x

x

Colite o altro?

Gentili Dott.ri, vi scrivo per poter avere un Vostro riscontro in merito al mio caso. Inizio con il dire le informazioni generali. Maschio, 36 anni, non fumatore, peso 78 kg, niente attività fisica, lavoro dinamico (buona parte a camminare). Da quando ero ragazzino ho sempre lamentato problemi intestinali a intermittenza. La mia Dott.ssa mi ha sempre detto colite. L'ultima volta che ho avuto problemi simili risale all'estate 2014.

Da gennaio che lamento fastidi quali:
Gonfiore e tensione addominale
Tanta flatulenza
Feci molli alternate al classico salsicciotto
Stimolo defecatorio
Assenza di dolori anali/addominali (a parte qualche piccolo crampo sporadico in questa ultima settimana)
Nessuna perdita di peso rilevante (ho perso 1 kg negli ultimi 10 giorni ma ho fatto una dieta molto ristretta)
Nessuna perdita di appetito
Nausea praticamente assente (ho avuto in questi 3 mesi 1/2 volte la nausea)
Nessun sangue visibile ad occhio nudo

Diciamo che il mese di gennaio è stato molto stressante. Sia da un punto di vista affettivo che lavorativo. Preoccupato per la salute del mio cane mi svegliavo continuamente a vedere come stava. Oltre a questo si è aggiunta una cura di agumentil dopo visita odontoiatrica (durante la cura non prendevo gastroprotettori e mi recava forte acidità). Mi ricordo che ho ringraziato il cielo quando ho preso la sesta, e ultima, pastiglia. Da tutto questo ne sono uscito con un senso di disturbo generale dell'intestino. Tra alti e bassi sono arrivato fino a metà marzo. A seguito di una cena (15 marzo) non proprio leggera il giorno dopo la situazione è praticamente crollata. Dopo due giorni (lunedì 16, martedì 17) con feci acide, sono passato alla costipazione. Da segnalare però che da quel lunedì stesso (16 marzo) ho stravolto drasticamente (e di colpo) la dieta con riso, poca verdura, petto di pollo, carote, patate. Escluso pane, pasta, latte e derivati, dolci, birra, vino, fritto, caffè. In quella settimana sono arrivato fino a venerdì (20 marzo) quando poi preoccupato per la stipsi ho preso del movicol. Sabato (21), domenica (22) e lunedì (23) sono tornato ad evacuare con feci molle ma formate (prendevo 1 bustina al giorno). A quel punto ho smesso di prendere il movicol (23 marzo) ma comunque sia martedì (24), mercoledì (25) ed oggi (26) sono andato di corpo molto bene. Insomma da quel lato sembra che mi sto regolarizzando. Da notare che da quando ho cambiato dieta le feci non hanno più quell'odore acre. Permangono però gli altri problemi scritti in precedenza.

Esami fatti
Gastroscopia a marzo 2013: ernia iatale non complicata. Vecchia di 2 anni. Devo forse farne una nuova?
Esami del sangue febbraio 2015: tutto nella norma
Esami delle urine febbraio 2015: tutto negativo
Visita proctologica marzo 2015: nessun problema
Sangue occulto nelle feci marzo 2015 (preso ieri): tutti e 3 negativi
Visitato dal dottore più volte. A palpazione si riscontra una colite. Bene tutto il resto.

Cosa ne pensate?

Saluti
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,9k 2,2k 88
Possono essere sintomi da colon irritabile, ma escluderei l'intolleranza al lattosio e glutine.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dott.re Consentino, La ringrazio per la risposta. In aggiunta a quello scritto in precedenza vorrei evidenziare altre informazioni.

Il gonfiore va e viene. Vedo che se tra un pasto e l'altro passa troppo tempo (a volte) mi gonfio come un palloncino e mi viene un nodo alla gola. Possibile reflusso? Dopo mangiato il nodo alla gola permane ma il senso di gonfiore (seppur non scompare) diminuisce per poi ripresentarsi 1/2 ore dopo. Inoltre ogni tanto oltre al nodo alla gola mi viene da tossire come se a livello del pomo d'Adamo ci fosse da grattare. Anche questo succede se passa troppo tempo da un pasto all'altro mentre viene risolto appena mangio qualcosa.

Oggi poi parlando con una mia amica dei miei problemi mi ha detto che anche lei aveva assunto l'agumentil senza prendere nulla. Si è beccata poi una bella gastrite. A questo punto mi sorge il sospetto. Vero che gennaio è stato stressante ma guarda caso i problemi sono nati subito dopo l'assunzione del farmaco. Possibile che abbia combinato qualche guaio? Gastrite/colite provocata dall'antibiotico? Eppure poi a febbraio ho fatto dei cicli di fermenti lattici...ma forse la frittata era già stata fatta!

Secondo Lei conviene fare accertamenti come gastroscopia e colonscopia?

Purtroppo sono un soggetto ansioso e un bel pò ipocondriaco. Chiaramente andrò avanti con gli accertamenti ma secondo Lei non dovrebbe essere nulla di grave? In effetti sono passati già tre mesi...se fosse qualcosa di brutto credo che starei molto peggio...dall'altro canto è vero che potrebbe essere colon irritabile però in passato con un paio di giorni di dieta passava...ora sono più di dieci giorni...insomma qualcosa non mi torna...

Grazie di cuore.

Saluti.
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,9k 2,2k 88
Nulla di grave. Si tranquillizzi é solo tanta ansia ...

[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dott.re Consentino, La ringrazio per la risposta. Ho ritirato le analisi di urine, feci, coprocoltura, urinocoltura. Anche questi negativi.

Stamane sono stato dal gastrenterologo. Sul referto ha scritto:

Addome trattabile non dolente nè dolorabile. Corda colica palpabile in fosse iliaca sinistra.

Mi ha detto di stare tranquillo e di fare questi esami.

Breath test per contaminazione batterica se negativo Breath test al lattosio
Esami per celiachia
Rettosigmoidoscopia di controllo

Mi ha detto che ho il colon irritabile e un pochino di feci. Nulla di grave comunque. Mi ha tranquilizzato.

Volevo chiederLe però una cosa. Stamattina nel dire alla Dott.ssa tutto mi sono sbagliato e non gli ho detto che assumo il pariet da 20 da circa 4/5 giorni.

Può inficiare gli esami che devo fare? Se si, devo smettere e quanto devo aspettare?

La ringrazio per la disponibilità

Cordiali saluti.
[#5]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,9k 2,2k 88
M scuso del ritardo ......

Può assumere i farmaci ma si deve attenere alle indicazioni che le saranno fornite dal Centro.


Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio