Adesso l'esito della biopsia

Partecipa al sondaggio
Salve Dct,
Sono un ragazzo di 28 anni. In attesa di rivolgermi settimana prossima al mio gastroenterologo volevo chiedere un vostro parere in merito all'esito della Biopsia che ho appena ritirato.

Per riassumerne i motivi che mi han portato poi a questi accertamenti, dolori epigastici con frequenti episodi di feci poco formate e inizialmente tosse secca. Da Aprile son passato da parecchi specialisti, per prima cosa ho dato importanza alla tosse e quindi sono andato da otorino e poi pneumologo dopo cure di due mesi son riusciti ad attenuare fino a far scomparire la tosse con un antibiotico, la claritromicina prescitta dall'otorino. Lo Pneumologo aveva provato un altro antibiotico per 5 giorni, il Rossitrol, ma con nessun miglioramento. Anzi, dopo questi antibiotici i dolori epigastici si son ripresentati più forti. La tosse comunque non l'ho più avuta fino a qualche giorno fa anche se lieve.

Dopo aver curato la tosse son andato dal gastroenterologo, inizialmente mi ha prescritto delle analisi da effettuare per la ricerca dell Epstein-Barr (EBV), risultate positive, ma non in corso. Era già passata. Ha ricollegato tutti i sintomi avuti alla mononucleosi e che dovevo solo attendere che passasse da sola. Dopo qualche settimana visto che i dolori continuavano con più un pò di senso di nausea ritorno dal gastro, stavolta diagnosi è stata Gastrite, dovuta forse ai farmaci assunti in questo periodo tra cui i due antibiotici. Mi prescrive Mepral 20mg al mattino e Noremifa tre volte al giorno. E Gastroscopia da effettuare senza premura anche dopo due mesi. Posso dire che i risultati di questa cura li cominicio ad avvertire solo adesso dopo più di un mese.

Due settimane fa nel frattempo mi decido a fare la gastroscopia, per mia fortuna riesco a trovare un dottore che effettui la Transnasale. Sentito nulla, l'esito è stato semplicemente una lieve gastrite, ma proprio lieve. Esito così scritto: Gastropatia congestiva di grado lieve (biopsie random). Il dottore ha comunque fatto le due biospie stomaco ed esofago per escludere o approfondire il discorso reflusso.

Adesso l'esito della Biopsia:
Campioni di mucosa esofagea con iperparacheratosi, papillomatosi ed esocitosi granulocitaria dell'epitelio pavimentoso e con angiectasie interpapillari. Quadro morfologico compatibile con esofagite da reflusso a basso grado di attività(1)
Campioni di mucosa gastrica antrale con minima flogosi linfomonocitaria della lamina propria. Negativa la ricerca di HP(2)

Non nego che tutte quelle parole iniziale mi hanno un pò fatto entrare in panico :D dottori che mi dite?
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.5k 2.3k 74
Nessun problema. Solo segni di esofagite. Quali sono i suoi sintomi ?


Cordialmente

Dr Felice Cosentino Gastroenterologo Endoscopista - Milano (Clinica la Madonnina), Monza (Wellness Clinic Zucchi)- Reggio C (Villa Sant'Anna)

[#2]
Utente
Utente
Grazie dottor Cosentino per la celere risposta,
in quanto ai sintomi le posso dire che da domenica è tornata una leggera tosse secca, sensazione di essere asmatico, ma non lo sono ho fatto anche la spirometria. Il dolore epigastrico, bocca dello stomaco si sono attenuati, lo avverto molto meno, penso grazie al mepral?avverto solo un pò di pesantezza dopo mangiato.

Invece persistono episodi di feci poco formate, non so come spiegare, si sfaldano. Adesso però vado regolare una, massimo due volte al giorno.

Tornando al discorso tosse, con il mio otorino avevamo proprio abbandonato, era totalmente scomparsa. Si sta ripresentando soltanto adesso dopo diciamo 3 mesi durante i quali ho avuto solo sintomi gastrointestinali(dolore bocca dello stomaco e feci poco formate, inizialmente anche qualche scarica di diarrea).

Quindi la tosse secca potrebbe essere dovuta a questa esofagite?
Martedi ho la vista dal gastro già prenotata.

Non so dottore, secondo lei può anche esserci in tutto questo una componente ansiosa?Lo sono allo sfinire, forse fin troppo.

