Utente 546XXX
Salve dottori,
Mio padre di 59 anni ha iniziato con disfagia e quindi abbiamo fatto la gastroscopia con biopsia insieme ad analisi del sangue dove c’era un alto valore della ves è una leggera anemia.
Dalla gastroscopia è venuto fuori che c’era una massa di circa 4 cm nel medio distale dell’esofago e quindi il dottore ha effettuato il campionamento per la biopsia il quale referto è stato Materiale fibrino-ematico.Esile lembo di epitelio squamoso esofageo di aspetto iperplastico coesistono frammenti riferibili a tessuto di granulazione .Ma c’era anche scritto nel referto che i campioni erano piccoli.
Dopo di che abbiamo fatto i raggi con contrasto ed il referto è stato al terzo distale dell’esofago toracico si rileva un tratto di substenosi organica di circa 4 cm,a modello erroplastico .
Dopo di che abbiamo effettuato la tac con contrasto ed il referto è stato l’esofago nel suo tratto tubolare distale aspetti di ispessimento parietale ad andamento radiale e circonferenziale ed una secondaria stenosi luminale;non sono peraltro possibili,per i noti limiti intriseci della metodica,più precisi ragguagli sulla patologia . E ci hanno richiesto di fare la ecoendoscopia il quale referto è stato substenosi dell’esofago medio inferiore senza caratteri chiaramente suggestivi per lesioni di tipo neoplastico,si tende a privilegiare l’ipotesi di una patogenesi infiammatoria stenosi peptica .
Insieme alla ecoendoscopia è stata effettuata un’altra biopsia e il referto è stato frammenti di tessuto necrotico-flogistico e di granulazione,compatibili con processo ulcerativo( non ulteriormente definibile).
Oggi visto che l’unico esame rimasto era la pet fdg è arrivato il referto e siccome sono ansioso e ancora non parlo con il medico nucleare sto chiedendo un consiglio a voi e come muovermi qui in provincia di Foggia perché non riesco più a venirne a capo e dopo una marea di esami ancora non siamo arrivati a sapere di preciso cos’è.
Il referto comunque del pet fdg è
L’esame Pet/tac ha evidenziato esteso iperaccumulo del tracciante (Suvmax 7.0) a livello dell’esofago distale.
Iperaccumulo del radiocomposto (Suvmax 4.5) si apprezza,inoltre,a livello della regione ilare destra,che merita correlazione Tac con mdc e/o broncoscopia.
Assenza di altre aree di accumulo del tracciante nei restanti distretti di zone esaminate.
Diffuso accumulo del tracciante in ambito intestinale di verosimile significato aspecifico.
Conclusioni : l’esame pet ha evidenziato patologia ad elevato turn-over energetico nelle sedi di iperaccumulo descritte.
Salve vorrei un parere vostro sul da farsi e se ci stiamo muovendo bene sulle analisi che stiamo svolgendo spero in un vostro consiglio per arrivare ad una conclusione e cercare di intraprendere la cura giusta.
Attualmente il gastroenterologo gli ha prescritto una cura che è nexiun ed esoxx.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Tutto fa pensare, tranne le biopsie, ad un tumore esofageo. Conta molto la descrizione e la visione endoscopica. Ha qualche immagine della gastroscopia da inviarmi ?


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 546XXX

Si ho tutte le immagini e analisi ma posso inviarle tramite questo sito?
Ora le scrivo tutto il referto della ecoendoscopia
Si introduce gastroscopio standard e si procede lungo l’esofago fino a circa 30 cm dagli incisivi superiori dove si reperta stenosi concentrica del lume.A tale livello la parete è ricoperta di membrane fibrinose che,se rimossa dalla stessa parete mediante pinzada esito a mucosa eritematosa fragile e facilmente sanguinante ma senza evidenza di formazioni vegetanti.Il tratto stenotico può essere sondato solo parzialmente per tale motivo si ritiene utile introdurre minisonda ecografia da 20 che procede fino al lume gastrico dove la parete non presenta alterazioni,si ritira lentamente la minisonda fino all’esofago per esplorare la parete fino al livello del cardias,che peraltro appare risalito fino si pilastri diaframmatici per ernia aiatale,non si apprezzano alterazioni significative della parete,così come a livello dell’esofago distale,in corrispondenza del tratto stenotico,che si estende in senso longitudinale per circa 3 cm,si osserva ispessimento dello strato mucoso,anche tale ispessimento risulta concentrico,anche se non omogeneo,sicuramente indenne lo strato muscolare,ma anche la sottomucosa,seppur sottile sembra mantenere la sua continuità.
Se mi dice come fare ad inviarle le foto gliele mando grazie mille

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Sembra quindi un quadro infiammatorio da monitorare. Potrebbe essere utile una dilatazione esofagea e superamento del tratto eventualmente con gastroscopio sottile transnasale in modo da valutare correttamente la regione sottostante. Utile eventualmente associare alla terapia anche un cortisone inalatorio (fluticasone )


