Utente
Buongiorno
Gentilissimi dottori, ho un quesito da porvi che mi spaventa tanto.
Giovedì scorso sono andato dal dentista e ho effettuato un devitalizzazione, il dentista per disinfettare i dotti canalari ho utilizzato l’ipoclorito di sodio, ma avendo montato male la diga di protezione, ho ingoiato l’ipoclorito di sodio. Ho sentito un forte bruciore alla gola, come se qualcuno mi mettesse del fuoco alla gola. Quando ho potuto parlare ho riferito l’accaduto al dentista, che mi ha detto che non avrebbe creato problemi, tranne forse un mal di pancia, anzi ironizzando dicendomi che” mi ero disinfettato la pancia”.
La sera stessa dell’intervento la gola mi bruciava moltissimo anche solo per deglutire dell’acqua, bruciore allo stomaco. Mi sono recato dal mio medico curante che mi ha dato del colluttorio e del riopan per 10 giorni dicendomi di avere la mucosa molto infiammata. Ancora oggi la gola mi brucia e ho ancora il bruciore allo stomaco.
Vorrei gentilmente sapere se avere ingerito l’ipoclorito di sodio possa, provocarmi danni all’esofago, stomaco o intestino,ormai non faccio che pensarci, e sto impazzendo su internet per trovare delle risposte o il medico a cui possa rivolgermi. Infatti ho deciso di non ritornare dal dentista anche se non ha completato il suo lavoro, ho troppo paura, anzi ora solo l’odore della candeggina mi fa terrore.

Grazie


[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Assolutamente no. La dose ingerita è del tutto trascurabile. Non si allarmi.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile amico, in primo luogo occorrerebbe conoscere quantità e concentrazione dell'ipoclorito ingerito.
Se la quantità è lieve e la diluizione alta, può bastare un breve periodo di trattamento con inibitori della pompa protonica ed alginati.
Se la quantità è abbondante e la concentrazione elevata, occorre recarsi in Pronto Soccorso per un trattamento multidisciplinare.
Visto che sono passati alcuni giorni, arguisco che si sia trattato di piccola quantità a bassa concentrazione.
In ogni caso Le consiglierei una visita Gastroenterologica di controllo dopo essersi informato dal suo odontoiatra circa quantità e concentrazioni di ipoclorito utilizzate!
Resto a sua disposizione!
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#3] dopo  
Utente
Buongiorno dottore

La ringrazio della celere risposta la quantità di ipoclorito di sodio è di 5ml la quantità contenuta in una siringa.
Inoltre ho sempre un sapore amaro in bocca è normale?

grazie ancora

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Tale quantità non può creare danni ed i sintomi saranno transitori.

Cordialmente




Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente
Buongiorno a Tutti

Nonostante sia passato un mese da quando ho ingerito l'ipoclorito si sodio durante una seduta dentistica, i miei fastidi allo stomaco non sono diminuiti.
Il mio medico curante mi aveva prescitto riopan per 4 volte al giorno per circa 10 giorni, dopo di che ha diminuito il dosaggio a una volta al giorno facendomi prendere per 14 gg pantoprazolo 40.
Averto bruciori allo stomaco e eruttazioni continue soprattutto al mattino.
Mi devo preoccupare ? il mio medico mi prescritto analisi delle feci per la ricerca del Helicobacter pylori, avendone sofferto in passato.
Ma secondo voi dovrò fare qualche indagine più approfondita? E questi fastidi possono dipendere dal aver ingerito quella sostanze? anche se il dentista mi dice che la concentrazione al suo dire era bassa.
Grazie

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
I disturbi non dipendono dalla sostanza ingerita. Il suo medio o il gastroenterologo valuteranno eventuali accertamenti (gastroscopia).


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it