Utente
Buonasera gentilissimi,
vi scrivo per maggiori consigli riguardo questo problema ancora senza diagnosi che da due anni e mezzo ormai mi sta rendendo la vita molto, moltissimo difficile.
L'esordio consisteva in un una settimana di episodi di diarrea continua,una volta passata suddetta gastroenterite la situazione si è 'stabilizzata' in senso contrario. Il transito delle feci è molto lento, tendente alla stipsi con una grandissima quantità di aria incessante sia nello stomaco che in tutto l'intestino in particolare nel tratto inferiore e del retto. Ho dovuto eliminare dalla dieta fibre (mi peggiorano il problema), frutta, carboidrati, latte e qualsivoglia forma di zucchero. Ciò che digerisco, non benissimo ma con meno problemi ,sono le proteine pesce/carne/uova.
Prima di questo episodio andavo regolarmente in bagno, ora vado in maniera disordinata e non svuotandomi del tutto (nella parte bassa del colon ho tantissima 'acqua' mista a gas palpabile).
Ho fatto molte visite, all'inizio si è pensato essere IBS ma in realtà non mi sento affatto stressato, e che capiti un giorno storto o che sia felicissimo non cambia assolutamente nulla: anzi, è la stessa sintomatologia che mi sta rendendo difficile anche solo uscire... La fermentazione è continua e l'aria da espellere anche (spesso molto rumorosa e inodore) sia nello stomaco (soprattutto da steso con dolore) che nell'intestino (qui non ho mai dolori).
All'inizio ho preso levopraid, debridat, peridon: nessuna miglioria, anzi stitichezza di gran lunga peggiorata.
Da qui in poi ho eseguito gli esami: calprotectina fecale, sangue occulto feci, widal-wright, salmonella, paratifo AeB, Brucella, esami per celiachia e ecoaddome, Ige specifiche per proteine al latte; sono risultati negativi e l'ecoaddome ha rilevato solo tanto meteorismo.
Degni di nota invece vitamina D e acido folico leggermente bassi, amilasi leggermente alta (più volte rilevata) e IgE totali (6 volte maggiori rispetto al valore di riferimento, so comunque di essere allergico agli acari della polvere tramite prove allergiche).
Il primo anno sono stato malissimo anche a livello sistemico: occhiaie fisse, stanchezza cronica , dermatite sulle guance, tantissima confusione mentale come se fossi letteralmente ubriaco.
Questi sintomi sistemici sono nettamente migliorati dopo aver preso Normix 3cp/die per 10gg+VSL#3 per 10 altri per 3 mesi e piano piano moltissimo migliorati i sintomi intestinali (tornavo sempre più regolare) . Dopodiche il gastroenterologo mi ha consigliato di provare 14gg di Normix 1200 mg/die+VSL : sintomi sistemici spariti al momento ma meteorismo o stitichezza persiste (anzi è peggiorata) ma con feci di forma regolare e puntualmente ho 'una quota' di ricaduta.
Attualmente riesco a mangiare solo proteine (che erutto per tutto il giorno e a volte mi creano nausea).
Attualmente dovrò effettuare Breath test al lattulosio e Disbiocheck urine... potrebbe effettivamente trattarsi di SIBO?
Grazie mille davvero!
Lorenzo (25 anni)

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Potrebbe trattarsi di SIBO come anche ci può essere un'alterazione qualitativa e non solo quantitativa della flora batterica, ma per saperlo bisogna attendere i due test programmati. Prenderei comunque in considerazione eventuali intolleranze alimentari (grano, glutine, lattosio) che solitamente sono alla base della disbiosi e dell'alterata permeabilità intestinale.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Buonasera dott.Cosentino,
innanzitutto la ringrazio tanto per la celerità e per la chiarezza della sua risposta.
1.Secondo lei è consigliabile effettuare anche il test riguardante la permeabilità intestinale?
2.Purtroppo per i test dovrò attendere almeno i primi di Settembre e dopo di che è mia intenzione prenotare una visita da lei, mi chiedevo: essendo lontano (Lecce) sarebbe eventualmente possibile iniziare una terapia a distanza (online)?
3.Inoltre mi rendo conto che prendendo carbone attivo e simecrin spesso avverto ancora più fermentazione (saranno l'amido e gli zuccheri all'interno?): potrebbe indirizzarmi verso prodotti più validi nel controllare il meteorismo nell'attesa? Dato che mi è praticamente impossibile avere una vita sociale al momento( ho sospeso antibiotici e fermenti per i prossimi test).
Salutandola cordialmente la ringrazio per la sua disponibilità.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008

Il Disbiosi test ci da un'indicazione anche sulla permeabilità intestinale e se inizia la terapia invaliderà gli esami in programma.

Potrebbe invece adottare la dieta FODMAP per eliminare gli alimenti che sicuramente sono alla base della problematica:

https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1858-pancia-gonfia-colon-irritabile-la-dieta-fodmap-puo-essere-una-soluzione.html

Cordialmente
Felice Cosentino

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it