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 546XXX

Dottore la cosa che mi preoccupa ora e che c’è un’altro iperaccumulo che non si vedeva nella tac di circa 30 giorni fa con suv 4.5 nella zona ilare destra.Ma centri che si occupano dell’esofago in Puglia ci sono?Perche parlando con i nostri medici ci indicano tutti il nord o Milano o Padova.Scusate se vi pongo mille domande domani ho l’appuntamento con il medico nucleare e venerdì con il gastroenterologo e sono in ansia.
Io sarei propenso a farlo ricoverare in qualche centro che si occupa di questo ora abbiamo materiale a sufficienza per arrivare ad un dunque credo.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Valuti prima con il medico nucleare e poi mi ricontatti. La posso certamente aiutare.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Sembra quindi un quadro infiammatorio da monitorare. Potrebbe essere utile una dilatazione esofagea e superamento del tratto eventualmente con gastroscopio sottile transnasale in modo da valutare correttamente la regione sottostante. Utile eventualmente associare alla terapia anche un cortisone inalatorio (fluticasone )


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente 546XXX

Salve dottore ho parlato con il medico nucleare e ha detto che si deve indagare su quell’accumulo di Tracciante nella zona ilare destra oltre a capire nella zona al di sotto della massa che si trova a livello dell’esofago.Insomma neanche con la pet siamo arrivati a capire cos’è quella massa nell’esofago.Sto pensando di portarlo in un centro specializzato per l’esofago ora abbiamo tutte le carte credo per un ricovero

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Condivido.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#9] dopo  
Utente 546XXX

Grazie mille dottore la terrò aggiornata sull’evolversi della Situazione.E’stato gentilissimo

[#10]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Mi tenga a sua disposizione


Auguroni
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#11] dopo  
Utente 546XXX

Dottore mi scusi un’altra domanda che tipo di visita mi consiglia per questo tipo di diagnosi che mio padre ha?perché devo prenotare il mio gastroenterologo mi ha consigliato visita chirurgica esofagea va bene?scusate se le chiedo tante cose ma dopo tante visite e niente di concreto sto iniziando ad aver paura di sbagliare su tutto

[#12]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si, va bene la visita chirurgia per un inquadramento generale.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#13] dopo  
Utente 546XXX

Salve dottore mio padre ha fatto la visita chirurgica per l’esofago,si presuppone substenosi peptica,dottore volevo chiederle ma quindi la pet rileva anche delle infiammazioni?Comunque siccome siamo distanti dall’ospedale dove si dovrà operare ora stiamo facendo tutte le analisi che il chirurgo ci ha indicato e ci faranno sapere appena le inviamo la data per effettuare un’altra ecoendoscopia con biopsia,però cercheranno di arrivare un po’ più dentro la massa e caso mai faranno una dilatazione del punto dove c’è il restringimento.Ora dobbiamo vedere l’avcumulo Di suv a livello dell’ilare destra cos’e’ Controllando la tac effettuata un mese e mezzo fa nn c’era nulla ed ora rileva un accumulo.Spero che sia un’infiammazione il nostro gastroenterologo ci ha consigliato di fare una visita oncologica e domani prenderò l’appuntamento.

[#14]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Mi aggiorni.

Auguroni
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#15] dopo  
Utente 546XXX

Salve dottore abbiamo fatto una visita oncologica e ci è stata consigliata la tac con contrasto il referto è appena arrivato e volevo chiederle cosa ne pensa sono in ansia perché oggi pom abbiamo la visita con l’oncologo.
Il referto dice polmoni simmetrici con evidenza di alcune bolle di enfisema para dettale in entrambi i polmoni.Micronodulo di circa 5mm in corrispondenza del segmento epicale del lobo inferiore destro in sede mantellare.Verosimili esiti fibrotici in sede epicale bilateralmente.Multipli focali ispessimenti pleurici in corrispondenza dei segmenti posteriori del lobo inferiore sinistro.Non evidente versamento pleurico.Aspetto verosimilmente ispessito delle pareti dell’esofago al terzo medio distale.
alcuni linfonodi del diametro massimo di circa 13mm in sede mediastica e ilare destra e in paraesofagea distale,in prossimità del cardias.
Il fegato appare nei limiti per dimensioni,margini e densità,con evidenza di piccola focalita iperdensa in fase arteriosa e non più riconoscibile in fase portale e tardiva del diametro massimo di circa 8 mm al domo epatico,di non univoca interpretazione (angioma o adenoma?),utile valutazione etg.Colecisti distesa con evidenza di sludge biliare e lieve ispessimento delle pareti in corrispondenza del fondo,utile valutazione etg,non dilatate le vie biliari intra ed extraepatiche.
Non evidenti alterazioni tomodensitometriche e contrastografiche dei restanti organi parenchimatosi dell’addome superiore.Microcalcolo di circa 4 mm in corrispondenza dei calici superiori del rene destro.
Alcuni linfonodi pericentimetrici in sede mesenteriale e retroperitoniale.Vescica dell’età e pareti regolari.Non evidente versamento libero in addome.Focalita iperdensa di circa 11 mm si apprezza in corrispondenza del ciecosulla parete laterale esterna e di circa 8 mm sulla parete laterale del colon discendente come da diverticolosi.Prostata ai limiti superiori per dimensioni(diametro traverso di circa 50 mm)e densità disomogenea.
Non evidenti tomodensitormetriche della densità encefalica,né aree di anhancement patologico dopo somministrazione di mdc ev.
Sistema ventricolare bei limiti.
Spero che ci dia un occhiata grazie mille

[#16]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
In pratica non viene ancora chiarita la patologia dell'esofago.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it