Utente 344XXX
Salve,
sono un uomo di 31 anni, che a novembre del 2013 ha subito un intervento di colecistectomia,
Dopo qualche mese l'intervento ho iniziato ad avere un dolore tipo costrittivo al basso ventre, di cui avevo chiesto un consulto anche a voi, e che comunque dopo diversi mesi è sparito da solo.

Ora pero' da un mese circa a questa parte accuso un fastidio/dolore, al fianco destro, che cambia posizione continuamente.
Il fastidio cè sempre mentre la sensazione di dolore l'avverto a momenti.
la poszione e appena sotto le costole, altre volte sotto le costole pero' quasi centrale altre volte proprio dietro alle costole sempre al fianco destro, che si arradia appena alla schiena.

Sono andato dal curante che mi ha visitato e mi dice che ha sentito un fegato abbastanza ingrossato ed indurito.
Mi ha prescritto del pantorc perchè gli avevo detto che avevo provato a prenderlo e mi si era attenuato.

nel 2014 ho affettuato:

a febbraio 2014 una gastroscopia che evidenziata cardias beante e lieve gastrite cronica.

a giugno 2014 ecografia addome completo che rilevava fegato leggermente ingandito di dimensioni con steatosi epatica, e area ipocegena di 2cm (angioma atipico o area di risparmio ?)

a ottobre 2014 ho effettuato colonscopia che evidenziava segni di proctite e ileite che poi dall'istologico non si rilevavano possibilita' di IBD.

Ho ripetuto test di permeabilita' e Calprotectina che risultavano entrambi negativi.

Oggi prima di pranzare appena seduto a tavola ho sentito come un ago che mi entrava nel fianco ed è durato 2/3 minuti per poi sparire.
A me sembrano tipo le colichette che avevo quando avevo la colecisti, che è stata asportata per fanghiglia biliare e polipo di 1.5cm.
all'istologico di evidenziava colecistite cronica aspecifica.

inoltre sento nel momento del dolore piu intenso(che non è male un dolore comunque forte) una lieve nausea.

Di cosa potrebbe trattarsi?
Mi consigliate ulteriori esami/visite o ripetizione dell'ecografia?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
All ecografia di controllo le vie biliri erano dilatate? Potrebbe essere una litiasi della via biliare e quindi essere indicata una colangiorisonanza magnetica. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 344XXX

Grazie della risposta.
Ho riletto la risposta dell'ecografia e si erano evidenziate dilatazioni delle vie biliari.
Ho anche visto che l'ecografia è stata eseguita a fine luglio 2014 quindi 5 mesi fa.

a questo punto mi domando visto anche il mio precedente dolore gravativo al basso ventre sparito da solo dopo diversi mesi se possa essere un fastidio/dolore di tipo emotivo e psicosomatico.

Sono una persona molto ansiosa che pensa sempre di avere malattie incurabili.

La ringrazio ancora.

[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Quanto dilatate?gli esami del sangue?
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it