Grazie Dottore e mi scusi per il tempo prezioso che le rubo.
[#3]
Utente
Utente
Buongiorno,
sono riuscito ad anticipare la visita, per l'esofagite di lieve entità mi è stata prescritta questa cura da tenere per sei mesi poi, visto che a detta sua ormai me la porterò dietrò, dovrò riprenderla nei cambi di stagione. Consigliato anche di tenere un alimentazione sana evitando alcolici, spezie e fumo in principal modo(io non bevo e non fumo)

La cura:
Continuare con il Mepral 20mg + Noremifa lontano dai pasti + Debridat prima dei pasti principali(colazione,pranzo, cena).

Cari dottori è adeguata come cura?davvero bisogna farla per così tanto tempo, 6 mesi?

In attesa di un vostro parere,
Distinti saluti.
[#4]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.5k 2.3k 74
La cura é adeguata e non si preoccupi per la durata. L'ansia può accentuare il tutto.

Auguroni.


[#5]
Utente
Utente
Dottore scusi se riprendo la discussione,

in seguito a dei problemi che sentivo in gola mi sono recato dal mio otorino che mi ha riscontrato una faringite herpetica da curare con:

Aciclin 1cp ogni 4 ore x 10 giorni
Immunodine 1 mattina e 1 sera prima dei pasti x 15 giorni
Probiogen Plus 1 al mattinio prima di colazione x 10 giorni

Volevo sapere il probiogen va ad interferire con la cura del gastroenterologo, in particolar modo con il Debridat?Si possono assumere contemporaneamente?

Periodo abbastanza carico di medicinali, mi sembra di star assumendo una farmacia intera.

Grazie Dottor Cosentino
[#6]
Utente
Utente
Ho provato a modificare ma non ci sono riuscito. La cura esatta dell'otorino è la seguente, sono andato a memoria nel precedente post e ho dimenticato qualcosa:

Aciclin 1cp ogni 4 ore x 10 giorni
Viscoflu Bustine 2 volte al giorno (per la tosse)
Propol 2 da spruzzare tre volte al giorno
Immunodine 1 mattina e 1 sera prima dei pasti x 15 giorni
Probiogen Plus 1 al mattinio prima di colazione x 10 giorni
[#7]
Utente
Utente
Gentili Dottori, sto continuando con le cure che mi son state prescritte e sembra andare tutto ok con esofagite e faringite, non ho già più tosse ne senso di mancanza respiro. Il problema adesso è sotto, provo dolore nell'evacuazione, senso di sfregamento doloroso anche se le feci non sono tanto dure. Ci sta qualche medicinale che sto prendendo che ha potuto irritare?Qualche goccetta di sangue l'ho trovata sulla carta igienica, ma capita solo al mattino. Le feci non sono formatissime, ma non ci sta sangue. Cosa ne pensate? ho senso di pesantezza in quella zona da 2-3 giorni.

Thx
[#8]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.5k 2.3k 74
Sarà una congestione emorroidaria. Non aggiungerei al momento atril farmaci a quelli che sta assumendo.


Cordialmente

[#9]
Utente
Utente
Salve Dottore,
l'aggiorno sulla mia situazione. Il dolore negli ultimi giorni si era intensificato, sono quindi andato dal mio gastroenterologo che è anche proctologo e visitandomi non ha trovato niente di preoccupante, forse fatto male con la defecazioni, possibilmente feci dure.

Mi ha dato Anonet plus, Anonet ActRag solo per la sera e bustine di Flebinac

Le volevo chiedere un altra cosa, per quanto riguarda l'esofagite sentendomi meglio ho allentato tutte quelle medicine, limitandomi a prendere le noremifa al bisogno quando ne sento davvero la necessità. Sbaglio?Ogni quanto dovrei riprendere i gastroprotettori?nei cambi di stagione anche se non ho sintomi?
[#10]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.5k 2.3k 74
Va bene la sola assunzione di antiacidi.

[#11]
Utente
Utente
Salve dottore, sto ancora seguendo la cura del proctologo più il noremifa al bisogno. ll dolore sembra diminuito anche se ancora presente quando vado in bagno.

