Utente
Salve dottori,
Vi scrivo perché è da un po di tempo che accuso dolori e gonfiore addominale.
Non sono dolori e gonfiori ben distinti e localizzati, ma li avverto in più parti dell'addome.
Il disturbo è associato a meteorismo e flatulenza, gorgoglii di pancia, senso di pesantezza e talvolta anche a lievi crampi. Non ho riscontrato cambiamenti di appetito, ne calo ponderale ne tanto meno nausea. Se può essere utile qualche settimana fa ho sofferto di una lieve forma di diarrea, ma nel giro di pochi giorni il tutto si è risolto, ma attualmente sento come se non riuscissi ad evacuare del tutto ogni volta che vado al bagno.
La mia domanda è: devo preoccuparmi per questi sintomi oppure può essere una semplice infiammazione o colite? Come potrei risolvere o indagare?
Premetto che sono una persona che soffre di ansia e disturbi di panico e che sto seguendo una cura farmacologica composta da una compressa di Zoloft 50mg e due di Xanax 50 mg al dì, il tutto affiancato anche da una psicoterapeuta.

Vi ringrazio per il Vs aiuto e il Vs tempo.

Buona giornata.

[#1]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Consideri che chi ha problemi legati all'ansia e allo stress molte volte somatizza a livello del colon provocando dei disturbi e sintomi che vengono per comodità inglobati nella cosiddetta sindrome da colon irritabile; non sò da quanto tempo fa terapia con i farmaci che ha indicato e se ha avuto benefici anche a livello intestinale. Lo valuti con il suo specialista e se necessario consulti un gastroenterologo che possa seguirla. Non penso per la sua età e per i sintomi riferiti che abbia niente di preoccupante
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#2] dopo  
Utente
Salve Dottore,

La ringrazio per la tempestiva risposta.
E' da circa un mese che sto eseguendo questa cura farmacologica.
Volevo farle un'ulteriori domande: come è identificabile la sindrome del colon irritabile? Può essere consuguenza di altre patologie?

La ringrazio ancora dottore.

[#3]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Il colon irritabile normalmente viene diagnosticato dopo aver escluso patologie importanti (coliti a specifiche, tumori ed altro) ma può essere causato dall'intolleranza al lattosio, al glutine, si manifesta in alcuni pazienti allergici al nichel. Ma il più delle volte e' causato da alimenti o periodi di stress in persone predisposte al problema.
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio Dottore.
Le chiedo tutto questo perché dalle sensazioni che ho la zona interessata dal dolore è tra l'ombelico e lo sterno, proprio al centro e suppongo si tratti dello stomaco.
Inoltre vorrei farle presente che le evacuazioni stanno ricominciando ad essere molto molli, come se fosse in atto una forma di diarrea.
A suo avviso è preoccupante la situazione? O tutto ciò può essere facilmente ricondotto a una forma di gastrite o di colon irritabile?

La ringrazio ancora per il suo aiuto.


[#5]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Penso che il suo stato d'ansia non lo aiuti e le accentua dei problemi di base che lei già ha, come gastrite e/o colite quindi le consiglio di risolvere i problemi d'ansia e se poi i disturbi intestinali rimangono affrontare il problema con una visita gastroenterologia
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#6] dopo  
Utente
Grazie mille dottore.
Seguirò il consiglio e la aggiorno in caso di novità.

Grazie per il consiglio.

[#7]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Ok buone vacanze
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#8] dopo  
Utente
Salve dottore,

Le scrivo per aggiornarla sulle condizioni attuali.
Il gonfiore addominale diciamo che è scomparso, nonostante persista un pò di meteorismo.
Devo dire che in questo periodo ho sofferto di dolori allo stomaco che vanno e vengono, ma quello che mi preoccupa attualmente è che la mattina al risveglio, ho sempre sangue nella bocca: non è di color rosso vivace, ma un marroncino chiaro, chiaramente riconoscibile.
Cosi stamani mi sono deciso di andare dal medico curante che dopo avermi visitato la gola (non ha notato segni rilevanti), mi ha prescritto una visita dall'otorino e una visita pneumologa (ho effettuato i rx al torace poco tempo fa risultando negativo) oltre a consigliarmi una pulizia dei denti.
Il dottore crede tuttavia si possa trattare di reflusso gastroesofageo ma ha deciso di non prescrivermi la gastroscopia prima di aver effettuato le due precedenti visite.

Lei cosa ne pensa? Crede che possa essere la giusta procedura quella prescritta dal medico curante?
E per ultimo: devo preoccuparmi di questa sintomatologia? Non posso nasconderle una certa paura che si tratti di una patologia grave.

