Utente 400XXX
Salve, sono una ragazza di 24 anni e ho effettuato una esofagogastroduedonoscopia per problemi di digestione (inizialmente pirosi in corrispondenza della bocca dello stomaco poi passata con due mesi di esomeprazolo, eruttazioni e nausea).

Il referto è questo:

Esofago: regolare fino al cardias. Linea Z a circa 35 cm dall'Ad. Inversione dei rapporti cardio-diaframmatici come da ernia iatale da scivolamento (circa 2 cm). Cardias beante.

Stomaco: normoespanso. Iperemia focale della mucosa antrale (biopsie). Lago mucoso biliare al fondo. Piloro pervio.
Nulla in bulbo e in II duodeno.

Conclusioni: iperemia antrale; reflusso biliare duodeno gastrico; ernia iatale da scivolamento.

Sono preoccupata per le biopsie che mi sono state fatte (per iperemia antrale). Mi è stato detto che sono state effettuate per controllare l'eventuale presenza di Helicobacter. In realtà già con analisi delle feci il test è risultato negativo, ma mi hanno detto che non sempre è un test preciso.

Da premettere che sono una persona normalmente ansiosa e da quando ho iniziato ad accusare questi sintomi sono andata in paranoia (piango ogni giorno) perché ho paura di avere una grave patologia.

Le biopsie sono motivo di preoccupazione? (Avrò i risultati fra 10 giorni circa e sono in ansia, non riesco a fare nulla, penso sempre alla possibile diagnosi). Le hanno effettuate per verificare se c'è la possibilità di aver contratto un brutto male? Il medico di base inizialmente (quando mi ha prescritto l'iniziale cura con esomeprazolo) credeva si trattasse di gastrite nervosa, ma dopo aver fatto la gastroscopia la sua diagnosi mi sembra approssimativa e ho perso totalmente la mia fiducia in lui.

Grazie in anticipo per la risposta.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
<<Le biopsie sono motivo di preoccupazione?>>
<<c'è la possibilità di aver contratto un brutto male? >>

NO

Cara ragazza,
si tranquillizzi
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 400XXX

La ringrazio per la pronta risposta.
Questa iperemia antrale, allora, da cosa potrebbe essere causata? Dal reflusso biliare?
Può davvero essere gastrite nervosa?

Ho commesso l'errore di leggere altre diagnosi sul web e leggo di metaplasie intestinali et similia. Davvero la mia vita da ansia pre-gastroscopia a ansia pre-esame istologico è peggiorata tantissimo.

[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
... dal reflusso biliare!

Non utilizzi Internet per autodiagnosi ... è pericoloso!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente 400XXX

La ringrazio per la risposta.
Oggi sono stata dal medico di base e secondo lui l'iperemia (arrossamento) è dovuto al reflusso biliare che ho e la biopsia è stata fatta per la ricerca dell'helicobacter.
Finché non avrò i risultati, purtroppo, non credo avrò pace, perché cercando l'helicobacter potrebbero trovare altro. Questa è la mia preoccupazione.