Invece le volevo chiedere un altra cosa, da un 5 giorni presento dei dolori, tipo pizzicotti dolorosi sul fianco sinistro. In principio non capivo nemmeno da dove provenissero adesso mi sto accorgendo che è più sul fianco quasi schiena che davanti sull'addome. L'altezza è supergiù due/tre dita sotto l'ultima costa. Queste mi si presentono ogni tot capita anche ogni 20, 30 minuti, ma capita anche di non avvertirle più per ore. Tipo ieri son stato bene tutta la mattina e primo pomeriggio, poi verso le 18 son ricominciati. La notte dormo tranquillo. Cosa ne pensa dottore?
[#12]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.5k 2.3k 74
É difficile dare un parere via web su un disturbo con aspecifico. Potrebbe essere del meteorismo addominale, ma servirebbe una visita diretta per capire.....


[#13]
Utente
Utente
Salve dottore, a distanza di mesi posso dire che problemi di reflusso non ne ho più avuti. Permangono quelli nell'atto della defecazione. Sono stato a visita dal mio gastroenterologo che è pure chirurgo proctologo due volte, l'ultima settimana scorsa e mi ha nuovamente detto che molto probabilmente mi son irritato con feci dure. La prima volta come dicevo sopra nell'ultimo mio post

Anonet plus, Anonet ActRag solo per la sera e 1bustina di Flebinac al giorno.

Settimana scorsa invece mi ha prescritto la solita pomata AnonetPlus e tre cicli da 10 giorni si e 10 no di supposte Topster(1 la sera) per dare un pò di sollievo alla parte infiammata. Oggi devo prendere l'ultima del primo cicli, ma benefici quasi zero tranne i primi due giorni.

Ora io non capisco, da qualche settimana noto feci un pò appiattite dai due lati e credo che assuma questa forma nell'ultimo tratto perchè sento un pò di fastidio e bruciore quando vado. Siccome leggo di parlarne col medico quando si notano feci appiattite, io l'ho fatto e mi è stato detto un pò infiammato, no emorroidi. E' possibile che un infiammazione possa provocare questo?

Prima di assumere tutti quei farmaci antiacidi e tutto quel mepral problemi di questo genere non ne avevo.

Grazie dottore
[#14]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.5k 2.3k 74
La forma delle feci non può indirizzarci sulla patologia anale.....


[#15]
Utente
Utente
Dottore grazie, quindi intende una questione di colon? dolori di pancia in questi mesi per fortuna ne ho avuti raramente, in passato erano più frequenti, ma di solito passavano/no una volta andato in bagno, quindi una volta liberato.(capita tipo quando mangio verdure cotte, segali etc). Gli unici cambiamenti che ho notato e che ho fatto presente anche al mio gastro è che prima che tutto iniziasse con il reflusso e faringite le mie feci erano abbondantie di buona consistenza sempre stesso colore, adesso mi sono regolarizzato c'è stato un periodo di dicembre che andavo una volta, adesso capita max 2 volte al giorno ma con feci poco voluminose, appiattite con due lati lisci e a volte capita di vedere del mangiare non digerito tipo le bucce di pomodoro, semi cetriolo, verdura. Dicono sia normale anche se prima non notavo tutto questo digerivo anche le pietre.

La forma può anche essere influenzata da una vita sedentaria?per lavoro devo stare parecchio seduto in ufficio, anche per ore al giorno. Un pò mi preoccupa questa cosa, però io il fastidio lo sento all'atto della defecazione. Poi In generale durante l'arco della giornata sento un senso di fastidio che parte dal gluteo sinistro e che si accentua quando sto parecchio seduto e quando sto coricato a pancia su. Ma non è un fastidio/dolore continuo.



[#16]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.5k 2.3k 74
>>feci poco voluminose, appiattite con due lati lisci e a volte capita di vedere del mangiare non digerito tipo le bucce di pomodoro, semi cetriolo, verdura.<<

Mi chiedo. Ma come fa alla sua età a concentrarsi sulle caratisti che delle feci in modo così meticoloso ? Si rende conto che la sua é una forte ipocondria ?

Abbandoni questa realtà......

[#17]
Utente
Utente
Capisco quel che dice, ma non è che son 28 anni che sto li a controllare dottore. Si tratta di un periodo così in cui noto delle anomalie associati a dei disturbi fastidiosi che provo e mi faccio due domande. Poi non nego che leggendo articoli scritti da dottori uno si lascia un pò influenzare e prendere dallo spavento questo si ed è sbagliato, sono il primo a riconoscerlo. Thx
[#18]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.5k 2.3k 74
Non legga internet, ma si affidi al suo medico o ad un gastroenterologo.

Auguroni




Felice Cosentino - Milano

Reflusso gastroesofageo

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto