Utente 552XXX
Buongiorno, sono una ragazza di 21 anni, chiedo un consulto perché ormai sono mesi che la mia vita quotidiana è cambiata. Da 4/5 mesi ho difficoltà nel digerire qualsiasi cosa, faccio spesso eruttazioni, alcuni giorni ho anche la nausea che non mi permette di mangiare, ho un senso di pienezza dopo i pasti e a volte anche bruciore di stomaco. Ho perso 3 kg, ma il problema è che non riesco a mangiare più come prima. Ho eseguito diverso visite.
Il primo gastroenterologo mi ha consigliato inizialmente di evitare latticini, ma non ho avuto nessun beneficio; poi ho eliminato il glutine per due settimane, ma non è cambiato nulla. Test per celiachia negativo. Sono arrivata a mangiare solo in bianco. Ho fatto una gastroscopia. Biopsia: lembi di mucosa gastrica caratterizzati da note di congestione. Helicobacter Pylori negativo. Ho eseguito un’ecografia all’addome e anche in questo caso niente. Ho provato un prodotto naturale per l’aria (elgasin), mentre per la mattina peptazol da 40, ma nulla. Poi mi hanno prescritto luxamide, ma dopo 5 giorni ho interrotto perché avevo dolori al seno. Analisi del sangue (l’unica cosa riscontrata: sideremia 19, ferritina 5, 20 e emoglobina 11), ho sempre sofferto di ferro basso (causa ciclo abbondante) e spesso prendo integratori, poi urine e feci ok. Calprotectina fecale 56, esame parassitologico negativo, sangue occulto negativo. Ora sono in cura da un altro dottore e da un mese prendo omeprazen 20, debritat prima di pranzo e debrum prima di cena (da 2 settimane), più dicoflor (da 20 giorni). Ma sono in una situazione di stallo, non cambia nulla e non so più cosa fare o a chi rivolgermi. Durante il mese di marzo ho eseguito un’isteroscopia. Biopsia: endometrio proliferativo e lembi suggestivi per polipo del canale cervicale. Post isteroscopia ho preso l’antibiotico per tre giorni (zitromax), più fermenti lattici e dopo due settimane si sono presentati questi problemi digestivi. Sono disperata perché non so più cosa mangiare e non mangiando tanto non ho le forze necessarie per fare quello che faccio normalmente (studiare, uscire ecc.. . ) . Cosa mi consigliate di fare? Altri esami più specifici? Non so come ritrovare un equilibrio

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Probabilmente l'impiego dell'antibiotico ha alterato la flora batterica intestinale (Microbioma). Sarebbe utile trovare uno specialista del settore (studio del Microbioma) per una terapia mirata

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 552XXX

Vi ringrazio per la celere risposta. Ma vorrei sapere chi se ne occupa di questo settore specifico. Sempre un gastroenterologo specializzato nello studio del microbioma? Oppure devo rivolgermi ad un microbiologo vero e proprio? Sono di Salerno e in zona non ne conosco. Voi potete consigliarmi qualcuno? Qualche centro? Sono disposta a spostarmi pur di risolvere il problema. Vi ringrazio in anticipo.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Posso darle i riferimenti ma solo in privato per cui mi può contattare attraverso il mio sito personale che è riportato sempre in fondo alle mie risposte:

https://www.endoscopiadigestiva.it/endoscopia_digestiva/contatti/
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 552XXX

Buonasera dottore, vorrei un parere su questa situazione. Ho eseguito il test flora dal quale era uscita una moderata disbiosi. A Milano mi avete dato una cura, ma i problemi persistono. Il mio è un problema digestione, appena mangio o bevo inizio ad avere eruttazioni e mi sento piena anche se mangio pietanze semplici e che dovrei digerire. Ho provato motilex ed altro, avevo più appetito, ma comunque sono limitata nel mangiare e le eruttazioni sono state sempre presenti. Ormai questi problemi persistono da sei mesi, con la stessa costanza ad ogni pasto. Mi potrebbe consigliare altri esami da effettuare oltre quelli elencati precendemente? Potrebbe trattarsi digastroparesi? Dato che mi è sempre più difficile mangiare

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Comprendo ma come faccio a sapere con chi sto parlando ?

Deve solo procedere con il contatto personale per rivalutare la terapia. Non sempre è possibile raggiungere la risoluzione dei sintomi con il primo approccio terapeutico.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it