Utente
Salve
il mio problema con il cibo e la stitichezza mi accompagna ormai da diversi anni (circa 7).
Sono sempre stata irregolare ma negli ultimi anni si è aggiunta la componente psicologica. Ho una fissazione e se non vado in bagno mi agito e sto male.
Provo di tutto! non ho feci dure ma io avverto come una mancanza dello stimolo ad andare in bagno e così devo trovare il modo di ottenere questo stimolo.(prevalentemente stando al pc e tentando di rilassarmi, meglio se in piedi).
Negli anni ho provato di tutto e l'unico sollievo l'ho avuto anni fa con movicol (ma dopo circa un anno che assumevo una bustina la sera ha smesso di funzionare correttamente e l'ho sospeso).
Un altro aiuto l'ho avuto con le fibre, i cereali "all brain", pensavo in un miracolo ma dopo 15 giorni è scemato anche questo effetto.
Più passa il tempo e più mi agito e deprimo. In più a seguito di una intossicazione o virus intestinale (non conosco il motivo) che mi ha causato vomito e nausea per due giorni, sono comparse le emorroidi! Premetto che nonostante non vada facilmente in bagno non mi sforzo mai ma piuttosto trovo il modo per avere lo stimolo a defecare. Ora sono davvero depressa! Ogni tanto ricorrevo al clistere ma ora ho paura di farmi male! sto prendendo di nuovo movicol da 5 giorni ma non noto assolutamente nulla.
Questo disagio mi fa stare davvero male psicologicamente e credo sia un circolo vizioso, più mi preoccupo meno mi rilasso e meno vado. Cmq nessun dottore ha preso seriamente in considerazione la questione che io non avverto stimolo. NOn so più cosa fare!

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Con molta probabilità soffre di stipsi da defecazione ostruita (difficoltà allo svuotamento dell'ampolla rettale). Necessita di essere seguita da un gastroenterologo o proctologo. Ecco un articolo di riferimento:

https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1046-stitichezza-stipsi-cronica-lassativi-a-vita.html

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio…
sono anni che consulto medici per vari motivi, posso definirmi ormai ipocondriaca probabilmente, e la causa di molti dei miei disturbi è stata definita di natura nervosa/ psicologica!
Mi sono autoconvinta che anche questo problema di stipsi o pseudo stitichezza derivasse da un fattore ansiogeno.
Appena mi sarà possibile consulterò anche un proctologo. Finora già due gastroenterologi mi hanno lasciata con consigli per una dieta corretta e cose simili.
Vorrei svegliarmi e scoprire di non dovermi preoccupare più di tutte queste cose che per gli altri sembrano essere le più naturali del mondo. Sto finendo per colpevolizzarmi dei miei stati d'animo perché pare che io sia la causa dei miei mali… questa cosa mi fa soffrire tanto perché per quanto mi sforzi sono ansiosa e molto nervosa e non riesco a cambiare questo dato di fatto (nemmeno con aiuti psicoterapeutici).

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Eseguirei quanto meno uno studio del tempo di transito intestinale (o ansogramma colico).


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
D'accordo, grazie!
Mi saprebbe consigliare qualche collega o qualche centro che effettua tali controlli in Campania?
Se è necessario provvederò a spostarmi altrove.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Sicuramente nelle Gastroenterologie di Benevento e Napoli eseguiranno tale esame.



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Salve!!
in questo periodo ho effettuato diversi controlli e la situazione è cambiata ma non migliorata.
Mi spiego:
sono stata da un proctologo che mi ha trovato un prolasso del retto e mi ha dato una terapia alimentare ricchissima di fibre più fermenti integratori e movicol (prendevo quasi 6-7 compresse al giorno)
nel periodo successivo l'evacuazione è migliorata (come era stato anche nell' inverno scorso dopo aver assunto fibre anche se in minor quantità)….
il problema è che quasi da subito ho iniziato a soffrire di forti dolori e crampi e movimenti d'aria, intestino teso, nonostante evacuassi regolarmente… e peggio ancora a differenza di tempo fa (anni) quando anche senza evacuare per qualche giorno riuscivo a stare "bene" ora ormai sto bene solo metà mattinata anche se mi libero, il pomeriggio è quasi sempre un dramma e se non mi libero poi lasciamo stare sono tensioni e dolori tutto il giorno.
Diminuendo l'apporto di fibre (in particolare crusca) migliora ma di poco e poi c'è il rovescio della medaglia e cioè che poi non vado al bagno e sto male lo stesso.
Insomma ad ogni modo devo stare male?
In più mi ha consigliato l'uso di clisteri se non mi libero completamente per non infettare la vescica a causa dei residui presenti nella "sacca" rettale..
invece la mia ginecologa mi ha caldamente sconsigliato l'uso di questi ultimi ipotizzando la causa del prolasso proprio nell'uso fatto negli anni di questi clisteri.
Non so più cosa fare so solo che qualsiasi cosa faccia ne peggioro un'altra e il risultato sono sempre malesseri continui!

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Comprendo bene, ma via web é ancora più difficile aiutarla. Deve definitivamente trovare un supporto gastroenterologico locale.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno
lo so lei ha ragione ma anche il gastroenterologo mi consigliò una dieta ricca di fibre e un'alimentazione sana quando lamentai reflusso gastroesofageo (che per ora per fortuna è diminuito) e sititchezza cronica…
Se non fosse per le ripercussioni sull'intestino irritato in realtà le fibre hanno anche un loro effetto sebbene con l'uso continuativo diminuisce un po'!
Ad ogni modo io sto provando tutto ciò che posso e i medici che mi vengono consigliati ma purtroppo non trovo un sollievo che mi tranquillizzi!
Approfitto per chiedere un altro parere che mi è stato detto sia collegato a questo:
premettendo che ho sempre urinato spesso durante la giornata, un mese e mezzo fa una mattina ho iniziato ad urinare ogni 15 min circa (anche meno) e abbondante, senza dolori bruciori o cattivi odori!!
E così è continuato fino ad oggi! sono stata al pronto soccorso in vacanza ma non risultavano infezioni, tornata ho ripetuto l'urinocultura e avevo l'escherichiacoli ho fatto due cicli di ciproxin (su prescrizione della ginecologa) ma diminuiva solo la nausea e i fastidi, infatti tutt'ora urino ogni 20 minuti al massimo. La ginecologa mi sta facendo continuare con peanase e yaluril e intando ripeto la terza volta l'urinocultura per poi provare con un altro tipo di test.
Il fatto è che nessuno se lo spiega (ho consultato due dottoresse) e forse parlano di un problema legato al retto e addirittura che probabilmente la vescica si è abituata a lavorare così per cui ci vorrà tempo per diminuire il problema ma che non è risolvibile.
Ma quello che mi chiedo è come sia possibile che sia successo dalla sera alla mattina e poi apparato muscolare a parte come si possono formare tante urine nel giro di 10 minuti bevendo circa 1,5/2 L di acqua al giorno?
Non credo sia normale!
Ecco che tra i due problemi io non so più a chi rivolgermi … e quando chiedo pareri nuovi la storia inizia da capo e si ripete ma senza soluzioni

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non vi è collegamento fra intestino e vescica. Purtroppo non sempre é facile fare diagnosi ma la cosa importante è escludere problematiche serie. Che nel suo caso non dovrebbero esserci.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it