Utente
Nell'ultimo anno in vari emocromi ho avuto spesso eosinofili alti e avevo allergia tipo lacrimazioni e starnuti praticamente 4-5 gg a settimana per un anno.
Ho iniziato ad avere sempre più "difficoltà" nel mangiare man mano fino ad arrivare ad ogni pasto che il cibo mi andava di traverso, quindi dovevo fare attenzione a masticare bene e mangiare lentamente, varie volte il cibo o capsule mi restavano letteralmente bloccati nella prima parte del esofago senza ragione per svariati minuti creandomi sensazione soffocamento.
Non potevo dormire più sdraiata ma con due cusciniper respirare bene.mi svegliavo con lingua paralizzata e non riuscivo a parlare correttamente. Impuntai tutto alla tiroide e lasciai perdere.

A settembre fino a dicembre partono dolori addominali altezza stomaco/diaframma e fegato. gonfiore sensazione di pienezza qnd mangio e di non completa evacuazione (prendo lassativi da una vita ma non funzionavano piu) dura 4 mesi I dolori peggioravano quando camminavo, eco addome evidenzia liquido nel Douglas e angioma fegato 8mm.inizio una settimana di augmentin e cambio lassativi e tutti questi sintomi spariscono in quella settimana

l'ultimo giorno di augmentin mi resta bloccato un boccone di pane nella prima parte esofago ciò mi crea una crisi,dopo 5 minuti che non scende il boccone partono forti scossoni e scatti arti e mandibola violenti rigidità corpo e occhi fissi dura 20 minuti e per 5-6 ore successive nonostante io capisca le domande in ospedale e sappia le risposte impiego molto tempo ad afferrare informazioni nel mio cervello per poterle comunicare.

Da allora ho iniziato ad avere difficoltà a mangiare,riuscivo a bere brodo con pastina, poi ho dovuto togliere pastina mi restava in gola, poi ho tentato con alimenti cremosi tipo yogurt ma dopo poco non riusci più, fino ad arrivare solo ai liquidi tipo succhi di frutta,perché anche il brodo tiepido mi da fastidio. nodo e rigidità gola e mascella , difficoltà a respirare, periodi di disfonia non potevo parlare,apnee, mal d'orecchie, muchi che non riesco ne a sputare ne a ingoiare.non posso stare sdraiata.rx esofago risulta perdita tono e peristalsi esofagea, il bolo rallentava nella prima parte esofago subito dopo aver ingoiato(dove mi si bloccava cibo in quest'ultimo anno) cardias normale e non ci sono stenosi in atto.ma dicono si sia ristretto. ad un esame cavo orale con stecchino legno si evidenziano infiammazione e escoriazioni.
Il gastroenterologo mi ha fatto eseguire questi esami:
CEA CA19.9 CA 125 ALFA1FP Emocromo Ves Protidogramma Ferro IgE Totali Calcio Ferritina Anti transglutaminasi Anti endomisio + eco addome
Tutto negativo.persi 26kg

Il mio sintomo principale nel mangiare e che dopo pochi sorsi di brodo,succhi o yogurt si gonfia infondo al palato dove si ingoia e infondo a gola per poi restarmi nella prima parte esofago, qualsiasi qualità di cibo mi da incredibilmente fastidio come se il mio esofago fosse diventato ipersensibile oltre a non far scendere bene cibo

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Esofagite eosinofila? Acalasia?
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente
Per avere esofagite eosinofila attualmente gli eosinofili dal emocromo dovrebbero essere alti?
Attualmente sono normali, ma dopo un anno (ultimi mesi 2016 fino a maggio 2017) di allergia costante (starnuti e lacrimazione forte) negli emocromo uscirono alti un paio di volte il medico di base mi diede antistaminico per un mese e sparì tutto.

Ma attualmente sto così, non posso mangiare proprio nulla, pure i liquidi e saliva nei giorni peggiori come oggi si bloccano in gola, difficoltà a respirare,totale disfagia in 3 mesi. Da 72kg a 46.8 attuali

Dalla rx risulta solo perdita tono e peristalsi esofagea e che si è ristretto visto che il Bario rallentava dopo aver ingoiato nella prima parte esofago. E dicono presente nel cavo orale infiammazione e escoriazioni.

Chi mi dice reflusso chi celiachia per cui ora farò test genetici perché da quelli normali ovviamente non si è potuto evidenziare nulla visto che pure i succhi di frutta che bevo li prendo senza glutine.

Non so più che pensare.
Mi consiglia di fare test allergici?
Esame feci elicobacter pylori?
Tampone faringeo?

Oggi ho iniziato terapia reflusso. Potrebbe essere solo reflusso a creare questo rallentamento del bolo?e questi blocchi di cibo in gola?
Se eosinofili è IgE totali e anche test genetici saranno negativi posso escludere esofagite eosinofila? Scusi le tante domande ma non so più che pensare e non trovo più un filo logico tra sintomi e diagnosi.

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Si potrebbe essere relusso.
La diagnosi di esofagite eosinofla richiede biopsie esofagee.Prego
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente
Buonasera dottore le vorrei chiedere questa cosa.
Sto prendendo levobrent 25mg prima dei pasti 2 volte al giorno, limpidex 30mg 1 volta al di e gaviscon come è quanto ne riesco a deglutire. sono al 6 giorno ma sto giorno dopo giorno peggiorando anziché migliorare. Ho bocca e gola totalmente secchi, aridi costantemente. Mucose bocca gola gonfie che sanno di un sapore strano e sto passando nottate in piedi perché più sono secche più si gonfiano e meno riesco a respirare bene, non posso nemmeno sdraiarmi.ho forti mal d'orecchie e evito di parlare perché mi peggiora infiammazione respirazione . Devo continuare i farmaci nonostante mi stanno facendo aumentare secchezza e gonfiore gola e bocca e I sintomi a respirare?
Pensavo che assumendo farmaci reflusso sarei stata via via meglio no di peggiorare quotidianamente.
È normale?

[#5]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Farei ulteriori accertamenti secondo le indicazioni di chi la segue.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#6] dopo  
Utente
Ma i medicinali li interrompo? Potrebbe essere reazione allergica?

[#7] dopo  
Utente
Vorrei aggiornarla sulla situazione, ho fatto analisi feci per elicobacter pylori è risultato positivo, e tampone faringeo in cui è risultata marcata crescita di candida albincans.
Sto avendo reazioni di orticaria perfino al gaviscon diluito in acqua.
Devo curare prima candida? Oramai sarà già anche nel tratto del esofago?
Visto le mie reazioni allergiche cosa posso fare se ho sensibilità pure ai farmaci candida?
Non posso restare senza curarmi ma nessuno sa aiutarmi sono molto demoralizzata e stanca. In ospedale non mi ricoverano il mio medico non è un medico indagatore ho che si cura del paziente, sto facendo praticamente tutto da sola sulle Indagini. Il gastroenterologo mi ha praticamente detto non puoi pretendere i farmaci? E inutile che torni non posso curarti.
Che devo fare x avere una cura? Devo rivolgermi prima ad un allergologo? O fare le cure in ricovero ospedaliero così da essere sotto controllo?

[#8]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Credo che la Candida vada trattata ed Helicobacter pilori eradicato. Certo, farsi seguire da uno specialista credo sia utile. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#9] dopo  
Utente
Il gastroenterologo che mi segue mi ha praticamente detto che siccome sono allergica non posso curarmi. Questa cosa mi ha molto demoralizzata lei pensa che se faccio test allergici a tutti gli inibitori di pompa e gastro protettori e antacidi possa almeno tentare di trovarne una a cui non sia allergica? Oppure è tempo perso e mi dirigo direttamente verso cure omeopatiche?

Elicobacter pylori che da gastrite è reflusso, ha correlazione con feci scure e piene di muco sanguinolento? Mi sta capitando ogni volta che vado al bagno, il sangue è un tutt'uno già mischiato al muco marroncino, non sono separati o filamenti di sangue in superficie ma è proprio muco marroncino e sanguinolento cioè proprio pieno di sangue. Mia madre dice che è sangue non digerito per colpa di una probabile gastrite visto la presenza di quel battere.

Tra l'altro anche il mio medico di base dice che in bocca non c'è traccia di mughetto, è proprio giù in farige dov'è stato eseguito tampone? . Ho timore invece che possa trovarsi proprio in esofago. Ma com'è possibile? La candida in esofago da ciò che so viene solo per hiv. Devo preoccuparmi? Sto avendo troppi problemi strani e infezioni tutte insieme e peggioro sempre più. Mi sembra assurdo derivi tutto da semplice reflusso, conosco tante persone che ne soffrono e stanno benissimo. Spero di cuore possa chiarirmi questo paio di dubbi così che possa andare alla prossima visita già più informata per controbattere. La ringrazio moltissimo anticipatamente

[#10]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Alla visita non è necessario andare informati per controbattere.
Ci si affida a uno specialista col quale si stabilisce un rapporto di fiducia reciproca e si seguono le sue indicazioni.
Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#11] dopo  
Utente
"controbattere" nel senso di confrontarmi con lo specialista su argomenti cure tecniche anilisi in modo più consapevole del argomento così da capire bene la situazione e da vagliare tutte le varie opzioni disponibili per una soluzione. Pultroppo i medici che sto incontrando sono tutti poco propensi a risolvere realmente il problema, si limitano agli step di routine senza confronto e spiegazioni,di cui ho necessità per capire cosa fare, e senza indirizzarmi nemmeno verso uno specialista differente in caso ci sia necessità. Mi ha semplicemente liquidata dopo la primissima vista gastroenterologica fatta in vita mia solo perché ho avuto reazioni allergiche al lansopranzolo.
Se ha piacere potrebbe chiarirmi le idee sui quesiti posti nel mio precedente messaggio? Almeno riuscirei a tranquillizzarmi sulla candida in esofago-faringe e sul reale rischio hiv e del sangue nel muco delle feci

[#12]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Le sue ipotesi sono profondamente sbagliate, motivo per il quale è consigliabile a chi ci capisce, un po' come si fa in altri contesti.Prego
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#13] dopo  
Utente
Buonasera ho iniziato a fare gastroscopia, il referto indica un iperemia precardiale a cui è stata eseguita biopsia.
Riceverò risposte tra 10 o 15 giorni.
Un iperemia precardiale può essere causa della mia disfagia?
Cosa andrà a rilevare la biopsia?

[#14]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Si è possibile.
Eventuali stati infiammatori o displastici. Prego
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#15] dopo  
Utente
Dottore posso mostrarle le rx esofago con Bario? Ho ricevuto pareri discordanti.
C'è chi indica un lieve restringimento nel punto tra esofago e stomaco (credo sia stesso punto dove è stata riscontrata anche iperemia precardiale )
Lei nota questo restringimento?
Alcuni dicono somiglia ad un esofago con acalasia in quel punto. Mi farebbe piacere ricevere il suo punto di vista

https://drive.google.com/file/d/1-TIHRQ6vbj8_hqHBXB3Y1wRoDe81ikYf/view?usp=drivesdk

https://drive.google.com/file/d/1KKqtn4rbD8cw5iKhzWzAiImfapIbjDUq/view?usp=drivesdk

https://drive.google.com/file/d/1E852INDWGa9bWUPpQGpaB3MK2wlzbFe2/view?usp=drivesdk

https://drive.google.com/file/d/1tMrqIXK3DFe3l8340BoqlGmfiMNZq6Zp/view?usp=drivesdk

https://drive.google.com/file/d/1yTZmrryMQnmTNNMTCgQ2GJzUpDiujpu1/view?usp=drivesdk

[#16]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
La diagnosi di acalasia richiede una manometria esofagea. Prego
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#17] dopo  
Utente
Dottore buongiorno, ho appena ricevuto referto delle biopsie fatte durante la gastroscopia, che evidenziò un iperemia precardiale, esofagite e un sospetto di celiachia.

CAMPIONE IN ESAME :
1 esofago biopsia endoscopica
2 duodeno biopsia endoscopica

DESCRIZIONE MACROSCOPICA:
1 Due frammenti
2 Due frammenti

DIAGNOSI:
1 frammenti di mucosa esofagea con acantosi (?), iperplasia delle cellule basali e congestione delle papille (?).
Si osserva un lieve infiltrato linfocitario. Occasionali Eosinofili (nettamente inferiori a 15 HPF). Reperto di esofagite a lesioni minime


2 frammenti di mucosa duodenale con villi presenti di calibro regolare con riduzione della lunghezza. La tonaca propria mostra edema, Congestione e un lieve infiltrato infiammatorio linfoplasmacellulare (?).
Quota di linfociti intraepiteliali CD3+ inferiori a 25 x 100 cellule (?).
Reperto di lieve flogosi cronica interstiziale privo di caratteri morfologica di specificità. Inquadrare alle luce dei dati clinico, strumentali e di laboratorio.


Dove ho messo i punti interrogativi tra parentesi potrebbe spiegarmi in parole povere cos'è e cosa Indica?

Dovrei fare ulteriori analisi? Non riesco a mangiare da mesi x totale disfagia. Perfino i liquidi mi si bloccano. Positiva a tampone candida orofaringea e elicobacter da feci.

[#18]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Bene, si tratta di un quadro infiammatorio e non diagnostico per celiachia o esofagite eosinofila. La candida orofaringea puo' spiegare i sintomi. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#19] dopo  
Utente
Dottore potrebbe indicarmi dei giusti probiotici o fermenti lattici da assumere per la candidosi orale? Non va via, sono allergica ai farmaci e i rimedi naturali non hanno funzionato. Dopo sciacqui senza poterlo ingoiare con il mycostatin si alleviò e per 2 settimane mi sono sentita meglio nel respirare e nel bere ma ora sono punto e a capo è una tortura e il mycostatin mi fa allergia anche a dosi minime. Forse se sistemo l'intestino migliora? Tenendo conto che sono allergica al lattosio alle proteine del latte, latte di soia, di avena, di riso e glutine potrei assumerlo oppure no? Me ne consiglia uno valido per candidosi orale il mio medico non ne è al momento disponibile per un convegno tornerà tra una settimana allo studio. Possibilmente in bustine o già liquido.

[#20]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Credo sia necessario un antimicotico che tollera su indicazione del suo medico o di chi lo sostituisce. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it