x

x

Dolori costanti muco e diarrea

👉Quando prendere i fermenti lattici e perché

Gentili dottori ho bisogno di voi e di una qualche illuminazione data dalla vostra professionalità perché io non so proprio più a chi rivolgermi avendo dato fondo a tutte le mie speranze pian piano svanite. Da diverso tempo ormai ho problemi gastroenteorologici che da almeno un paio di anni sono diretti verso la diarrea con dolori di pancia e muco prima durante e dopo l'evacuazione e che stanno distruggendo la mia vita interpersonale. Ho consultato numerosi Gastroenterologi e chirurghi dell'apparato digerente senza risolvere assolutamente nulla. Ho fatto indagini complete tra le quali gastroscopia (3) e colonscopia( ultima di marzo 2015). Istologici negativi se non una leggera infiammazione al colon ( che il mio medico non ha neppure preso in considerazione). Nel 2012 mi hanno tolto un polipo nel sigma. Ho fatto esami per la celiachia, studio dei villi e del
Sangue tutto negativo, ho fatto breat test per elicobacter ( eradicato due anni fa dopo vari tentativi). Sono intollerante al lattosio ma non sono un amante dei formaggi. Ho periodi lunghissimi anche da più di un mese nei quali sto sempre male con dolori addominali che anticipano le scariche diarroiche a volte anche dolorose. Tre settimane fa ho avuto anche perdita di sangue copiosa durante la scarica. Non associo nulla all'alimentazione, o meglio, nonostante io cerchi di evitare cibi speziati o particolari non ho sollievo da questa situazione di pseudo colon irritabile,perché di questo mi dicono si tratti e mi mandano in farmacia ad acquistare prodotti assolutamente inutili. Li ho provati tutti i fermenti lattici ed ho raddoppiato le dosi. Niente da fare. Ho provato con la budesonide, la mesalazina, il clipper( due compresse al di che però mi hanno fatto stare meglio ndr) ho provato sobutir, nabutir, sindrolon, tiorfix, normix, diosmectal... Niente di niente. Andavo bene anche con 4 buste di Vsl al giorno ma in tutta franchezza non riesco a stare così e con quelle dosi per tutta la vita. Ho fatto enterorisonanza con contrasto. Mi dicono che la terapia va personalizzata, ora mi consigliano le intolleranze alimentari( l'ultimo chirurgo al quale mi sono rivolto in questi giorni)ma il mio specialista dice che sono soldi buttati. È possibile che io debba vivere una vita così ? Se c'è un problema ci deve essere una causa o no?
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Purtroppo il consulto online può solo orientare
ma non può essere l'alternativa al rapporto diretto con un medico per motivi fin troppo ovvi.

Il suo problema appare essere indubitabilmente
la SINDROME DELL'INTESTINO IRRITABILE
la cui gestione terapeutica è affidata a norme alimentari e di comportamento oltre che, quando utile, ad un ricco carnet di farmaci/integratori il cui mix va esclusivamente gestito dallo specialista.

Cordialità

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Egregio dottor Quatraro la ringrazio per la risposta, tuttavia cerco solo di capire perché non esista una soluzione a questa situazione assolutamente fastidiosa. Del resto ho avuto anche modo di conoscerla personalmente e di seguire un suo iter terapeutico. Quello che posso dire tra le altre cose è che noto che la possibilità di dolori e diarrea aumenta anche quando la sera bevo acqua dopo aver cenato. Ma come posso non bere quando ho sete? Inoltre mi vorrei soffermare volentieri su un fatto: nessuno e ripeto nessuno dei medici da me consultati mi ha prescritto una dieta alimentare per il colon irritabile, solo integratori e fermenti lattici in quantità industriale.
[#3]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Molti dei farmaci da lei citati
non sono indicati nella terapia del colon irritabile.
Tale patologia funzionale è intimamente connessa con lo stato emotivo
e ad oggi non ne sono ben noti i meccanismi
nè è prevista una guarigione.

Dominare/attenuare sintomi è già tanto!

Il chirurgo, come saprà, non è lo specialista competente.

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio