Utente 487XXX
Buongiorno, in questo sito sono nuova e spero di aver inserito la mia domanda nell’apposita aerea. Sono una ragazza di 20 anni, molto ansiosa e anche molto ipocondriaca. Non faccio altro che pensare a brutte malattie da quando avevo almeno 15 anni. Ho il terrore di ammalarmi e quando mi vengono sintomi mai avuti prima, non capisco niente e vado nel panico non vivendo bene finché non sono passati. In questo periodo sono molto stressata, è questo a dovuto all’ansia che mi porto ormai da 2 anni quasi, da quando ebbi un problema di quasi anoressia e l’ansia di quel periodo seppur molto diminuita ha sempre preso la meglio su di me. Vi scrivo comunque per parlarvi di un dolore che ho da 8 giorni. Tutto è iniziato con una dieta “casalinga”, dove mangiavo anche 3 volte al giorno padelle intere di verdure. Una notte ho sentito un forte dolore alla pancia parte bassa sinistra che si estendava fino alla spalla sempre alla stessa altezza, che si alleviava appena emettevo gas. Il dolore è continuato alternandosi fra la parte destra e sinistra finché non sono andata da un dottore che palpandomi tutto l’addome e anche i reni mi ha detto che avevo una colite nervosa dovuta al troppo nervosismo o ansia che mi porto dietro. Ora sto prendendo la Manna che mi permette di andare al bagno, ma è da 2 giorni o forse meno che invece avverto dei dolori nella zona alta dell’addome destro, l’ho sento duro e mi fa male. Ogni volta che premo e come se dovessi emettere gas perché borbotta. Questo dolore è MOLTO MA MOLTO MENO rispetto ai primi giorni. Il dolore ora però si è esteso alla gamba destra che è come se mi tirasse. A me sembra strano di avere questi sintomi perché credo di essermi svuotata dopo tutte le volte che sono andata in bagno. Per quanto riguarda le feci sono normalissime, come sempre. Ho sofferto sempre di stitichezza, accentuandosi molto nel periodo di dieta che mi aveva fatto arrivare a 48 kg per 1.70.Stavo anche 2 settimane senza andare in bagno, senza preoccuparmi mai.Ora invece questo dolore che ho e che si irradia lungo la gamba mi spaventa, non vivo più bene. La mattina mi alzo presto solo per vedere se il dolore c’è ancora. Non mi sopporta più nessuno, né genitori ne fidanzato perché non faccio altro che parlare dei miei dolori. Sono anche andata già da 3 diversi medici e tutti mi hanno detto che è colite. Tra l’altro la fame l’ho sempre, mangio di tutto stando attenta alle schifezze. Quando mangio avverto un continuo borbottare diciamo nello stomaco, ma non più quella strana sensazione che avevo nei primi giorni , dove mi dava fastidio anche mangiare. Sono terrorizzata, mi sento sempre masse nello stomaco,chiedo aiuto a tutti. Ho troppa paura, ho solo 20 anni e sono angosciata. Cosa posso fare? Secondo voi da cosa potrebbe essere scaturito il dolore alla gamba destra e al fianco che a volte è sotto le costole e a volte è all’addome sempre destro? Sempre colite?
Scusate se mi sono dilungata un po’ troppo. Vi prego di darmi una mano, grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
16% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Molto probabilmente intestino irritabile (colite è una dizione vecchia di qualche decennio!!!).
Il consiglio è quello di farsi seguire da uno psicologo: rischia di vivere da malata pur essendo sana.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 487XXX

La ringrazio per la risposta, so di aver bisogno di essere seguita da uno psicologo per questa mia ipocondria e ansia continua...
un ultima domanda, secondo lei è il caso che mi preoccupi o che stia tranquilla ? Perché il dolore alla gamba e al gluteo è comparso solo ieri, anche se oggi va decisamente meglio .

[#3] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
16% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Non posso visitarla.....
A distanza direi di si.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 487XXX

Mi scusi dottore, ma secondo lei il colon irritabile può portare a feci sottili, non certo sottili come una matita, ma di certo più sottili delle mie rispetto a ieri. Come è possibile che ieri erano perfette ed oggi si sono presentate così? Ho troppa paura. Premettendo che oggi ho mangiato cornetto, 2 panini e pasta, può dipendere da quello? E poi non avevo proprio lo stimolo di andare in bagno, ma mi sono sforzata un po’.

[#5] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
16% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
È dovuto allo sforzo.
Si faccia seguire da uno psicologo.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia