologicamente distesa, esente da alterazioni parietali aggettanti nel liume, alitiasica.
Non alterazioni espansive a carico del pancreas esplorabile limitatamente ai suoi tratti di testa e corpo.
Milza nei limiti, per dimensioni ecostruttura e morfologia.
Reni normali per sede, dimensioni ed ecostruttura.
Conservato il rapporto cortico-midollare bilateralmente
Non segni ecografici di idronefrosi
Alcuni spots iperecogeni al passaggio parenchimo-pielico bilateralmente, di verosimile natura microlitiasica, in assenza di significative immagini di riferimento litiasico.
Prostata di dimensioni nella norma con i seguenti diametri (DT 36 mm, DL 29 mm, DAP 22 mm (vol 12 ml)
L'ecostruttura appare omogenea e apparentemente esente da alterazioni ecotomografice a carattere focale nei limiti risolutivi della metodica.
Vescicole seminali di dimensioni ed ecostruttura nei limiti della norma per l'età del pz.
Vescica normodistesa, normoconformata ed esente da alterazioni endoluminali.

Il radiologo ha ipotizzato una lieve cistite. Il medico di base ancora non ha visionato il tutto in quanto è in ferie.

In attesa di un vostro gentile riscontro

Saluti

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
A distanza e senza visita è difficile dire cosa sia!
Le consiglierei prima una urinocoltura e poi una visita gastroenterologica!
Cordialmente!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore, innanzitutto Grazie.

Circa tre settimane prima di effettuare l'ecografia, alla comparsa dei primi sintomi, ho effettuato l'urinocoltura. Di seguito il risultato dell'esame completo:

ESAME CHIMICO FISICO URINE
Colore:Paglierino
Ph 6,5
Aspetto: Limpido
Peso Specifico: 1,012
Proteine: Assenti
Emoglobina: Assente
Glucosio: Assente
Chetoni: Assenti
Bilirubina: Assente
Urobilinogeno: Assente
Nitriti: Assenti

ESAME CITOFLUORIMETRICO
Emazie: 4
Leucociti: 1
Celule delle basse vie: .
Flora Batterica: 9

URINOCOLTURA
Risultato: Sviluppo di flora batterica mista in carica non significativa


Grazie Infinite

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Esclusa la cistite.
Si faccia visitare (probabile intestino irritabile)!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Grazie Infinite
Premetto che all'inizio dell'anno ho avuto un'influenza curata, sotto consiglio del medico di base, con antibiotico. Da lì in poi ho incominciato a soffrire di meteorismo (tutt'ora ne soffro) e pesantezza intestinale oltre ai sopra citati dolori. Il medico mi aveva consigliato il probiotico Tribif per 10 giorni e la situazione era notevolmente migliorata, ma passato un mese sono addirittura comparsi i dolori.

Forse il problema è che mangio anche molti biscotti integrali (colazione e spuntini vari) ?

Grazie ancora e seguirò sicuramente il consiglio di farmi visitare. A tal proposito se vado da un gastroenterologo sono necessari ulteriori esami?

Cordialmente

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
I probiotici ed i fermenti lattici devono essere assunti per 3 - 4 settimane!
Gli esami si decidono dopo la visita!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
Grazie Gentilissimo Dottore

Purtroppo alcuni medici di base oggi giorno sono un pò approssimativi! Una curiosità: ma i probiotici si possono assumere anche regolarmente un determinato periodo dell'anno o possono avere controindicazioni se non vi sono patologie specifiche?

Ho dimenticato di dirLe che due settimane dopo l'inizio dei sintomi mi è comparsa su un'unghia una vista "macchia bianca" di forma rotonda abbinata ad una generale fiacchezza. Pensando ad una mancanza di vitamine, ho fatto ricorso a Supradyn in compresse ma, all'aumentare di poco dei dolori (forse l'integratore peggiorava la situazione) ho deciso di sospenderlo.

Buona Serata

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
I probiotici non hanno controindicazioni!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente
Gentilissimo, come sempre

Ha da consigliarmi per caso una terapia probiotica a "lunga durata" o qualche accorgimento utile per trattare bene il mio intestino irritabile (alimentazione, ...)

Grazie Infinite

[#9] dopo  
Utente
Un'ulteriore domanda: quindi l'urina scusa può anche essere collegata al problema intestinale giusto?

[#10]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
L'urina scura potrebbe essere concentrata se lei bevesse poca acqua.
Per l'intestino irritabile faccia cicli di fermenti lattici di 3 - 4 settimane ogni 3 mesi.
Alimentazione: evitare eccessi di legumi / vegetali a foglia
Limitare cibi molto grassi / molto speziati / molto ricchi di carboidrati semplici!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#11] dopo  
Utente
Effettivamente se bevo un litro di acqua di seguito l'urina diventa quasi bianca. Mi ero preoccupato perchè al mattino, se non bevo molto, alle volte verso le 12 l'urina è molto scura.

Dunque come probiotico va bene il Tribif o ne consiglia un altro?
L'uso di cibi integrali è consentito?

Grazie Infinite

[#12]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
OVVIAMENTE, COME COMPRENDERA', NON POSSO CONSIGLIARE MARCHI SPECIFICI!!!!!
Ok per i cibi integrali!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#13] dopo  
Utente
Assolutamente comprensibile!

un'ultima domanda (spero): per ridurre un pò la stanchezza/affaticamento si possono usare degli integratori o potrebbero avere controindicazioni?Se si in che misura si possono usare?

Grazie infinite per la Sua Cordialità

[#14]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Sicuramente il suo medico di base potrà aiutarla in tal senso!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#15] dopo  
Utente
Egregio Dottore,
nell'attesa di incontrare il medico di base e in concomitanza con la ricomparsa di un pò di meteorismo, ho ricominciato ad assumere tribif a metà mattinata a stomaco vuoto e devo dire che la situazione sta lentamente migliorando (i dolori sono spariti, solo l'urina è più scura del solito al mattino)

Grazie

[#16]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
di nulla!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia