Utente 266XXX
Buongiorno,
sono una donna di 44 anni in apparente stato di salute.
Recentemente mi sono sottoposta ad ecografia addome, per controllare un noto angioma al fegato (ecografia che faccio ogni anno) e mi è stata, quindi casualmente, riscontrata una cisti al pancreas.
Cito testualmente il referto:
in corrispondenza dell’istmo pancreatico, anteriormente alla confluenza venosa mesenterico portale, si osserva attualmente formazione cistica ovalare, del diametro massimo di 11,5 12 mm, priva di vascolarizzazione al colordoppler, meritevole di follow-up a distanza di tempo (6-12 mesi).
Non dilatato il dotto di Wirsung.
Ma
Il medico è stato molto asciutto e di pochissime parole ed alla mia richiesta di approfondimento ha risposto scocciato che trattasi di una cisti benigna che va solo tenuta sotto controllo relativamente alla crescita.
Io sono piuttosto preoccupata e Vi sarei davvero grata ve voleste darmi vostro parere in merito.
Grazie molte per la preziosa consulenza.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Realmente si tratta di una cisti con caratteristiche di tranquillità per cui bisogna solo valutare l'evoluzione. Va bene un'ecografia a 6 mesi

Cordialmente
Dr Felice Cosentino - Casa di Cura La Madonnina - Milano
Gastroenterologia, Colonscopia robotica, Colon wash
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 266XXX

Grazie mille!!

[#3] dopo  
Utente 266XXX

Buongiorno dottore,
in data odierna mi sono sottoposta a risonanza con e senza mezzo di contrasto.
L’esame mostra una lesione cistica, di 13mm dell’istmo pancreatico, senza gettoni solidi, che non retrodilata il dotto Wirsung. Il quadro radiologico orienta verso un IPMN dei dotti periferici del pancreas .

Che ne pensa? Mi aiuta a capire di cosa stiamo parlando e cosa devo fare?
Il medico dice che sarà sufficiente un controllo periodico.
Io ho due bambine piccole e non vorrei trovarmi nella situazione più nefasta, quando magari potrei fare qualcosa adesso.

La ringrazio molto,
Cordialità

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La situazione è sotto controllo, vada tranquilla ed esegua i futuri controlli.
Dr Felice Cosentino - Casa di Cura La Madonnina - Milano
Gastroenterologia, Colonscopia robotica, Colon wash
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente 266XXX

Grazie dottore.
Capisco bene che, allo stato attuale, è una formazione benigna?
Grazie molte

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si, proprio così.
Dr Felice Cosentino - Casa di Cura La Madonnina - Milano
Gastroenterologia, Colonscopia robotica, Colon wash
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente 266XXX

La ringrazio molto,
dimenticavo di chiderle l’ultima cosa: queste cisti, negli anni, vanno incontro a trasformazione certa da benigne a maligne?
Cordialità

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non è detto-
Dr Felice Cosentino - Casa di Cura La Madonnina - Milano
Gastroenterologia, Colonscopia robotica, Colon wash
www.endoscopiadigestiva.it

[#9] dopo  
Utente 266XXX

Gentile dottore,
ho appena ritirato il referto della mia risonanza al pancreas, che si aggiunge a ciò che mi aveva anticipato radiologo.

Fegato di volume nei limiti, a profili regolari, con conservata intensità di segnale. In corrispondenza del VI segmento epatico si evidenzia nota formazione a margini policiclici, di 23 x 17 mm, con caratteristiche di segnale e di enhancement contrastografico riferibili ad angioma.
Cisti semplice di 7 mm al VII segmento epatico.
Non dilatate le vie biliari.
Colecisti normodistesa, alitiasica.
Pancreas nella norma per morfologia ed intensità di segnale, presenta al passaggio corpo-testa, lungo il profilo posteriore, in adiacenza al Wirsung, ma senza sicura comunicazione con lo stesso, alterazione di aspetto cistico, di 11 x 9 x 11 mm, a pareti sottili, senza evidenti setti né ispessimenti nodulari vascolarizzati. Il reperto è meritevole di monitoraggio nel tempo con RM o ecoendoscopia a giudizio clinico. Non dilatato il dotto di Wirsung.
Milza e surreni nella norma. Milza accessoria di 11 mm all'ilo splenico.
Reni in sede di volume e morfologia nei limiti, con conservata differenziazione cortico-midollare. Alcune piccole cisti renali semplici bilaterali, la maggiore a destra di 7 mm.
Non adenopatie né liquido libero in addome superiore.
 
Le sarei davvero grata se potesse aiutarmi nell’interpretazione.
I controlli periodici stanno a significare che continuiamo a monitorare la cisti finché non diventa maligna? Mi sembra di avere una bomba ad orologeria di cui stiamo aspettando lo scoppio.
Quante probabilità ci sono che degeneri?
Sono davvero spaventata, che cosa devo fare?
 
Vi ringrazio tantissimo per la comprensione e preziosa consulenza.
Cordialità