Attivo dal 2017 al 2018
Gentili medici, come potete vedere dai vecchi consulti sono quello con sintomi di colite, tuttavia si sono verificati due episodi a distanza di una ventina di giorni di fortissimo dolore alla bocca dello stomaco di cui uno stanotte verso le 2:00 (non bruciore, ma proprio dolore a pugnalata) che mi sveglia accompagnato da forte stimolo a defecare che poi svanisce.
Il dolore sembra disturbi il respiro pur non dipendendo dal torace (avverto che ha una pertinenza viscerale) e si irradia fino alla colonna vertebrale per una durata di alcuni minuti, poi svanisce.

Si tratta di un dolore che causa un senso di pressione sul torace come quasi fosse un infarto, ma avverto che non c'entra il cuore (feci un ecocuore per poter fare palestra in tranquillità circa due mesi fa che era tutto ok).

Durante il giorno eccetto i sintomi da colon irritabile non ho bruciori retrosternali (cosa che talvolta avverto dopo aver mangiato cibi piccanti o bevande acide) e pure le due notti NON avevo il tipico bruciore retrosternale che arriva alla gola da reflusso, ma un fortissimo dolore al cardias che si irradiava per alcuni minuti alla spina dorsale.

Stamattina mi sento benissimo e ho pure appetito a dispetto del dolore tremendo che avevo stanotte alle 2:00 accompagnato da forte stimolo a defecare che poi era solo una piccola quantità di aria e scarse feci, poi stamattina ho avuto alle 8:00 una evacuazione discreta.

Passato il fortissimo dolore, lo stimolo a defecare è svanito e a parte un modesto meteorismo, poi mi sono riaddormentato.
Vi giuro che sembrava avessi una spada conficcata tra esofago e stomaco che trafiggeva il corpo da parte a parte!!!

Ho parlato per telefono con il mio medico di famiglia e senza visitarmi perche oggi non è di servizio mi ha detto che non esclude una pertinenza biliare e siccome alla ecografia non si erano visti problemi al fegato o al pancreas, se risuccede di andare al PS che mi fanno una TAC.

Mi date un parere?

CORDIALMENTE!

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
credo possa trattarsi di una semplice colica gassosa da meteorismo su intestino irritabile.



Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Attivo dal 2017 al 2018
Ieri sera verso le 9:00 prima di cena avevo la parte dx in basso vicino all' appendice (quindi corrispondente al cieco) che era talmente piena di aria che una volta sdraiato nel lettino dell' auto non riuscivo a rialzarmi che mi prendevano delle fitte tremende, poi l' aria si è spostata verso la flessura splenica e dopo poco pian piano e con molto giovamento viene eliminata.
Questo mi succede spesso ma mai un dolore così forte alla bocca dello stomaco in assenza di meteorismo evidente (come detto aria c'èra prima di cena), anche perche la notte l' intestino mi crea raramente problemi (anche se mi sveglio è molto tranquillo).
La sera a cena avevo bevuto un pò troppo perche un parente aveva portato una bottiglia di un vino e ne ho bevuto circa mezzo litro.
Ci può entrare quello?
Grazie!!!

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Credo proprio sia stata la bevuta......
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Attivo dal 2017 al 2018
Grazie!

Per quanto riguarda la defecazione frammentata, faccio uso del lattulosio.

Mi potrebbe dire che differenza c'è come funzionamento tra lattulosio e polietilenglicole?

Grazie!