Utente
Buongiorno,
soffro di incontinenza caridiale e refluso gastroesofageo dal 2009. Gastroscopia ad aprile. No HP. Tutto normale e dall'istologico è emersa una gastropatia reattiva e una lieve flogosi della lamina propria. Negli ultimi sei mesi sono stata in cura con pantoprazolo 20 mg x 2 volte al giorno e omeoprazolo mg ma nessun effetto e ora mi ritrovo una faringite da reflusso che non esita a placarsi ma anzi peggiora fortemente col tempo e mi sta causando anche erosione dentale. Sulla faringe oltre alle "bolle rosse" è presente anche una zona di mucosa divenuta bianca ma non è una leucoplachia - confermato da dermatologo e l'otorino non mi ha detto nulla in merito - secondo voi cosa può essere questo sbiancamento della mucosa faringea? Il reflusso può causare uno sbiancamento simile? (http://i66.tinypic.com/20l0686.jpg a destra) Se volesse rispondere anche qualche vostro collega otorino o dermatologo andrebbe anche bene.

Mi è stato consigliato di passare a lucen 40 mg ma mi chiedevo se fosse opportuno prenderlo in un'unica soluzione o diviso in due 20 + 20 + gaviscon dopo i pasti (ma dopo tutti i pasti devo prenderlo? 3 volte al giorno?non è tanto?). Che differenza c'è tra gaviscon e riopan? Perché li ho usati entrambi ma nessuno pare fare effetto. Mi domandavo inoltre se l'uso di paroxetina possa far aumentare il reflusso.
Scusate le tante domande ma non ne posso proprio più e sto sempre più in apprensione perché non mi passa più nulla e non so più cosa fare.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Quali sono i suoi reali sintomi ? E' seguita da un gastroenterologo ? Ha eseguito la titolazione della gastrina per capire se gli IPP sono efficaci ?


Cordialmente


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore, grazie per la risposta. I miei sintomi sono: gonfiore addominale, bruciore all'altezza dello stomaco e dello sterno (si propaga anche sul fianco e sulla schiena), reflusso di liquido acido e di "aria calda" dallo stomaco (no vomito), pesantezza allo stomaco perenne, bruciore alla faringe, lingua bianca con patina da reflusso e bruciore al cavo orale, denti trasparenti sui bordi.

Dal gastroenterologo andai anni fa ma mi ha dato una cura a base di solo gaviscon e non mi fece niente di niente (tamponai anche con il succo d'aloe e mi aiutò a sentire meno la sintomatologia, non a guarirne ovviamente). Poi ho avuto ulteriori temporanee "ricadute" soprattutto nei cambi di stagione e le ho tamponate anche solo con il maalox (per le forme lievissime) o due mesi di pantoprazolo/lansoprazolo + riopan e si riusciva a contenere (indicate dal medico di base). Attualmente ho provato sia l'omeoprazolo 20mg, sia il pantoprazolo 40 mg ma è come non prendessi nulla e pertanto mi è stato indicato l'esomeprazolo 40.

Mai eseguito esame gastrina.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Eseguirei la gastrinemia , sotto terapia con IPP...


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Grazie per il consiglio. All'incirca dopo quanto tempo dall'uso dell'ipp andrebbe svolta?

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Dopo 4-5 giorni.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Ok. Grazie mille per il suo consiglio dottore. Gentilissimo.

[#7] dopo  
Utente
Quasi dimenticavo, mi permetto di chiederle un'altra informazione: il reflusso, a livello faringeo, può determinare uno "sbiancamento" della mucosa faringea?

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
No. Non vedo il razionale. Se mai da un arrossamento.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
No. Non vedo il razionale. Se mai ci può essere un arrossamento.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente
Capisco, perché a livello di mucosa sono sia infiammata (arrossamento) sia bianca. Per intenderci meglio le allego questa immagine che rende abbastanza bene l'idea di cosa intendo per mucosa bianca, seppur a me sia presente nel tratto naso-orofaringeo: http://bit.ly/2chEhQq.

Grazie per il tempo dedicatomi.