La ringrazio ancora una volta per il suo tempo e per la sua gentile collaborazione.



[#9]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Sono d'accordo con il suo medico curante. Stia sereno a 23 anni non pensi alle patologie gravi, avrebbe altri sintomi preoccupanti che il suo medico avrebbe notato. Pensi alle vacanze e a curare l'alimentazione.
Buone vacanze
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#10] dopo  
Utente
Salve dottore,

Volevo aggiornarla. Nonostante non abbia ancora effettuato la pulizia dei denti (che effettuerò settimana prossima), posso tranquillamente dirle che sto molto meglio.
Mi sembra non logico, ma ancor più che logico, che il sangue mattutino provenga dalle gengive.
Inoltre anche i dolori e i gonfiori addominali si stanno attenuando, perciò posso affermare che il mio stato ansioso ha contribuito attivamente a creare questi tipi di situazioni spiacevoli.
La volevo ringraziare per le risposte e le rassicurazioni, una persona ansiosa ha bisogno anche di queste!
Posso garantirle che dopo quasi due mesi di terapia sto iniziando a stare decisamente meglio.

Buone vacanze dottore e grazie ancora per l'aiuto.

[#11]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Sono felice grazie è buone vacanze anche a lei.sempre a disposizione per ulteriori consigli
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#12] dopo  
Utente
Buongiorno Dottor Favara,

Le scrivo perché i miei problemi intestinali si sono ripresentati.
Infatti è da qualche settimana che accuso dei dolori addominali che a volte compaiono nella parte alta e altre nella parte bassa.
Non ho mai avuto senso di nausea o voglia di vomitare, ma sento che l'addome è gonfio: infatti quando premo su questo, sento dei gorgoglii come se si muovesse aria e liquido e non è una sensazione piacevole.
Un altro problema, che credo sia legato a questo, è che ho una forte flatulenza.
Per quanto riguarda le feci, ammetto che nel periodo precedente a questo dolore, si sono presentate soprattutto molli e frastagliate e non ben delineate come dovrebbero essere. Adesso invece, in alcuni momenti devo sforzarmi per defecare e queste appaiono solide rispetto a prima.
In questo periodo, da due mesi a questa parte, in 2/3 occasioni ho notato delle piccolissime striature di sangue nella carta igienica, ma non credo che sia dovuto alle feci, bensi a dei graffi sulla parete anale.
Apparte farsi visitare dal medico curante, dal quale mi recherò in questi giorni, volevo chiederle cosa dovrei fare secondo lei e cosa potrebbe essere che provoca questi fastidi.
La ringrazio per la solita gentilezza e la disponibilità che offre.
Le auguro una buona giornata e le pongo i più cordiali saluti.

[#13]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Buongiorno a lei, purtroppo il colon irritabile può recidivare se si ripresentano le stesse situazioni di stress o se si creano situazioni alimentari sfaverovoli al suo colon, pertanto cerchi di rivedere la sua alimentazione e di correggere gli errori fatti.
se i sintomi persistono si faccia seguire da un gastroenterologo.
la saluto
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#14] dopo  
Utente
Buonasera Dottore,

La ringrazio ancora una volta per la pronta riposta.
In settimana vado dal medico curante e la aggiornerò nel caso di novità.
Un'ultima cosa: pensa che le striature di sangue possano dipendere da altri fattori, oppure potrebbero davvero essere dei graffi nella parete anale?

Grazie ancora dottore!

[#15]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Se lei ha difficoltà ad evacuare può trattarsi di piccole escoriazioni del canale anale
la saluto
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#16] dopo  
Utente
Buonasera Dottore,

Grazie mille per la pronta risposta.
Tuttavia oggi, dopo la defecazione ho osservato che era presente del sangue rosso vivo (non troppo) su una piccola parte delle feci.
Anche quando mi sono pulito con la carta igienica ho notato del sangue color rosso vivo su questa.
Ammetto che dopo la defecazione sto avvertendo del bruciore, e che anche dopo una mezz'oretta, strusciando la carta per vedere se era ancora presente del sangue, ho trovato delle striature di sangue.
Non mi era mai capitato di vedere il sangue nelle feci e al momento sono un po spaventato. Cercando su internet è venuto fuori di tutto: dal cancro al colon retto fino alle ragadi.
Cosa mi consiglia di fare dottore? E cosa pensa che potrebbe essere?

La ringrazio ancora una volta per il Suo parere e per il disturbo creato.

[#17]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
le consiglio di fare una visita proctologica
la saluto
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org