Utente 904XXX
Buongiorno Dottore.
Premetto che ho 40 anni,sono fumatore ,che pranzo da anni con panini a causa lavoro,che mangio molto cioccolato e che ho questi disturbi parecchio tempo(2-3 anni) anche se in maniera meno accentuata.
In questi ultimi mesi sono stato molto sotto stress causa motivi di salute del mio genitore ed in queste ultime due settimane in seguito a pancia gonfia ,meteorismo , borborigmi a lato sinistro e reflusso gastrico,diventati piu’ fastidiosi,mi sono recato dal mio medico di famiglia spiegando esattamente quanto esposto sopra.
Ho inoltre aggiunto che non ho episodi di diarrea ,che vado regolarmente solamente al mattino appena alzato,ma che solo la forma delle feci non è molto consistente ma mai acquosa.
In quanto donatore di sangue(dono regolarmente ogni 3 mesi)le mie ultime analisi del sangue effettuate 3 mesi fa,non hanno riscontrato nulla di particolare.
Per quanto non sicuro sia,ho notato che aumentano i borborigmi,gonfiore e meteorismo dopo i pasti,soprattutto se mangio pasta e pane.
Il tutto passa quando vado in bagno , o riesco ad emettere aria, e quando mi alzo al mattino.Non ho nessun fastidio durante il sonno.
Il mio medico in seguito a visita,ha notato l’addome o forse il colon(non ricordo bene) molto dilatato a causa del meteorismo(è possibile?)
Mi ha prescritto un test per le intolleranze alimentari e mi ha detto che si tratta di colon irritabile e che le cause sono lo stress,il fatti che io sia una persona molto ansiosa ,ed anche un po’ ipocondriaca.Mi ha detto di non temere come sempre che si stratti di qualcosa di grave,anche perché ci sarebbero sintomi molto piu’ importanti.
Vorrei gentilmente avere un parere anche da Lei.
Un grazie di cuore per il grande servizio svolto .
Buon lavoro

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Quadro tipico del paziente con IBS (cioe' sindrome del colon irritabile): c'e' praticamente tutto, stato d'ansia e stress compresi!
Che dirle di piu'... attenda i risultati delle intolleranze alimentari: molti pazienti sono riusciti a limitare i sintomi soltanto eliminando o riducendo alcuni particolari alimenti. Cerchi anche di razionalizzare la dieta (meno panini e meno cioccolato...) e magari chieda un consulto diretto ad un gastroenterologo della sua citta'.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente 904XXX

Prima di tutto,grazie dottore per la sua risposta.
Ho ritirato oggi le analisi del sangue,anche se mancano ancora quelle allergologiche riferite al glutine.
Ho trovato 3 valori fuori dagli intervalli di riferimento e sono i seguenti:

eosinofili:0,8 ( 1.0 - 6.0)
monociti :0,79 (0,01 - 0,75)
Glicemia a digiuno :113 (70 - 109)
Puo' dipendere dalla mia ansia il valore della glicemia alto?Ho anche bevuto succo di frutta durante la notte e mangiato SOLO 1 pezettino di cioccolato.

GLI ALTRI VALORI TUTTI NEL RANGE,SONO QUESTI:
colesterolo totale :195 (90-200)
UREA:29 (10-50)
ACIDO URICO:5.70 (3.40-7.50)
trigliceridi :95 (35-200)
colesterolo hdl:48 (29-71)
ferro :120 (45-182)
ALT: 22 (13-55)
AST:19 (14-41)
GAMMA GLUTAMIL TRANSFERASI:21 (7-50
PSA(MET.CMIA):0.44 <4
IMMUNOGLOBULINE :191 (66-436)
V.E.S (LETTURA PRIMA ORA):4 <10
LEUCOCITI(WBC) :8.56 (4-10)
ERITROCITI(RBC): 5.94 (4.40-6)
EMOGLOBINA: 16.8 (14-18)
EMATOCRITO:49.7 (41-52)
MCV: 83.7(80-98)
MCH:28.3(27-32)
MCHC:33.8(31-38)
RDV-SD:41.6(38.7-54.1)
RDV-CV:13.7(11.5-14.5)
PLT:210(150-440)
PDW:11.5(10-16)
MPV:10.2(9.1-12.3)
P-LCR:25.4(16.4-44.2)
FIBRINOGENO:24(180-350)
TUTTI I VALORI DELLA FORMULA LEUCOCITARIA ECCETTO QUELLI SOPRAINDICATI (EOSINOFILI E MONOCITI)SONO NELLA NORMA.

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Eosinofili e monociti sono in realta' da considerarsi accettabili anch'essi.
Piuttosto la glicemia: se era a digiuno... beh, di certo sarebbero da prescrivere ulteriori accertamenti. Se invece non e' sicuro meglio ripetere l'esame, facendo attenzione pero' a non mangiare niente, altrimenti il valore verra' di nuovo falsato.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente 904XXX

Qualiaccertamenti mi suggerisce Dottore?
Si diciamo piu' o meno a digiuno.Credo di aver mangiato quel pezzettino di cioccolato verso le 23 ,al mattino alle 07 ho preso pochissimo caffè(nemmeno 1/2 tazzina)ed ho fatto le analisi alle 08,45.
Quale potrebbe essere la causa di questa glicemia alta?
Ancora grazie di cuore e buona serata.

Daniele

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Il cioccolato della sera non influisce, il caffe' della mattina puo' influire sulla glicemia ma solo se era zuccherato.
Una iperglicemia (a digiuno) e' segno di un alterato metabolismo degli zuccheri. Anche piccoli valori superiori alla norma sono suffcienti ad aumentare il rischio di ictus e infarti a causa dell'arterosclerosi. Questo non significa che domani avra' un'ischemia del miocardio... E' come se viaggiasse con la sua macchina sempre ad alto numero di giri: aumenta di sicuro l'usura delle componenti meccaniche, il che non significa che la macchina la lascia a piedi dopo pochi chilometri, ma magari anziche' durarle 10 anni le dura sette!
Ora, siccome noi vorremmo che il nostro fisico "durasse" il piu' possibile, bisogna correggere la glicemia, sempre che la ripetizione dell'esame a digiuno confermi questa tesi. Ci sono molti ipoglicemizzanti orali che, secondo il parere del suo medico, potrebbero fare al caso suo.
Prima pero' puo' fare la cosiddetta "curva da carico" di glucosio, cioe' una serie di prelievi del sangue a distanze programmate da un pasto standardizzato. Questo per capire qual'e' la pendenza della curva della glicemia nella sua "discesa" verso i valori basali.
Puo' anche fare l'Emoglobina glicoslata, altro parametro che potra' dare eventualmente importanti indicazioni al suo Medico su come procedere.
E naturalmente un consulto da un diabetologo o un internista!
Ma prima e' necessario ripetere l'esame della glicemia a digiuno! Se non fa prima questo tutto il resto e' aria fritta!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Utente 904XXX

Grazie dottore.Credo proprio che ridurro' un pochettino il cioccolato ,con molto dispiacere pero'!
Ho sentito dire che la glicemia a 113 (quindi non molto fuori dal range)potrebbe essere causata da ansia e strass...è vero?
Grazie ancora

[#7]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Non mi risulta che ci sia una relazione, quanto meno diretta, con l'ansia e lo stress... Rifaccia il prelievo, mi dia retta!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com